Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Politics

Di

Editore: Guanda (Narratori della Fenice)

3.2
(220)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 260 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8882466256 | Isbn-13: 9788882466251 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Riccardo Cravero

Disponibile anche come: Altri

Genere: Fiction & Literature , Philosophy

Ti piace Politics?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Che cosa fa sì che Nana si ritrovi (consenziente) legata alla testiera del letto mentre Moshe (maldestramente) cerca di sodomizzarla? Moshe è un giovane attore teatrale di talento. È di origine ebraica, vive a Londra, e ha un corpo di cui non va affatto fiero. Nana è una bellissima studentessa di architettura con un debole per il Bauhaus e un affetto prioritario per suo padre. Dopo un breve corteggiamento finalmente Moshe e Nana finiscono a letto. A Nana a dire il vero il sesso non interessa molto. Tuttavia cerca non solo di assecondare Moshe, ma addirittura di rilanciare la posta coinvolgendo nel ménage anche l'amica Anjali.
Ordina per
  • 2

    l'autore voleva scrivere un libro di sesso ma non ha avuto il coraggio di farlo pienamente e l'ha mascherato (male) in una sexy commedia con velleità di romanzo intelligente!!

    ha scritto il 

  • 2

    Ho provato a resistere al fastidio della continua intromissione dell'autore nella scorrevolezza del testo...ma non ce l'ho fatta. Sarà anche piaciuto, Thirlwell sarà stato anche un giovane astro ...continua

    Ho provato a resistere al fastidio della continua intromissione dell'autore nella scorrevolezza del testo...ma non ce l'ho fatta. Sarà anche piaciuto, Thirlwell sarà stato anche un giovane astro nascente della letteratura (vedi recensioni) ma secondo me il libro è ampiamente sopravvalutato. Non credo proprio di rileggerlo in futuro.

    ha scritto il 

  • 5

    Politics

    Che cosa fa sì che Nana si ritrovi (consenziente) legata alla testiera del letto mentre Moshe (maldestramente) cerca di sodomizzarla? Moshe è un giovane attore teatrale di talento. È di origine ...continua

    Che cosa fa sì che Nana si ritrovi (consenziente) legata alla testiera del letto mentre Moshe (maldestramente) cerca di sodomizzarla? Moshe è un giovane attore teatrale di talento. È di origine ebraica, vive a Londra, e ha un corpo di cui non va affatto fiero. Nana è una bellissima studentessa di architettura con un debole per il Bauhaus e un affetto prioritario per suo padre. Dopo un breve corteggiamento finalmente Moshe e Nana finiscono a letto. A Nana a dire il vero il sesso non interessa molto. Tuttavia cerca non solo di assecondare Moshe, ma addirittura di rilanciare la posta coinvolgendo nel ménage anche l'amica Anjali. (ibs.it).. ricordo che quando lo lessi mi piacque molto.. non è una lettura per tutti, a sfondo puramente sessuale può essere però simpatico!

    ha scritto il 

  • 4

    Come ci tiene a ribadire lui, questa è tutt'altro che una storia di sesso. Vi convincerete che è così, ma alla fine, solo alla fine, quando avrete chiuso il libro, fatto un giretto per sgranchirvi ...continua

    Come ci tiene a ribadire lui, questa è tutt'altro che una storia di sesso. Vi convincerete che è così, ma alla fine, solo alla fine, quando avrete chiuso il libro, fatto un giretto per sgranchirvi le gambe, mangiato un'albicocca, fatto pipì, - vi renderete conto che ha ragione quando dice che questo è un romanzo riguardante la morale. e l'egoismo. e anche l'amore, certo: del resto, come si fa a lasciar fuori l'amore da un triangolo erotico. Politics è brillante e fugace. Ti insegna a guardare le cose da mille prospettive diverse.

    ha scritto il 

  • 3

    Politics

    l'avevo preso nel 2005, letto il primo capitolo che inizia con una scena di sesso, l'avevo messo da parte. L'ho ripreso una settimana fa e l'ho letto tutto d'un fiato. dicono che if a book is worth ...continua

    l'avevo preso nel 2005, letto il primo capitolo che inizia con una scena di sesso, l'avevo messo da parte. L'ho ripreso una settimana fa e l'ho letto tutto d'un fiato. dicono che if a book is worth reading than it is worth buying.

    questo è un libro che se te lo prestano is worth reading, ma non lo comprerei di nuovo. o forse si?

    ha scritto il 

  • 3

    Moshe è un giovane attore ebreo, concentrato sulle sue insicurezze che spaziano dagli eczemi delle sue mani alle dimensioni del suo pene. Nana è la sua fidanzata, nel senso che lo affianca con ...continua

    Moshe è un giovane attore ebreo, concentrato sulle sue insicurezze che spaziano dagli eczemi delle sue mani alle dimensioni del suo pene. Nana è la sua fidanzata, nel senso che lo affianca con altre insicurezze personali e insoddisfazioni sessuali. Per fortuna c’è Anjali a mettere ordine nella loro relazione, trasformandola in un menage a trois nel quale ciascuno si innamora più del dovuto.

    Ma il vero protagonista del libro è il suo autore, che interviene spesso in prima persona spiegando le ragioni per le quali fa muovere i suoi personaggi. In particolare quando propina esplicitissime scene di sesso, vera e propria pornografia borderline, e poi si sente in dovere di giustificarsi con il lettore cercando di essere ironico e brillante.

    Ecco, proprio quello manca in Politics: l’ironia, cercata ossessivamente dalla prima pagina e quasi mai trovata. Quello che invece c’è è una storia intrigante, sul sesso e la virtù, sulla frustrazione e l’innamoramento, sull’amicizia e il disinteresse. C’è anche un rigagnolo di pensieri che corre accanto ai nostri tre, ed è la parte migliore del libro. Sono dei ritagli di storia, perlopiù tratta da biografie di pensatori e politici comunisti, che improvvisamente vengono in superficie prestandosi come momenti di riflessione (nel senso che si attribuirebbe a uno specchio) sulle elucubrazioni dell’autore.

    Va detto che Thirlwell è giovanissimo e dimostra una buona freschezza, che consente di superare eventuali imbarazzi dovuti alle scene hard. Insomma, quattro copertine all’idea, due alla realizzazione. Facciamo la media.

    ha scritto il