Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Prigioniero del desiderio

Di

Editore: Mondadori, I Romanzi Passione

3.3
(42)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 296 | Formato: Paperback

Isbn-10: A000139179 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Romance

Ti piace Prigioniero del desiderio?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
L’affascinante Comte d’Esmond, oggetto del desiderio delle dame e dell’invidia degli uomini, usa le armi della seduzione a proprio vantaggio. Finché non incontra Leila Beaumont: un solo sguardo della ragazza riesce a catturare il suo cuore. Ma Esmond ha parecchi segreti da proteggere e non può permettersi un coinvolgimento sentimentale, nonostante la prospettiva di un’ardente passione…
Ordina per
  • 2

    Ma che delusione!Ho letto diversi libri della Chase ed ero curiosa di leggere La figlia del leone e il seguito Prigioniero del desiderio,invece di una storia emozionante e sensuale ho trovato una storia intricatissima,dovevo tornare indietro per ripigliarmi.Da dimenticare e rileggersi Lord Perfec ...continua

    Ma che delusione!Ho letto diversi libri della Chase ed ero curiosa di leggere La figlia del leone e il seguito Prigioniero del desiderio,invece di una storia emozionante e sensuale ho trovato una storia intricatissima,dovevo tornare indietro per ripigliarmi.Da dimenticare e rileggersi Lord Perfect!

    ha scritto il 

  • 3

    A parte il fatto che ci sono un bel po' di errori,che non so se siano di traduzione o di stampa come scambi di nomi propri e di oggetti,pronomi sbagliati ecc i libro mi è piaciuto molto.Storia carina,anche abbastanza intrecciata(fino all'ultimo si fanno congetture un po' su tutti i sospettati del ...continua

    A parte il fatto che ci sono un bel po' di errori,che non so se siano di traduzione o di stampa come scambi di nomi propri e di oggetti,pronomi sbagliati ecc i libro mi è piaciuto molto.Storia carina,anche abbastanza intrecciata(fino all'ultimo si fanno congetture un po' su tutti i sospettati dell'omicidio fulcro del romanzo) e belli i personaggi:lei non è la solita fanciulla indifesa e lui..bhè..lui mi era già "simpatico" dal libro precedente "La figlia del leone" dove era il"cattivo" di turno,ma in realtà non era di quei cattivi antipatici e odiosi ai quali auguri una brutta fine,ma uno di quei cattivi affascinanti per i quali un po' ti trovi a parteggiare.Quindi mi è piaciuto il fatto che gli sia stato dedicato questo libro e vedere anche cosa ne era stato dei protagonisti dell'altro libro che qui vengono citati.

    ha scritto il 

  • 3

    I protagonisti mi piacciono, lui è un principe"non azzurro" e lei non è certo una mammoletta, quindi mi soddisfano, ma il libro nel complesso non mi ha del tutto convinto, il mistero è talmente intrigato che alla fine credo nemmeno la scrittrice ci capisse più qualcosa!

    ha scritto il 

  • 4

    Esmond è apparso nel romanzo La figlia del Leone nelle vesti del cattivo. Questa è una cosa assai insolita nei libri perché di solito quest’ultimo muore o non lo si vede più nei romanzi successivi. Naturalmente l’autrice lo ha reso ora più maturo (aveva 23 anni all’epoca della sua malvagità mentr ...continua

    Esmond è apparso nel romanzo La figlia del Leone nelle vesti del cattivo. Questa è una cosa assai insolita nei libri perché di solito quest’ultimo muore o non lo si vede più nei romanzi successivi. Naturalmente l’autrice lo ha reso ora più maturo (aveva 23 anni all’epoca della sua malvagità mentre ora ne ha 33) ed inoltre sulla sua strada ha incontrato una persona che gli ha dato una seconda possibilità.
    Mentre Francis Beaumont (marito di Leila) non ha la stessa sorte. Contrariamente al primo della serie che ho apprezzato pochissimo mentre il secondo mi aveva favorevolmente colpito con questo invece sembra di trovarsi davanti a qualcosa di diverso.
    Un giallo intrigante che ti lascia col fiato sospeso fino all’ultima pagina senza avere la più pallida idea del possibile colpevole, una protagonista femminile che si concede (un bacio) solo a metà del libro, un racconto dettagliato delle vicende che hanno visto coinvolto nel passato il protagonista (altre autrici danno solo piccoli accenni), il marito di Leila pur trattandola male sembra avere un lato buono (le ha permesso di fare tante cose).
    Cosa che mi ha colpito è che tutti i protagonisti principali sembrano sentirsi colpevoli (anche se in fondo non hanno fatto niente di così tragico) e fanno di tutto per cercare di “redimersi”.
    La trama è abbastanza articolata:
    Sono contenta che i possibili colpevoli fossero così numerosi (5 per l’esattezza senza contare il vero assassino) e con un movente che portava il lettore a scoprire nuovi segreti sul morto.
    Complessivamente è un buon romanzo: passionale senza essere volgare, scorrevole e per certi versi anche drammatico.

    ha scritto il 

  • 4

    Devo dire non il mio preferito della Chase. Acnhe se le potenzialita' c'erano tutte - Ismal e' davvero un personaggio interessante - trovo che non siano state sviluppate pienamente. Poi alcuni errori di stampa e certi passaggi nella storia che ho trovato molto bruschi, non hanno aiutato la lettur ...continua

    Devo dire non il mio preferito della Chase. Acnhe se le potenzialita' c'erano tutte - Ismal e' davvero un personaggio interessante - trovo che non siano state sviluppate pienamente. Poi alcuni errori di stampa e certi passaggi nella storia che ho trovato molto bruschi, non hanno aiutato la lettura.

    ha scritto il 

  • 3

    Sono stata indecisa fino all'ultimo se assegnargli 2 o 3 stelline, ma alla fine ha prevalso la "cattiveria". Mi sono piaciuti i personaggi, lui è mooolto ambiguo, la trama e l'ambientazione, ma sotto sotto c'era una lentezza e una noia che non mi hanno fatto apprezzare molto il libro in generale, ...continua

    Sono stata indecisa fino all'ultimo se assegnargli 2 o 3 stelline, ma alla fine ha prevalso la "cattiveria". Mi sono piaciuti i personaggi, lui è mooolto ambiguo, la trama e l'ambientazione, ma sotto sotto c'era una lentezza e una noia che non mi hanno fatto apprezzare molto il libro in generale, non dimenticando poi i numerosi errori di traduzione, cosa che ultimamente mi capita di trovare spessissimo.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Le mille e una notte...so hot!

    Immaginatemi in piedi sul divano che come una gasata da stadio ululo per la sagacia dell'autrice! E poi il bel tenebroso del romanzo è niente po-po' di meno che un principe di origine Albanese con tanto di pantaloni a sbuffo... Insomma un capolavoro orientale inquadrato in una Londra dell'800 dov ...continua

    Immaginatemi in piedi sul divano che come una gasata da stadio ululo per la sagacia dell'autrice! E poi il bel tenebroso del romanzo è niente po-po' di meno che un principe di origine Albanese con tanto di pantaloni a sbuffo... Insomma un capolavoro orientale inquadrato in una Londra dell'800 dove le donne cercano l'emancipazione lavorativa e affettiva. Non è il classico romanzetto strappa-lacrime da nausea da carie dentali. La protagonista ce la mette tutta a restire alla tentazione ( quando io fin dalle prime pagine squotevo la testa e urlavo: ma buttati!!): Insomma alla Chase va dato un premio per la seduzione metodica di Ismal ai danni di Leila che per forza di cose non può che ritrovarsi persa in una passione incredibile e sensuale per un uomo che promette le più incredibili notti d'amore. Da non sottovalutare è l'intreccio del thriller e dell'indagine che coinvolge i due amanti.
    Io l'ho letto durante il travaglio... è tutto dire!
    Giuria di Qualità: 9

    ha scritto il 

  • 0

    Poteva essere una lettura piacevole, anche se un po' confusionaria, ma è stata rovinata dai numerosi errori: articoli sbagliati, nomi invertiti, un orecchino che diventa un anello (!!!)

    ha scritto il