Prima che il gallo canti

Voto medio di 529
| 46 contributi totali di cui 22 recensioni , 22 citazioni , 0 immagini , 2 note , 0 video
Prima che il gallo canti è un titolo che allude al tradimento di se stessi e dei propri ideali che entrambi i protagonisti dei due lunghi racconti scontano con un continuo e inappagato bisogno d'amore.
Ha scritto il 11/09/17
Lo scacco di Pavese
In un modo o nell'altro entrambi i racconti descrivono bene il disagio della vita di Cesare Pavese, quel senso di attesa, indecisione e sospensione che alla fine divenne troppo anche per lui da sopportare.Sia l’ingegnere Stefano che il professor ...Continua
Ha scritto il 17/11/15
Due romanzi brevi: Il carcere e La casa in collina
La casa in collina mi è parso più completo, intenso dell'altro. L'io narrante Corrado (facile scambiarlo con un alter ego di Pavese - il lettore dovrebbe documentarsi se non è già specialista in letteratura del secondo novecento) si definisce ...Continua
Ha scritto il 02/08/15
Il carcereL’opera è di ispirazione autobiografica. Lo stesso Pavese, fu condannato al confino tra l’agosto del 1935 e la primavera del 1936 dal Fascismo per motivi politici. Pavese viene infatti arrestato per antifascismo e frequentazione di ...Continua
Ha scritto il 28/10/13
Esasperante solitudine.
I due racconti del romanzo sono l’intreccio di due solitudini ed il bilancio della loro esistenza in cui si evidenzia, nonostante la disperata ricerca di amore, una sorta di avversione e di disprezzo verso il genere femminile. In entrambi, ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 23/02/13
in un titolo del <> leggo "bacio alla francese" allora leggo avido tutto l'articolo cercando altri particolari succosi e piccanti e deliziosi invece niente ma va' va', va' a farti il sugo alla bolognese va' va' dicevo ...Continua

Ha scritto il Mar 01, 2012, 08:49
Da "La casa in collina"Mi pareva di avere riaperto una stanza,un armadio dimenticati,e d'averci trovata dentro la vita di un altro,una vita futile,piena di rischi.Ed era questo che avevo scordato.Il giovane che viveva quei giorni,il giovane ...Continua
Pag. 3
Ha scritto il Mar 01, 2012, 08:45
Da "Il carcere" Voleva esser solo,rintanato.[...]Sentiva parti di se stesso in balia altrui.
Pag. 2
Ha scritto il Mar 01, 2012, 08:44
Da "Il carcere" Non sapeva di aprirgli per mezzo di quel foglio le porte di preziose fantasie,mettendolo in rapporto con un'esistenza lontana,impenetrabile se non da lui che vi riconosceva se stesso.
Pag. 1
Ha scritto il Jun 27, 2011, 20:01
Ci sono giorni in questa nuda campagna che camminando ho un soprassalto: un tronco secco, un nodo d'erba, una schiena di roccia, mi paiono corpi distesi.
Pag. 259
Ha scritto il Jun 27, 2011, 20:00
Ma ho visto i morti sconosciuti, i morti repubblichini. Sono questi che mi hanno svegliato. Se un ignoto, un nemico, diventa morendo una cosa simile, se ci si arresta e si ha paura a scavalcarlo, vuoi dire che anche vinto il nemico è qualcuno, che ...Continua
Pag. 258

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Apr 21, 2016, 13:55
853.9 PAV 4662 Letteratura Italiana
Ha scritto il Nov 17, 2015, 11:37
Contiene due romanzi brevi: Il carcere (1938-39) e La casa in collina (1947-48)

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi