Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle stop

Di ,

Editore: CDE su licenza Gruppo Editoriale Fabbri

4.2
(2837)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 361 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Chi tradizionale , Inglese , Spagnolo , Svedese , Polacco , Francese , Tedesco

Isbn-10: A000178223 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Famiglia, Sesso & Relazioni , Narrativa & Letteratura , Gay & Lesbo

Ti piace Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle stop?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Fannie Flagg, coniugando alla perfezione dramma e humor, racconta la storia della tavola calda aperta dalla dolce Ruth e dalla travolgente Idgie in una località sperduta dell’Alabama: Whistle Stop.
    La ...continua

    Fannie Flagg, coniugando alla perfezione dramma e humor, racconta la storia della tavola calda aperta dalla dolce Ruth e dalla travolgente Idgie in una località sperduta dell’Alabama: Whistle Stop.
    La storia si snoda su due diversi piani temporali: il primo, quello degli anni ’30/’40, in cui si snoda la vicenda di Idgie e Ruth, il secondo, quello ambientato in una casa di riposo degli anni '80, in cui le stesse vicende sono raccontate dalla dolce Nanny Threadgoode, l’ormai anziana cognata di Idgie, all’insicura Emily. Sarà proprio la storia di Idgie e Ruth a cambiare la vita di Emily, trasformando le noiosissime visite alla suocera nelle giornate più belle e attese della settimana.
    Grazie all’abilità narrativa dell’autrice, e al racconto di Nanny, la cittadina prende letteralmente vita davanti agli occhi del lettore, che si ritrova immerso in un’atmosfera quasi fiabesca ed estremamente nostalgica.
    Il romanzo, oltre alle protagoniste, è ricco di personaggi indimenticabili, da Artis - così nero da avere le gengive blu - a Smookey Lonesome, passando per Sipsey e le sue superstizioni che la inducono a sotterrare le teste di maiale e gallina in giardino.
    Leggere questo libro è un’esperienza che senza dubbio arricchisce, poiché la Flagg non perde occasione di affrontare tematiche molto importanti, come le angherie nei confronti della popolazione nera e la violenza domestica, l’eutanasia e l’omosessualità, il tutto con una grazia tale da non perdere mai quella dose di leggerezza che è caratteristica di una lettura piacevolissima e mai noiosa. Per usare le parole di Idgie: “A volte mi domando che cosa la gente usi al posto del cervello. Pensa a quei ragazzi: hanno paura di sedersi a mangiare vicino a un negro, ma divorano le uova che escono dal culo delle galline.”
    Cos’altro posso dire se non “correte a comprarlo”?
    Voto: 9/10
    Se vi va' passate a trovarmi sulla mia pagina Facebook: "La piccola biblioteca dei libri dimenticati"! Ecco l'indirizzo :
    www.facebook.com/quandounlibroticambialavita

    ha scritto il 

  • 5

    Che bel libro! Leggero ma non superficiale, delicato e tenero, riesce a trattare delle tematiche abbastanza importanti (la violenza coniugale, il razzismo, l'omosessualità) senza essere nè troppo pesa ...continua

    Che bel libro! Leggero ma non superficiale, delicato e tenero, riesce a trattare delle tematiche abbastanza importanti (la violenza coniugale, il razzismo, l'omosessualità) senza essere nè troppo pesante nè troppo leggero. Il fatto che tutto nasca dai racconti di una signora anziana e che il lettore si trovi un po' nella stessa posizione della protagonista, che ascolta le vicende del caffè di Whistle Stop, contribuisce ancor di più a farti entrare nell'atmosfera del libro, quasi che si possa sentire l'odore dei pomodori verdi fritti, leggendolo.

    ha scritto il 

  • 1

    Ho cercato per molto tempo questo libro senza riuscire a trovarne una buona copia e adesso che ho finito di leggerlo sono davvero delusa, avevo aspettative molto alte. Invece ho trovato personaggi sol ...continua

    Ho cercato per molto tempo questo libro senza riuscire a trovarne una buona copia e adesso che ho finito di leggerlo sono davvero delusa, avevo aspettative molto alte. Invece ho trovato personaggi solo vagamente accennati, una trama che dire esile è un complimento, un finale così insapore! L'unica nota positiva è data dalle parole di Ninny, che riescono a dare speranza e forza a Evelyn, ma anche questo aspetto è trattato con superficialità e banalità, come se l'autrice si rivolgesse ad un bimbo raccontandole una splendida favoletta per non fargli conoscere le bruttere del mondo. Idgie odiosa. Pieno di cliché, assolutamente sconsigliato.

    ha scritto il 

  • 4

    Una lettura leggera, tenera eppure profonda perché tocca con leggerezza temi importanti quali la Grande Depressione americana, il razzismo verso i neri, l'omosessualità, la depressione. Mentre leggi t ...continua

    Una lettura leggera, tenera eppure profonda perché tocca con leggerezza temi importanti quali la Grande Depressione americana, il razzismo verso i neri, l'omosessualità, la depressione. Mentre leggi ti sembra di essere parte di questa piccola e accogliente comunità dove ognuno trova il proprio spazio e la propria serenità. Caldamente consigliato quando ci si sente un po' giù e senza speranza.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Questo libro mi ha davvero colpita ed emozionata moltissimo. Mentre leggevo era come se anche io entrassi a far parte della comunità di Whistle Stop e mi sono dispiaciuta tantissimo quando infine ho s ...continua

    Questo libro mi ha davvero colpita ed emozionata moltissimo. Mentre leggevo era come se anche io entrassi a far parte della comunità di Whistle Stop e mi sono dispiaciuta tantissimo quando infine ho scoperto che è stata gradatamente abbandonata.
    Questo libro non è assolutamente come me lo aspettavo! Purtroppo ho visto prima il film (ma non avrei saputo dell'esistenza del libro senza di esso, quindi non avrei potuto farne a meno D:) e questo mi ha tolto un po' l'elemento sorpresa, dato che a un certo punto l'autrice vuole metterti il dubbio su chi avesse poi ucciso il marito di Ruth, però non mi ha assolutamente tolto il piacere della lettura, anche perché il libro è molto più ricco e i personaggi più approfonditi.
    I temi trattati sono anche piuttosto pesanti (razzismo, femminismo, lutto, violenza domestica), ma vengono trattati con la semplicità di chi la racconta (la dolce vecchietta Ninny) e la scrittrice è così abile da riuscire ad adattare la propria scrittura alla personalità della voce narrante, lasciandone comunque intatta una certa profondità.
    Viene anche trattata l'omosessualità, dato che Idgie e Ruth diventano di fatto una coppia dove il ruolo del "marito" lo ricopre la prima, mentre la delicata Ruth è la moglie, però è tutto talmente velato talmente semplice da essere perfetto.

    ha scritto il 

  • 5

    "C'è qualcos'altro che devi sempre ricordare. Ci sono persone magnifiche su questa terra, che se ne vanno in giro travestite da normali esseri umani. Non scordarlo mai, Stump, hai capito?" Il ragazzo la guardò negli occhi. "Va bene, non lo scorderò."

    Splendida lettura ! Sento già la mancanza di tutti gli abitanti di Whistle Stop e di un passato che non c'è più ma che mi sembra di aver vissuto. In un libro così brioso vengono trattati temi quali il ...continua

    Splendida lettura ! Sento già la mancanza di tutti gli abitanti di Whistle Stop e di un passato che non c'è più ma che mi sembra di aver vissuto. In un libro così brioso vengono trattati temi quali il razzismo verso i neri, l'omosessualità, la grande depressione americana, il femminismo, la depressione, la violenza domestica... E addirittura un omicidio! Eppure il tono leggero, ironico e scanzonato nulla tolgono alla profondità della trama e all'intensità dei sentimenti dei personaggi. Qualche passaggio più malinconico non ha potuto fare a meno di commuovermi.
    Credo che questo sarà uno dei libri che più consiglierò di leggere.

    ha scritto il 

  • 5

    Un libro in grado di immergerti pienamente nelle sue atmosfere, con personaggi indimenticabili e descrizioni accuratissime. La storia corre veloce grazie alla scrittura della Flagg che riesce a dare q ...continua

    Un libro in grado di immergerti pienamente nelle sue atmosfere, con personaggi indimenticabili e descrizioni accuratissime. La storia corre veloce grazie alla scrittura della Flagg che riesce a dare quel tocco di leggerezza che pervade il romanzo. Il tema trattato principalmente è la malinconia per i tempi andati, ma qui viene trattata sotto un nuovo punto di vista che dona a questo sentimento qualcosa di positivo. Insomma un bel libro leggero e ben riuscito.

    ha scritto il 

  • 4

    Chi non è mai stato cullato da Ninny dovrebbe correre subito ai ripari. Scorrevole e piacevole la lettura di questo libro, tra le storie di Whistle Stop. Idgie, Big George, Grady, Dot Weems e Wilbur s ...continua

    Chi non è mai stato cullato da Ninny dovrebbe correre subito ai ripari. Scorrevole e piacevole la lettura di questo libro, tra le storie di Whistle Stop. Idgie, Big George, Grady, Dot Weems e Wilbur sono solo un piccolo e, allo stesso tempo, grande esempio... ^^

    LaFra.

    ha scritto il 

  • 5

    E ti vien proprio voglia di mangiare pomodori verdi fritti!

    Non si tratta solo della storia di una comunità. Si tratta di rivivere, insieme ad ogni personaggio che ne abbia fatto parte, la storia della comunità di Whistle Stop. E, proprio come quando si rivivo ...continua

    Non si tratta solo della storia di una comunità. Si tratta di rivivere, insieme ad ogni personaggio che ne abbia fatto parte, la storia della comunità di Whistle Stop. E, proprio come quando si rivivono i ricordi, la memoria salta avanti e indietro nei luoghi e nei tempi. Ed è tutto così piacevole ma malinconico, proprio come quando si rivivono i ricordi.

    ha scritto il 

  • 4

    atmosfera indimenticabile

    confesso che ho fatto un po' fatica, all'inizio, a leggere questo libro...probabilmente perché, avendo visto il film, conoscevo già la storia. da un certo punto in poi, però, sono completamente entrat ...continua

    confesso che ho fatto un po' fatica, all'inizio, a leggere questo libro...probabilmente perché, avendo visto il film, conoscevo già la storia. da un certo punto in poi, però, sono completamente entrata nell'atmosfera dell'Alabama degli anni '30, desiderando fortemente essere lì, proprio come accade a Evelyn. La narrazione va avanti su diversi piani, attraverso i racconti di Ninny che, da buona vecchietta adorabile, ci racconta questa storia con dei salti temporali che ci lasciano con l'acquolina in bocca... Nel libro ritroviamo temi molto seri e pesanti, quali il razzismo, l'omosessualità, il suicidio assistito, che sono alla base della storia, ma non la appesantiscono, anzi, la rendono più profonda. questo è un libro che vola via leggero, che ti trasporta in altro mondo; ed è proprio questo che chiedo ad un libro. 4 stelle su 5. non dò un punteggio pieno perché trovo che alcuni passi non rientrino bene nella trama mentre avrei preferito che venissero più approfonditi i caratteri di alcuni personaggi. ma è un libro che consiglio assolutamente a chi abbia voglia di evadere e di conoscere un'incantatrice di api.

    ha scritto il 

Ordina per