Prima del gelo

Il primo caso di Linda Wallander

Di

Editore: Mondadori (Omnibus)

3.6
(851)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 415 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Spagnolo , Francese , Catalano

Isbn-10: 880450935X | Isbn-13: 9788804509356 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Carmen Giorgetti Cima

Disponibile anche come: Paperback , Altri , eBook

Genere: Criminalità , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Prima del gelo?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Agosto 2001. Un uomo fa la consueta passeggiata serale con il cane intorno aun lago, nel sud della Svezia, quando scorge all'improvviso degli strani grumidi materia che bruciano sull'acqua. Con grande orrore scopre che si tratta dicigni a cui sono state intrise le ali di petrolio prima di dar loro fuoco. Duesettimane dopo l'orrore si ripete. L'ispettore Kurt Wallander comincia adindagare. Con lui c'è sua figlia Linda, che da lì a due settimane prenderàufficialmente posto nella polizia. Inizia così un'inquietante serie di eventiche rischia di far terminare la carriera di Linda nella polizia prima ancorache sia iniziata.
Ordina per
  • 4

    Tentato passaggio di consegne tra lo stanco Wallander e la figlia che per qualche motivo non ha avuto seguito, l'ho divorato come gli altri della serie e non l'ho trovato affatto inferiore.

    ha scritto il 

  • 5

    Mi è piaciuto davvero tanto. Il penultimo che avevo letto era muro di fuoco che avevo trovato veramente troppo lento. Poi Piramide che racconta la vita da poliziotto di Wallander fino al primo libro c ...continua

    Mi è piaciuto davvero tanto. Il penultimo che avevo letto era muro di fuoco che avevo trovato veramente troppo lento. Poi Piramide che racconta la vita da poliziotto di Wallander fino al primo libro che è Assassino senza volto.
    Non mi ritrovo con le recensioni di altri lettori. Il personaggio di Linda non mi risulta antipatico anzi. È veramente la figlia di Wallander. Testarda come lui. Insomma non vedo l'ora di iniziare a leggere il prossimo libro.

    ha scritto il 

  • 5

    Primo libro e primo libro letto di Mankell, pagine che scorrono via davanti agli occhi con un ultimo soffio di gelo, una scrittura diretta che cattura subito, senza particolari, ci sono scrittori che ...continua

    Primo libro e primo libro letto di Mankell, pagine che scorrono via davanti agli occhi con un ultimo soffio di gelo, una scrittura diretta che cattura subito, senza particolari, ci sono scrittori che di un particolare riescono a scriverti 10 pagine ma non Mankell, lui và dritto al punto, come la maggior parte degli autori nordici, a me piacciono tutti e 2 gli stili, sia chi ci gira intorno e sia chi và dritto al punto. la storia del primo caso della figlia di Wallander, il famoso personaggio di Mankell, mi è piaciuta proprio tanto e avrei già voglia di rileggere degli animali brutalmente bruciati e della donna orrendamente mutilata lasciata in una capanna che non lascia certo indifferente uno tra i migliori investigatori svedesi e tanto meno la figlia che comincia a seguirlo anche se ancora una divisa non ce l'ha. E tutto questo prima del gelo, ma già un altro libro aspetta, un libro che parla di potere e paura nei grandi palazzi, quando sali in alto la caduta è molto più rovinosa, sei disposto a fare qualsiasi cosa per non cadere, qualsiasi, ed'è proprio di questo che stò leggendo ora.

    ha scritto il 

  • 5

    "Ognuno di noi è diverso per gli altri."

    In questo libro di Mankell, la protagonista è la figlia del commissario, Linda, che ha deciso di entrare in polizia.
    La ragazza è impaziente, osserva il padre il più delle volte in modo critico, le se ...continua

    In questo libro di Mankell, la protagonista è la figlia del commissario, Linda, che ha deciso di entrare in polizia.
    La ragazza è impaziente, osserva il padre il più delle volte in modo critico, le sembra di non essere considerata, ascoltata, è impaziente, a volte un po' troppo.
    Il caso non è dei più semplici... "Una religione immersa in un lungo sonno, stordita dalla fede avvelenata che è stata iniettata nelle vene degli uomini, verrà ridestata alla vita."
    Sette, fanatismo religioso, manipolazione, il caso non è dei più semplici per il commissario, preoccupato anche per la partecipazione della figlia.
    ... e poi tante altre cose, i ricordi di questo commissario sempre più stanco, la consapevolezza dello scorrere del tempo, gli amici perduti, gli amori lontani, la malinconia.

    dic. 2014, grazie

    ha scritto il 

  • 3

    Falsi profeti

    Voto tre e 1/3, da riferire più che altro alla prolissità, in quanto è ben scritto e ben orchestrato. La stoffa dello scrittore è innegabile, nulla a che vedere con molti sedicenti casi letterari degl ...continua

    Voto tre e 1/3, da riferire più che altro alla prolissità, in quanto è ben scritto e ben orchestrato. La stoffa dello scrittore è innegabile, nulla a che vedere con molti sedicenti casi letterari degli ultimi tempi. Sul fanatismo religioso non credo valga la pena di dlungarsi; come tragicamente i fatti recenti confermano, è una forma di opportunismo della fede utilizzato per gli scopi più biechi e sanguinari. Nel nome di Dio, dalla notte dei tempi, sono stati perpetrati i peggiori crimini.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per