Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Por trece razones

By

Publisher: Ediciones Ámbar

3.8
(806)

Language:Español | Number of Pages: 223 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) English , Italian , Catalan , Swedish , German , French

Isbn-10: 8493678449 | Isbn-13: 9788493678449 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: Mass Market Paperback

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Teens

Do you like Por trece razones ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Clay Jensen es un adolescente como cualquier otro que encuentra una misteriosa caja sin remitente dirigida a su nombre. El contenido no es otro que una serie de cintas de grabación que parece haberle enviado Hannah, una compañera de clase que no hace ni dos semanas que se ha suicidado. A pesar del desconcierto que supone volver a oír la voz de Hannah, Clay descubrirá que él es una de las trece personas escogidas para escuchar su historia, en la que se detallan las trece razones por las cuales ha decidido poner fin a su vida. ¿Qué razones son esas y que tiene que ver él con ellas? A lo largo del día, Clay se irá obsesionando con las grabaciones y hasta recorrerá la ciudad con un mapa que ella misma le ha proporcionado. Hannah irá desgranando poco a poco su vida en un intento de poner de manifiesto no sólo las consecuencias, grandes o pequeñas, de las cosas que hacemos y que cambian el mundo, sino de las que por miedo o inseguridad dejamos de hacer.
Sorting by
  • 3

    Una historia que nos muestra cómo puede afectar el Bullyng en las personas, y como deberíamos ser conscientes de como tratamos a los demás, porque todo tiene consecuencias.

    http://lepetitmondedelivres.blogspot.com.es/2014/11/por-trece-razones.html

    said on 

  • 2

    Trece excusas para no luchar

    Llevaba mucho tiempo queriendo leer este libro y tenía unas expectativas bastante altas, y quizá por eso le pongo dos estrellas y no tres, por lo mucho que me ha decepcionado. Tras leer algunas reseñas y las primeras páginas creí que se convertiría en uno de esos libros que recomendaría a la gent ...continue

    Llevaba mucho tiempo queriendo leer este libro y tenía unas expectativas bastante altas, y quizá por eso le pongo dos estrellas y no tres, por lo mucho que me ha decepcionado. Tras leer algunas reseñas y las primeras páginas creí que se convertiría en uno de esos libros que recomendaría a la gente... Pero ahora ya no.

    En realidad, el título "Por trece razones" ni siquiera se ajusta al contenido de la novela. Personalmente creo que "12 Encuentros Desapacibles" habría sido menos impactante, pero más acorde a la realidad.

    Y es que ni nos da trece razones del por qué hizo lo que hizo, ni nos cuenta ninguna experiencia traumática más allá de la dura adolescencia que le permitan justificarse. Simplemente nos muestran a una chica pesimista que se toma cualquier pequeño detalle como algo personal y la prueba de que no tiene control sobre su vida (cómo si alguno lo tuviéramos...) y busca excusas (la 12a es casi hasta difícil de creer) para no ver esas otras pequeñas cosas que hacen bonita la vida y te animan a seguir adelante.

    said on 

  • 5

    Too heavy for reading, but once you started, you cannot stop but read. As one of the praises says, "...never has a page-turner so difficult to read. This may sound like a criticism, but in fact it's a compliment..."


    Reflection: Everyone has a share in the tragedy of tragedy, including th ...continue

    Too heavy for reading, but once you started, you cannot stop but read. As one of the praises says, "...never has a page-turner so difficult to read. This may sound like a criticism, but in fact it's a compliment..."

    Reflection: Everyone has a share in the tragedy of tragedy, including the victim - so look before you leap. Never do anything that leaves yourself guilty and regretful.

    said on 

  • 3

    Il giudizio su questo libro va diviso tra contenuto e forma.
    L'idea di fondo è buona: il collage di responsabilità che portano a un gesto estremo, ogni piccolo avvenimento che ha contribuito con una tessera del mosaico a portare Hannah al suicidio. Hannah per spiegarlo ha lasciato ai "colpevoli" ...continue

    Il giudizio su questo libro va diviso tra contenuto e forma. L'idea di fondo è buona: il collage di responsabilità che portano a un gesto estremo, ogni piccolo avvenimento che ha contribuito con una tessera del mosaico a portare Hannah al suicidio. Hannah per spiegarlo ha lasciato ai "colpevoli" tredici lati di audiocassetta dove spiega per filo e per segno i collegamenti: dal ragazzo che ha mentito su di lei garantendole una reputazione da lettera scarlatta, al professore che non ha saputo aiutarla.

    L'idea è buona, la trama funzionerebbe, MA. Ma le audiocassette sembrano più che altro lettere, lo stile non rispecchia in modo credibile il parlato; in più sono intervallate dai pensieri di Clay, l'unico "buono" -che è già poco plausibile che sia stato inserito tra i destinatari del j'accuse. In più la scrittura è molto semplice, fin troppo...

    Avrebbe potuto avere un altro risultato considerate le premesse, invece rimane nell'assoluta mediocrità. Aspettavo da molto di leggerlo e alla fine mi ha delusa.

    said on 

  • 2

    O.o

    Sinceramente... non ho mollato il libro solo perché era davvero molto breve e speravo che alla fine mi avrebbe fatto cambiare idea... Ovviamente no. Sarà che non è proprio il mio genere, ma... non so proprio che cosa farne di questo libro.

    said on 

  • 1

    Oh no. I didn't like the book. I've found it really bad written. I enjoyed the concept, but that's all. It was too muddler. I mean I couldn't understand when there was Hanna/Clay's thought.

    said on 

  • 3

    idea originale, incuriosisce e cattura il lettore, però secondo me vengo trattati gli argomenti in maniera piuttosto superficiale, non si entra nel dettaglio. Inoltre abbiamo ascoltato la storia di Hannah filtrata dai pensieri di Clay, praticamente il ragazzo perfetto: su di lui non gira nessun p ...continue

    idea originale, incuriosisce e cattura il lettore, però secondo me vengo trattati gli argomenti in maniera piuttosto superficiale, non si entra nel dettaglio. Inoltre abbiamo ascoltato la storia di Hannah filtrata dai pensieri di Clay, praticamente il ragazzo perfetto: su di lui non gira nessun pettegolezzo cattivo, si comporta da gentiluomo, sempre e comunque. Sarebbe stato più intrigante vedere la reazione dei vai personaggi più coinvolti, come il primo ragazzo, Zach, il prof o la ragazza di cui ora mi sfugge il nome! peccato.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    2

    Lo spunto era interessante e l'espediente narrativo di simulare il reale processo di ascolto di un'audiocassetta si è rivelato carino... ma di fondo il libro è piuttosto deludente.
    La naturale tenerezza che si potrebbe provare per Hannah Baker, morta suicida a causa della pressione delle persone ...continue

    Lo spunto era interessante e l'espediente narrativo di simulare il reale processo di ascolto di un'audiocassetta si è rivelato carino... ma di fondo il libro è piuttosto deludente. La naturale tenerezza che si potrebbe provare per Hannah Baker, morta suicida a causa della pressione delle persone che la circondano, svanisce molto in fretta, sostituita dalla rabbia per aver buttato via la vita in una maniera tanto leggera, tra l'altro incolpando tutti quelli che secondo lei avevano colpa della sua fine tranne la persona che ne ha la vera responsabilità: Hannah Baker, che prima non ha avuto la forza di lottare, poi non è riuscita a fare la cosa giusta, in seguito si è tramutata nella bugia che dicevano di lei ed alla fine non ha voluto salvarsi nonostante le siano stati lanciati più salvagenti a cui aggrapparsi. Mi dispiace: non ho provato pietà per la protagonista di questa agonia ma piuttosto rabbia, quindi il massimo che posso concedere a questo libro è il beneficio del target a cui è rivolto, un pubblico di cui non faccio più parte ed al quale, in ogni caso, sconsiglierei la lettura di questo libro.

    said on 

Sorting by