Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Prenditi cura di lei

By Kyung-sook Shin

(526)

| Paperback | 9788854504233

Like Prenditi cura di lei ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

È una bella giornata quella in cui Park So-nyeo lascia il suo paese, in una regione contadina, e si avvia a Seul per far visita ai figli. Ha dedicato loro tutta la sua esistenza, cercando di proteggerli dalle avversità della vita e, ora che è un'anzi Continue

È una bella giornata quella in cui Park So-nyeo lascia il suo paese, in una regione contadina, e si avvia a Seul per far visita ai figli. Ha dedicato loro tutta la sua esistenza, cercando di proteggerli dalle avversità della vita e, ora che è un'anziana signora, vorrebbe che i figli le restituissero almeno una piccola parte del grande amore che ha nutrito per loro. A Seul c'è una metropolitana immensa con tredici linee e milioni di viaggiatori ogni giorno. In un'affollata stazione avviene l'irreparabile. Park So-nyeo si perde. Potrebbe servirsi della segnaletica per ritrovare la strada oppure telefonare ai figli o al marito. Potrebbe, ma c’è un problema, un grave problema: Park Son-nyeo soffre di una malattia che i figli ignorano... l'alzheimer. Alla notizia della scomparsa della madre, la figlia, una giovane e bella scrittrice, viene presa da un'ansia irrefrenabile che la spinge a porsi domande mai formulate prima: che ne sa lei, ragazza istruita della grande città, della sua vecchia madre confinata e abbandonata in un paesino, come una parente di cui vergognarsi? Che ne sa dei suoi improvvisi mal di testa? Che ne sa del fatto che è stata costretta a farsi leggere da un'amica il libro che lei ha scritto? Il figlio non regge l'attesa. Esce e va a distribuire la foto di sua madre alla gente per strada. «Perché non sono andato a prenderla alla stazione?» si chiede. «Perché non sono diventato l'avvocato che lei voleva io fossi? Perché io, che sono la luce dei suoi occhi, non ho badato a lei, non l'ho accudita e amata fino in fondo come lei ha amato me?» Il marito si rende per la prima volta conto che sua moglie si è sempre occupata silenziosamente, tenacemente, quotidianamente di lui, ma non è mai avvenuto il contrario. E lei, Park So-nyeo, girovaga per le strade senza meta, finché non scorge un funesto segno della sua fine: l'immagine della propria madre defunta. «In tutta la mia vita», dice «ho sempre avuto il disperato bisogno di una madre».

142 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 2 people find this helpful

    ... prima che sparisse, passavi le giornate senza pensare a lei...

    Ci ho messo un po' per apprezzare questo libro, almeno fino a quando ho capito che non era una storia piacevole da leggere, come molte altre, ma una lezione di vita su quelli che sono gli affetti familiari e la nostra tendenza a trascurarli fino a qu ...(continue)

    Ci ho messo un po' per apprezzare questo libro, almeno fino a quando ho capito che non era una storia piacevole da leggere, come molte altre, ma una lezione di vita su quelli che sono gli affetti familiari e la nostra tendenza a trascurarli fino a quando ci viene brutalmente ricordato che non dobbiamo dare nulla per scontato. L'ultima frase di questo libro è stato un pugno nello stomaco. Non mi riesce dirne molto di più...

    Is this helpful?

    Dannyella said on Oct 10, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Quasi nulla giunge inaspettato, se uno presta attenzione alle cose.

    Anche se tristi le storie ricche di sentimento sono sempre belle perchè mi fanno riflettere; sul tempo che passa, le occasioni perse, cose non dette o non fatte. Nella mia vita per fortuna non ho grossi rimpianti, qualche dispiacere penso sia normale ...(continue)

    Anche se tristi le storie ricche di sentimento sono sempre belle perchè mi fanno riflettere; sul tempo che passa, le occasioni perse, cose non dette o non fatte. Nella mia vita per fortuna non ho grossi rimpianti, qualche dispiacere penso sia normale, ma almeno non do mai nulla per scontato.
    Quello che non ho apprezzato del libro è invece lo stile un po' noioso, l'uso della seconda persona che a mio avviso non aiuta il coinvolgimento.

    Fino al momento in cui hai capito che avresti potuto non rivederla mai più, lei era come un albero tenace: un albero che dura nel tempo, a meno che non sia tagliato o strappato via.

    Is this helpful?

    Mari said on Oct 1, 2014 | 3 feedbacks

  • 5 people find this helpful

    Quasi nulla giunge inaspettato, se uno presta attenzione alle cose

    Una storia che lascia il segno, che fa riflettere molto e che ho difficoltà a commentare in questo momento della mia vita. Un solo pensiero, non avere rimpianti e godere appieno delle persone che ci sono vicine per non dover mai dire che è troppo tar ...(continue)

    Una storia che lascia il segno, che fa riflettere molto e che ho difficoltà a commentare in questo momento della mia vita. Un solo pensiero, non avere rimpianti e godere appieno delle persone che ci sono vicine per non dover mai dire che è troppo tardi.

    A volte la vita è straordinariamente fragile, ma certe vite sono paurosamente forti

    Is this helpful?

    CriSting said on Sep 2, 2014 | 3 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Straniante

    Scomparsa, svanita ad una fermata della metropolitana.
    Non era solo una donna anziana, era una madre e, come in uno specchio rotto, la sua vita si compone di tanti piccoli frammenti che la deformano e raccontano facendola diventre un'estranea attra ...(continue)

    Scomparsa, svanita ad una fermata della metropolitana.
    Non era solo una donna anziana, era una madre e, come in uno specchio rotto, la sua vita si compone di tanti piccoli frammenti che la deformano e raccontano facendola diventre un'estranea attraverso gli occhi dei figli e del marito.
    Di come l'assenza, la mancanza, possano espandersi e riempire ogni spazio.

    Is this helpful?

    Michelle said on Aug 9, 2014 | 3 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    No: ci ho provato, ma non funziona. Io abbandono
    Lento, noioso, storia triste, in più la scelta di scrivere in seconda persona singolare la trovo difficile da apprezzare. Forse non é il momento giusto per leggere questo libro, forse ci riprovo in inv ...(continue)

    No: ci ho provato, ma non funziona. Io abbandono
    Lento, noioso, storia triste, in più la scelta di scrivere in seconda persona singolare la trovo difficile da apprezzare. Forse non é il momento giusto per leggere questo libro, forse ci riprovo in inverno....forse

    Is this helpful?

    binario7 said on Aug 4, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Una madre è buona per cento figli ... ah, signora mia!

    Mah! In confronto Cuore è un manuale per teppisti.
    No, a parte gli scherzi, questo libro è di una noia mortale, per come è scritto e per quello che dice.

    Is this helpful?

    Gioia said on Jul 30, 2014 | 2 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book