Post Office

La biblioteca di Repubblica-Novecento, 33

Voto medio di 4.257
| 367 contributi totali di cui 326 recensioni , 38 citazioni , 1 immagine , 2 note , 0 video
Henry Chinaski, alter ego largamente autobiografico di Charles Bukowski, è uno strano tipo di postino: si abbandona tutte le notti a grandi bevute e prolungati amplessi, ma alle cinque del mattino è puntualmente nel suo ufficio postale ad ... Continua
Ha scritto il 25/06/17
Ottimo per chi vuole cominciare a leggere Bukowski
Mi sa tanto che io e Bukowski siamo in rottura.Ormai è già il suo terzo libro che leggo e sì, i temi sono sempre i soliti, le battute grosso modo le medesime, e non mi emoziona più come all'inizio che c'era un po' il fattore sorpresa e quindi ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 05/03/17
IL GIRONE DELL' INFERNO DEI POSTINI? L.A
I libri più belli che ho letto non li ho cercati ma li ho letti per caso. E’ così che io e post office ci siamo incontrati in maniera casuale . E’ buffo che in tutte le recensioni che ho fatto fino adesso su questo sito, per la maggior parte ..." Continua...
Ha scritto il 07/11/16
Seguo paolo r
Per caso entro in un gruppo per recensire un libro di Paolo Roversi, poi per caso leggo gli aforismi del vecchio Buk, per curiosità cerco e leggo Questo POST OFFICE. Si legge come se stessi ascoltando Buk seduto davvero al tavolo di un bar tra un ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 29/09/16
Lavorare per vivere?
"Bisognava riempire più moduli per licenziarsi che per farsi assumere"E' il primo libro di Bukowski e, nel mio caso, anche il primo che leggo di questo scrittore, di cui avevo sentito parlare senza aver mai fatto il passo di avvicinarmi alla sua ..." Continua...
Ha scritto il 14/07/16
Questo, fino ad ora, è il più bel libro di Bukowski che abbia mai letto!Sarà che in passato ho lavorato come postino, quindi mi sono ritrovato in tantissime situazioni da lui descritte, ma finalmente ho trovato in questo libro non la solita auto ..." Continua...

Ha scritto il Jun 12, 2017, 12:43
Qualunque stronzo è capace di trovarsi uno straccio di lavoro; invece ci vuole cervello per cavarsela senza lavorare. Qui la chiamiamo l'arte di arrangiarsi. E io voglio diventare maestro in quest'arte.
Pag. 51
Ha scritto il Oct 04, 2016, 23:10
Bisognava riempire più moduli per licenziarsi che parsi assumere (Cap. VI, pos 2549)
Ha scritto il Oct 04, 2016, 23:10
Passavo i fine settimana a bere per dimenticare (Cap. VI, pos 2384)
Ha scritto il Oct 04, 2016, 23:09
Tornai a sedermi. Undici anni! E non avevo in tasca un soldo in più di quando avevo cominciato (Cap. VI, pos 2374)
Ha scritto il Oct 04, 2016, 23:08
Il solo momento di solitudine della tua giornata, Chinaski, pensai, è quando torni in macchina dal lavoro (Cap. IV, pos. 1970)

Ha scritto il Nov 07, 2016, 15:16
C.B.
C.B.

Ha scritto il May 19, 2017, 13:36
813.54 BUK
Ha scritto il Apr 19, 2016, 08:13
813.54
BUK 16842
Letteratura Americana

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi