Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle stop

Di ,

Editore: CDE su licenza Gruppo Editoriale Fabbri

4.2
(2675)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 361 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Chi tradizionale , Inglese , Spagnolo , Svedese

Isbn-10: A000178223 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Gay & Lesbian

Ti piace Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle stop?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Indimenticabile

    Quando ho cominciato a leggerlo mi sembrava piuttosto banale, ma presto mi sono appassionata a questo romanzo. Non solo per i personaggi, che ti rimangono dentro come amici conosciuti da sempre, ma p ...continua

    Quando ho cominciato a leggerlo mi sembrava piuttosto banale, ma presto mi sono appassionata a questo romanzo. Non solo per i personaggi, che ti rimangono dentro come amici conosciuti da sempre, ma per il modo delicato in cui affronta temi scabrosi e difficili. Dalla storia d'amore omosessuale, già negli anni '30 del 1900 accettata da tutti come la più normale, alla prostituzione, al rapporto tra bianchi e neri, agli handicap da accettare... E' uno di quei libri di cui si sente nostalgia già leggendo le ultime pagine, uno di quelli davvero indimenticabili!

    ha scritto il 

  • 4

    Libro d'altri tempi che narra di altri tempi.
    Ho un debole per questo tipo di romanzi.
    Restia ad iniziarlo, essendo questo libro un gran classico, e quindi abbantanza scontato, ed invece l'ho trovato ...continua

    Libro d'altri tempi che narra di altri tempi.
    Ho un debole per questo tipo di romanzi.
    Restia ad iniziarlo, essendo questo libro un gran classico, e quindi abbantanza scontato, ed invece l'ho trovato molto meglio di "Torta di caramello in paradiso" della stessa autrice, banale sì, ma scritto bene, scorrevole, e sempre piacevole da leggere, per me.

    ha scritto il 

  • 5

    Delizioso

    Chiuso il libro pare di lasciare indietro i volti dei personaggi che hanno affollato la storia, come vecchi amici da cui accomiatarsi.
    Un libro delizioso, leggero e malinconico che si discosta dal fil ...continua

    Chiuso il libro pare di lasciare indietro i volti dei personaggi che hanno affollato la storia, come vecchi amici da cui accomiatarsi.
    Un libro delizioso, leggero e malinconico che si discosta dal film che ho tanto amato e lo completa.

    ha scritto il 

  • 5

    E' uno di quei libri che, come diceva Salinger, quando lo chiudi sai che ne sentirai la mancanza.
    Non sono dotata di molto senso dell'umorismo, ma durante alcuni passaggi di questo meraviglioso libro ...continua

    E' uno di quei libri che, come diceva Salinger, quando lo chiudi sai che ne sentirai la mancanza.
    Non sono dotata di molto senso dell'umorismo, ma durante alcuni passaggi di questo meraviglioso libro mi son ritrovata a ridere senza accorgermene. Cosi' come in altri ho avuto i brividi.
    Ninny e' la vecchina che tutti vorremmo abbracciare, Whistle Stop e' il posto in tutti vorremmo essere stati e loro, Ruth, Idgie, Stump, Smokey Lonesome, Big George, Momma and Poppa sono le persone che avremmo voluto incontrare durante la nostra vita.

    ha scritto il 

  • 4

    I'll always love you – the bee charmer

    Avevo cominciato questo post cercando di riassumere poeticamente la trama, poi rileggendo il primo paragrafo che avevo scritto mi sono resa conto che stavo tentando l'impossibile. L'atmosfera di Whist ...continua

    Avevo cominciato questo post cercando di riassumere poeticamente la trama, poi rileggendo il primo paragrafo che avevo scritto mi sono resa conto che stavo tentando l'impossibile. L'atmosfera di Whistle Stop non va intaccata in vani tentativi di raccontarla a chi non l'ha già sentita sulla propria pelle. Pomodori verdi fritti è una storia d'altri tempi, tempi che oggi appaiono tanto belli quanto irripetibili. E' la storia di una piccola cittadina ferroviaria alle porte di Birmingham, Alabama, i cui abitanti sembrano più una grande famiglia che semplici concittadini. E' la storia della famiglia Threadgoode. E' la storia di Idgie e Ruth, del loro caffè che divenne il cuore pulsante del posto; il locale dove si poteva mangiare l'insuperabile barbecue di Big George, il locale da cui nessun nero veniva mandato via e dove i vagabondi potevano trovare un rifugio. E' la storia di Onzell e Ocie e Jasper e Naughty Bird e Artis e Buddy e Buddy (Stump) jr. E' la storia di Eva Bates e Smokey Lonesome e di tutti gli altri, raccontata dal bollettino di Dot Weems e soprattutto da Virginia – Ninny – Threadgoode.

    Ninny era stata da sempre amica delle ragazze Threadoode, e quando rimase orfana andò a dormire da loro per poi restarci per sempre. Ninny ha ormai passato gli ottanta, tutti i suoi sono morti e a lei restano i tanti preziosi ricordi per rallegrarsi. Si trova alla Casa di riposo Rose Terrace per far compagnia alla signora Otis, vicina di casa da una vita, almeno finché non si sia adattata. E qui conosce Evelyn, che tutte le domeniche è costretta a far visita alla suocera, la quale però non vuole fare altro se non guardare la tv con suo figlio. Evelyn è una donna di mezza età, in sovrappeso, che ha trovato nel cibo l'unica soluzione. Sposata ad un uomo freddo e antipatico, i figli lontani e non particolarmente affettuosi, una vita priva di stimoli e sempre condotta osservando la giusta morale e senza mai mollare i freni. Quando conosce Ninny, Evelyn è quasi al capolinea e sarà proprio l'anziana signora – con le sue storie su Whistle Stop, la sua ingenuità, il suo buon cuore – ad aiutare Evelyn a dare un senso alla sua esistenza.

    Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop è un romanzo adorabile in tutti i sensi. E' pieno ed intenso come solo poche storie sanno esserlo. E' appassionante, coinvolgente e popolato da veri personaggioni. Leggendo scatta quasi il desiderio di averli conosciuti, di aver visto Whistle Stop quando c'era il caffè e quando ancora passavano i treni. Le ultime pagine iniziano già a lasciarti un forte senso di nostalgia, come quello che provava Ninny raccontando di tutte quelle cose e persone che non ci sono più. E alla fine, non sai se sorridere un sacco per l'ultimo capitolo, essere felice per la rinascita di Evelyn o versare qualche lacrime per quel tempo che è passato e in nessun modo si può avere indietro. Con Pomodori verdi fritti ho riso, sorriso e mi sono commossa. Ho trovato difficile staccarmi da queste pagine e ho trovato difficilissimo riporlo sullo scaffale una volta terminato. Whistle Stop diventa un ricordo, e come a tutti quelli a cui le storie di quel posto così scoppiettante e imprevedibile sono state raccontate, vi sembrerà di esserci stati davvero.

    ha scritto il 

  • 4

    El libro me ha encantado: todos los personajes tienen algo peculiar, algo que los hace especiales. Y la forma en que está narrado es muy amena: va saltando entre dos hilos temporales, el "actual" (los ...continua

    El libro me ha encantado: todos los personajes tienen algo peculiar, algo que los hace especiales. Y la forma en que está narrado es muy amena: va saltando entre dos hilos temporales, el "actual" (los 80) y el antiguo (años 20 y siguientes, porque aquí también se va moviendo en distintos años). Además, se mezcla la narración de la vida de los personajes con su vida contada por una gaceta local y periódicos de cada época.
    La única pega que le veo a este libro, es que no se me hace muy creíble que en un pueblecito de Alabama de los años 20 todo el mundo acepte tan bien una relación entre dos mujeres... Aún así, el libro me encantó.

    ha scritto il 

  • 2

    nsl

    «Sì, sono seduta qui nella casa di riposo Rose Terrace, ma nella mia mente sono al Caffè di Whistle Stop davanti a un piatto di pomodori verdi fritti.»
    Fried Green Tomatoes at the Wisthle Stop Cafe, 1 ...continua

    «Sì, sono seduta qui nella casa di riposo Rose Terrace, ma nella mia mente sono al Caffè di Whistle Stop davanti a un piatto di pomodori verdi fritti.»
    Fried Green Tomatoes at the Wisthle Stop Cafe, 1987

    La signora Couch accompagna tutte le domeniche il marito alla casa di riposo per far visita alla madre di lui. Mentre i due guardano la televisione di solito lei si rifugia nel salottino dei visitatori, a mangiarsi i suoi dolci in santa pace. Un bel giorno conosce una simpatica vecchietta chiacchierona, la signora Threadgoode, che le racconta dei bei tempi andati. E così, una domenica dopo l'altra, insieme rievocano la vita al Caffè di Whistle Stop, Alabama, fra risate e lacrime.

    Ricordo che il film mi era piaciuto moltissimo, e l'ho poi rivisto un sacco di volte. Ma il libro invece non mi pare granché coinvolgente. Trovo che i personaggi facciano una buona compagnia per un paio d'ore, ma non di più.

    Pag. 363 Pomodori verdi fritti con salsa al latte
    3 cucchiai di grasso di pancetta - farina - 4 pomodori verdi affettati - latte - uova sbattute - sale - pangrattato - pepe
    Scaldate il grasso in una padella per friggere. Bagnate i pomodori nell'uovo sbattuto, quindi passateli nel pangrattato. Friggeteli fino a quando non saranno coloriti da entrambi i lati e sistemateli su un piatto. Per ciascun cucchiaio di grasso rimasto nella padella, aggiungetene uno di farina e mescolate bene. Quindi versate, sempre mescolando, una tazza di latte tiepido e lasciate cuocere finche la salsa non si addenserà,
    senza mai smettere di mescolare. Aggiungete sale e pepe a piacere. Versate sui pomodori e servite bollente. Il meglio che c'è.

    ha scritto il 

  • 5

    Dolce, romantico ed affascinante, questo libro apre uno scorcio sull'Alabama degli anni '30.

    E' leggermente diverso dal film che ne è stato tratto: il legame tra Idgie e Ruth è più esplicito, l'omici ...continua

    Dolce, romantico ed affascinante, questo libro apre uno scorcio sull'Alabama degli anni '30.

    E' leggermente diverso dal film che ne è stato tratto: il legame tra Idgie e Ruth è più esplicito, l'omicidio risulta appena sfiorato dalla narrazione, il finale è diverso, triste, dolce e nostalgico.

    Consigliato a chi ama le atmosfere anni '30 del Sud degli Stati Uniti.

    ha scritto il 

Ordina per