Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Pretty Little Liars

Pretty Little Liars #1

By

Publisher: HarperTeen

3.5
(518)

Language:English | Number of Pages: 304 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Italian , Spanish , German , French

Isbn-10: 0060887303 | Isbn-13: 9780060887308 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: Paperback , Others , eBook

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Teens

Do you like Pretty Little Liars ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

Gossip thrives amid the Mercedes-Benzes, mega mansions, and perfectly manicured hedges in the exclusive town of Rosewood, Pennsylvania. Behind their big Gucci sunglasses, beneath their perfectly pressed Polos, everyone has something to hide, especially high school juniors Spencer, Aria, Emily, and Hanna. Spencer covets her sister's gorgeous new boyfriend. Aria is having an affair with her English teacher. Emily is infatuated with the new girl at school. And Hanna is using some ugly tricks to stay beautiful. Deeper and darker still is a horrible secret the girls have shared since sixth grade—a secret they thought was safe forever.

Then the girls start receiving threatening messages signed by someone named "A." Could "A" be Alison, the ultra-popular girl who disappeared three years earlier? Alison was their best friend. She knew everything about them. But if Alison isn't "A," who is? And how could anyone else know so much about the bad girls they were and the bad girls they've become? Suddenly, their secrets—the big ones, the little ones, even the long-buried ones—no longer seem so secret. Suddenly, nothing is safe in Rosewood.

Sorting by
  • 4

    Le ragazze sono confuse e nervose dopo il funerale di Alison, ansiose di stoppare “A” e mantenere i loro segreti nascosti. “A” insulta Emily sulla sua sessualità e sui sentimenti che inizia a provare ...continue

    Le ragazze sono confuse e nervose dopo il funerale di Alison, ansiose di stoppare “A” e mantenere i loro segreti nascosti. “A” insulta Emily sulla sua sessualità e sui sentimenti che inizia a provare per Maya. Hanna è forzata da “A” a raccontare a Naomi e Riley i suoi disordini alimentari ed è sconvolta che il suo ex ragazzo, Sean, sta cercando di avere una relazione con Aria. Aria, che vede ancora Ezra in segreto, si trova davanti ad una scelta per colpa di “A”, liberarsi di Meredith o rivelare il segreto di suo padre. Spencer copia un vecchio tema della sorella Melissa per un compito, e in seguito “A” racconta alla sorella che Spencer sta frequentando in segreto il suo ex ragazzo Wren.
    Primo romanzo della lunga serie(alcuni libri ancora inediti in Italia) che ha ispirato la serie tv Pretty Little Liars.
    Ho cominciato a leggere i romanzi dopo aver visto appunto la serie tv e devo dire che il telefilm è fedele al primo volume del libro.
    Sicuramente un genere young adult, però la storia ricca di mistero e l'identità di A quasi impossibile da indovinare, rendono questa saga molto interessante.

    said on 

  • 1

    2/10

    [Recensione cumulativa per i libri da 1 a 5 della serie]
    Il lato positivo di questa serie è che si fa leggere d'un fiato: ogni capitolo impila assurdità su assurdità, come nella miglior tradizione del ...continue

    [Recensione cumulativa per i libri da 1 a 5 della serie]
    Il lato positivo di questa serie è che si fa leggere d'un fiato: ogni capitolo impila assurdità su assurdità, come nella miglior tradizione delle soap opera trash, e presto ci si ritrova invischiati in una spirale travolgente di omicidi, bugie, ricatti, ritorni dalla tomba, autolesionismo, arresti, tradimenti, party liceali, amore omosessuale, complotti, ubriacature, sveltine in bagni odorosi di piscio e tutto ciò che rende la vita del teenager medio come rappresentato da Studio Aperto particolarmente divertente da seguire. La Shepard ci tiene a mantenere una densità di temi scottanti per pagina pari a quella del nucleo del sole, anche a costo di buttare dentro a badilate senza quasi guardare di cosa si tratta; le coppiette si formano e si rompono in un battito di ciglia, tutti conoscono tutti – e ci vanno a letto, e ci litigano, e gli fanno trovare una testa di cavallo sullo zerbino, e ci vanno a letto di nuovo. Le sottotrame si sprecano, e per la maggior parte finiscono in niente quando la Shepard ne trova una più interessante a cui dedicarsi e, letteralmente, le abbandona di punto in bianco.
    All'inizio del primo volume seguiamo la vita di cinque dodicenni cretinette ricche da far schifo, una prospettiva in effetti non così esaltante; ma ben presto le cinque si trasformano nelle quidicenni deficienti ricche da far schifo che promettevano di diventare, e con un po' di reati penali di mezzo la storia decolla. Tra le protagoniste, degna di nota è sicuramente Aria, la Mary Sue Nuovo Personaggio che ogni singola fanfiction su Harry Potter/One Direction sarebbe orgogliosa di ospitare: special snowflake dalla bellezza esotica, Aria ha trascorso gli ultimi tre anni della sua vita in Islanda e ciò le basta per sentirsi boho-chic dalla testa ai piedi, una donna di mondo sofisticata e decadente come neanche Rimbaud, per cui la volgarità che è l'essenza ultima dell'America è l'inferno in terra. Aria non perde una singola occasione per nominare gli infiniti e meravigliosi viaggi che ha fatto con i soldi di papà, o per ribadire una volta di più la raffinatezza e la cultura dell'Europa rispetto al buco di piscio nel quale si trova in quel momento: che skifo gli squallidi bar amurrikani, quanto meglio si stava a bere vodka alla mela in un bar islandese parlando di “Aspettando Godot” e facendo piedino a un tizio a caso... giusto? Ma ben presto anche la nostra Miss Perfezione Perfetta trova un cavaliere degno di lei, l'ennesimo perfetto sconosciuto raccattato in un bar – ma ehi, si chiama Ezra ha gli occhi cangianti! Dev'essere un Gary Stue, non c'è modo di sbagliare – presto, a slinguare nel bagno sudicio del locale! E quella notte, Aria “si era sentita così pervasa dal pensiero di quanto era successo da dedicare un haiku a Ezra per esprimere i suoi sentimenti”.
    Davvero, potrei vomitare.
    Gli altri personaggi sono talmente una fiera dello stereotipo che non vale neanche la pena di perderci tempo: la lesbica che si veste in maniera mortificante, la mamma che il divorzio rende trasandata e sciatta, il papà incapace di gestire in modo efficace i rapporti interpersonali (più volte), slut shaming e pubblicità di automobili ogni cinque pagine. Quanto allo stile di scrittura, a giudicare dalla quantità di spiegoni ad nauseam e alla piattezza dell'esposizione la Shepard deve essersi fermata a pagina 4 del primo manuale di scrittura creativa che le è capitato sottomano – per la precisione, al paragrafo “non descrivere solamente l'aspetto di un luogo ma anche, ad esempio, l'odore che ha”, consiglio che l'ha entusiasmata un po' troppo.

    said on 

  • 2

    Come andare da McDonald's

    L'ho letto dopo aver seguito alcune puntate della serie tv che, pur presentando situazioni del tutto inverosimili (per cui l'incredulità bisogna sospenderla a vita), si fa seguire: merito del buon rit ...continue

    L'ho letto dopo aver seguito alcune puntate della serie tv che, pur presentando situazioni del tutto inverosimili (per cui l'incredulità bisogna sospenderla a vita), si fa seguire: merito del buon ritmo e dei colpi di scena inseriti al momento giusto. Ero curiosa di leggere almeno il primo dei romanzi per vedere "com'è fatto" un prodotto di successo rivolto alle teenager. Gli ingredienti sono: tanti dialoghi e tantissimi inserti pubblicitari (oggetti, scarpe e vestiti sempre rigorosamente firmati, brand famosi e riconoscibili). La scrittura è proprio misera, anzi direi che è proprio scritto male, o al limite tradotto male, non so. La trama, per quanto inverosimile, è complessa e avvince: se alla fine della serie, l'autrice riuscirà a sbrogliare la matassa sciogliendo tutti i nodi..tanto di cappello! In definitiva? Leggere questa roba è come andare da McDonalds: sai che in fin dei conti fa schifo, ma ogni tanto ci vuole.

    said on 

  • 3

    3.5

    La serie televisiva Pretty Little Liars mi ha sempre incuriosito, anche se non ho mai cominciato a seguirla. Come sono solita fare, quando vedo un caso cinematografico di grande successo compro sempr ...continue

    La serie televisiva Pretty Little Liars mi ha sempre incuriosito, anche se non ho mai cominciato a seguirla. Come sono solita fare, quando vedo un caso cinematografico di grande successo compro sempre la versione cartacea, per poi dedicarmi alla trasposizione in film o telefilm (è accaduto con Noi siamo infinito, Twilight, Colpa delle stelle ecc.).
    Ho letto la versione del libro che comprende i primi quattro romanzi assieme, e sono rimasta piacevolmente colpita dall’esito del romanzo. Le tre stelline e mezzo sono la media dei voti dei libri, singolarmente le valutazioni sono di 2,5 (il primo), 3,5 (il secondo e il terzo) e 4 (il quarto).

    Cosa mi è piaciuto

    - Lo stile. Pensavo che, come la maggior parte degli Young Adult, fosse scritto con i piedi, invece mi sono dovuta ricredere. Nonostante lo stile sia comunque molto semplice, non ci sono ripetizioni e le descrizioni sono soddisfacenti.

    - I personaggi. Ho apprezzato l’indagine psicologica di ognuna delle quattro protagoniste. Tutte diverse, tutte particolari, anche se Hanna per hanno ho coltivato un po’ di antipatia. Soprattutto quando non si conosce la storia, inizialmente è un po’ difficile seguire il romanzo e ricordare i collegamenti che ci sono fra i vari personaggi.

    - L’adolescenza. Non dico che i personaggi erano prevedibili, ma comprensibili. Ogni loro scelta è realistica e coerente, e anche se a scrivere il libro è stata un’adulta, si riesce facilmente ad immedesimarsi in questi adolescenti irrequieti. E le quattro magnifiche bugiarde non smettono di comportarsi come ragazze della loro età.

    - I temi trattati. Oltre alle vicende macabre, che sono la parte più importante del romanzo, la Shepard tratta anche altre tematiche tipiche di questo periodo, come l’alcolismo, l’omosessualità (e il razzismo in generale) e il bullismo. Questi argomenti rimangono di contorno, ma non vengono trattati assolutamente con superficialità, seppure in maniera leggera.

    - La suspense. Il libro prende dall’inizio alla fine. Non c’è stato un attimo in cui ho smesso di leggerlo, soprattutto durante la lettura delle ultime pagine. Ho letto tutti e quattro i libri in circa una settimana, ma lo avrei finito molto prima se non fosse stato per la scuola e per mia sorella (lo abbiamo letto entrambe contemporaneamente). I misteri si infittiscono sempre di più, e ad ogni pagina se ne apre sempre uno nuovo. L’autrice ha studiato perfettamente gli avvenimenti passati per rifletterli con destrezza nel presente e collegare davvero in modo geniale qualsiasi situazione.

    Cosa non mi è piaciuto

    - L’età. Diciamo che l’età delle protagoniste mi è sembrata abbastanza ambigua. Quando la vicenda dei messaggi accade, si trovano in terzo superiore, ma tutti i segreti che nascondono si riferiscono ad avvenimenti della seconda media. Ecco, qui ho storto un po’ il naso, perché, dati gli scherzi e le situazioni nei quali le protagoniste, da “bambine”, si sono ritrovate, avrei preferito un’età più avanzata, le ho trovate un po’ troppo piccole per poter pensare e agire in questa maniera.

    - Lo scenario. Il romanzo è ambientato a Rosewood, un quartiere in Pennsylvania apparentemente tranquillo e idilliaco. In questa zona tutti sono perfetti: le ragazze hanno gambe lunghe, abiti alla moda e capelli sempre perfetti; i maschi hanno tutti un viso affascinante e un fisico da urlo. Mi è parso un po’ troppo irreale, come cosa. Non esiste un posto in cui tutti sono così avvenenti... è sereno all’inverosimile.

    - Love stories. Le storie d’amore mi sono sembrate un po’ alla Beautiful. Ci sono ridicoli prendi e molla e situazioni amorose assurde. Fidanzamenti senza né capo né coda e gelosie e tradimenti ad ogni angolo. È l’unica cosa che proprio non ho apprezzato, anche se, fortunatamente, la parte amorosa del romanzo non è uno degli elementi principali, e rimane a far da contorno.

    - La struttura del romanzo. Ho trovato uno spreco la divisione dei vari libri. La saga è formata da tantissimi romanzi, addirittura in America sono arrivati a 15, eppure sono brevi e poco corposi. Penso sarebbe stato meglio unirli a due a due, dividendoli in parti. Il primo libro, per esempio, ha solamente 160 pagine, nella mia versione, ed è abbastanza inutile, non succede nulla. Attaccarlo al secondo sarebbe stata una scelta intelligente.

    Alla fine è stata una bella scoperta questa saga, anche se il problema è che non hanno tradotto oltre il quarto libro e non so come fare per recuperare gli altri!

    said on 

  • 4

    4 libri in 1

    Lettura scorrevole, ma la storia, all'inizio, è molto confusa: brevi capitoli su ogni ragazza, uno in fila all'altro, con un cambio continuo di protagonista. Essendo quattro ragazze, ad ogni inizio ca ...continue

    Lettura scorrevole, ma la storia, all'inizio, è molto confusa: brevi capitoli su ogni ragazza, uno in fila all'altro, con un cambio continuo di protagonista. Essendo quattro ragazze, ad ogni inizio capitolo dovevo fermarmi per "riassumermi" mentalmente la storia della persona di cui si parlava (questa è quella che ha la famiglia....., questa è quella che il fratello....): forse si poteva rendere la lettura un po' più semplice, ho impiegato 2 dei 4 libri per associare velocemente la protagonista del capitolo alla relativa storia! La trama è molto coinvolgente, un continuo colpo di scena, appassionante.

    said on 

  • 3

    Il voto sarebbe 3 stelline e mezza, perché non mi è proprio chiaro se mi sia piaciuto tanto o mi abbia schifata XD
    Al di là di questo, la storia è interessante, mi è capitato di vedere alcuni episodi ...continue

    Il voto sarebbe 3 stelline e mezza, perché non mi è proprio chiaro se mi sia piaciuto tanto o mi abbia schifata XD
    Al di là di questo, la storia è interessante, mi è capitato di vedere alcuni episodi del telefilm (che volevo comunque guardarmi tutto, anche prima di leggere il libro), ma nulla a che vedere col libro... penso.
    Devo dire che l'ho trovato un po' confusionario e che mi ha delusa dal punto di vista della strutturazione della trama: ci sono state ripetizioni varie volte delle stesse cose...more Il voto sarebbe 3 stelline e mezza, perché non mi è proprio chiaro se mi sia piaciuto tanto o mi abbia schifata XD
    Al di là di questo, la storia è interessante, mi è capitato di vedere alcuni episodi del telefilm (che volevo comunque guardarmi tutto, anche prima di leggere il libro), ma nulla a che vedere col libro... penso.
    Devo dire che l'ho trovato un po' confusionario e che mi ha delusa dal punto di vista della strutturazione della trama: ci sono state ripetizioni varie volte delle stesse cose, come se l'autrice non si ricordasse cos'avesse già scritto; i capitoli, alternati per ogni protagonista, mi hanno destabilizzata, perché spesso dovevo ripensare a dov'eravamo rimasti.
    Al di là di alcune difficoltà, la lettura è stata molto rapida, infatti l'ho finito in pochissimi giorni (sarebbe meglio dire notti, visto che lo leggevo la sera prima di dormire).

    Le protagoniste sono interessanti: ognuna ha i propri problemi e i propri segreti, tutte accomunate da un segreto più grande e da un'amica scomparsa che ha segnato la loro adolescenza.
    Sono dubbiosa su alcuni avvenimenti e sull'età che le quattro hanno, quindi prima di esprimermi su questo punto, mi documenterò un po' di più sulle scuole americane =D

    Intanto spero di leggere presto il seguito...

    said on 

  • 4

    Non pensavo sarei arrivata a dirlo ma il telfilm è nettamente migliore del libro! La storia è molto bella e una volta che inizi a leggere difficilmente riesci a smettere ma il modo in cui è scritto è ...continue

    Non pensavo sarei arrivata a dirlo ma il telfilm è nettamente migliore del libro! La storia è molto bella e una volta che inizi a leggere difficilmente riesci a smettere ma il modo in cui è scritto è davvero... deludente. Capisco che è indirizzato ai *giovani* ma lo trovo molto superficiale. E i personaggi, rispetto a quelli del telefilm, sono molto diversi e poco piacevoli, soprattutto Hanna e Spencer. Ali poi è infinitamente meno "stronza" e perde un pò di fascino secondo me. Sono di parte e do 4 stelle ma ne merita di meno.

    said on