Preparativi di fuga

Voto medio di 23
| 16 contributi totali di cui 6 recensioni , 10 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Prigionieri di un universo in cui nessuno è di casa, come i due personaggi di questo libro smarriti in una palude che si stende a perdita d’occhio sotto la cappa impenetrabile del cielo, viviamo estranei alla nostra vita, scambiandoci le stesse battu ...Continua
Kavanero1
Ha scritto il 21/03/13
Lars Gustafsson Preparativi di fuga Iperborea Tema: mondo sotterraneo Il guardiano del mondo sotterraneo vuole un dono per lasciarti passare, e il dono può essere qualsiasi cosa. Dalle parti di Austin, nel Texas dove vive Lars Gustafsson, può essere...Continua
Occhi di velluto
Ha scritto il 21/03/12
Dovrei scrivere qualche riga a proposito di questo libro. Dire che sta proprio nel titolo, Preparativi di fuga, il senso dei racconti di Gustafsson -e per la precisione in quei “preparativi” che non sono la fuga, ma la speranza della fuga, il pensier...Continua
  • 30 mi piace
  • 3 commenti
Luposelvatico, I...
Ha scritto il 19/03/12
Una collezione di racconti geniali, poetici, spiazzanti, mai banali. Ho adorato in particolare "Thorn", in cui si segue la vicenda di una casa raffigurata, nei secoli, da stampe e rappresentazioni della antica città polacca: un viaggio nel tempo fatt...Continua
  • 3 mi piace
  • 3 commenti
Gengis Cohen
Ha scritto il 01/09/11
"Le lasche imprigionate nel ghiaccio stanno immobili, gli occhi spalancati."
Questi sono tra i racconti più incredibilmente belli che mi sia mai capitato di leggere, in particolare il terzo della raccolta, "Un'isola nella regione di Magora" e l'ultimo, "Il visitatore". Se dovessi classificarne l'autore (e inevitabilmente ridu...Continua
  • 2 mi piace
Gregorioxv
Ha scritto il 18/02/11
Due uomini vivono nel mezzo di una palude sterminata, in condizioni miserevoli e nel più totale abbandono. Non c'è modo di fuggire da tale desolazione: non ci sono mezzi di trasporto, e a piedi serve un giorno di spossante cammino fra gli acquitrini...Continua
  • 2 mi piace

Occhi di velluto
Ha scritto il Mar 18, 2012, 14:41
L'uomo si nutre di morte, e ne rimane avvolto.
Pag. 125
Occhi di velluto
Ha scritto il Mar 18, 2012, 14:39
Allora l'uomo prova un'improvvisa disperazione, un senso d'incertezza e di terrore: gli passa davanti il ricordo di mille giornate grigie d'inverno, tutte uguali. Basse nuvole grigie, un mondo molto piccolo sotto la volta delle nuvole, le ruote dei c...Continua
Pag. 124
Occhi di velluto
Ha scritto il Mar 18, 2012, 14:27
Un'ombra non può a sua volta gettare nessuna ombra.
Pag. 122
Occhi di velluto
Ha scritto il Mar 18, 2012, 13:45
Un chiaro di luna inaspettatamente intenso rese il cammino fra le paludi e gli acquitrini più facile di quanto avessi pensato. Uccelli spaventati spiccavano improvvisamente il volo davanti ai miei piedi nella luminosità debole e chiara.
Pag. 110
Occhi di velluto
Ha scritto il Mar 18, 2012, 10:29
In luglio segue il più delle volte un periodo di piogge. Il cielo si stende basso e plumbeo sull'acqua, gli uccelli gridano e si alzano in stormi quando una barca s'avvicina. Se per tre giorni di fila c'è il sole, incomincia a fare molto caldo, nuvol...Continua
Pag. 91

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi