I racconti contenuti in Prima neve sul Fuji racchiudono una gamma quasi shakesperiana di umori e temi. Kawabata offre una serie di variazioni sulla fragilità dei sentimenti, sulla caducità della bellezza, sulla passione che prorompe torbida e impetuo ...Continua
Gin
Ha scritto il 24/05/17
Particolare
I racconti iniziano in medias res. Leggendoli sembra quasi di trovarsi in una specie di tunnel spazio-temporale (i wormhole della fantascienza) e che, voltando per un istante la testa, si possano scorgere delle scene di vita vissuta, come delle istan...Continua
Siti
Ha scritto il 24/04/17
ACCESSORIO
Nove racconti e un dramma pubblicati nel 1958, vivono di modernità e di tradizione. Il campo prevalente di indagine è il rapporto d’amore, molto spesso incrinato all’interno del matrimonio; sono legami che si svelano o si rilevano per la prima volta...Continua
Chiara Turco
Ha scritto il 14/06/16
vintage made in Japan
"Non è un atteggiamento che ho solo nei confronti degli altri. Non ho riguardi nemmeno per me stesso, rassegnato all'ineluttabilità di ciò che potrebbe colpire all'improvviso anche me, come una tempesta di notte" Kawabata Yasunari "Prima neve sul Fuj...Continua
Francesco Platini
Ha scritto il 26/06/15
Ah, che cosa ineffabile Il presente… In questa vita di rugiada incontrare La gioia di oggi La tristezza di oggi. La forza del passato è insuperabile. Bellezza e tristezza, forse tutti gli scritti di Kawabata dovrebbero intitolarsi come quel suo roman...Continua
Francescarb210
Ha scritto il 14/12/14

Stupendo. Non un parola di pιu' non una di meno per descrivere la perdita, l'invecchiamento, la malinconia struggente dell'amore finito, l'immnanente fine di tutto,


Gardy
Ha scritto il Mar 22, 2014, 10:13
La forza del passato è insuperabile. E il gusto del sabi il fascino del tempo trascorso, può impregnare anche la pietra.
Pag. 98
Gardy
Ha scritto il Mar 22, 2014, 10:11
Come antiche rocce nascoste nei recessi delle montagne, non hanno forse una bellezza che cattura lo sguardo a prima vista, Eppure, ogni volta che una di esse penetrava nel mio campo visivo, la forte bellezza di cui esse erano impregnate si trasmettev...Continua
Pag. 101
Gardy
Ha scritto il Mar 22, 2014, 10:09
Jirō continuava a guardare il Fuji dal finestrino. Poiché Utako appariva terribilmente sciupata, Jirō aveva la tentazione di studiare quella devastazione in ogni dettaglio. Non per crudeltà. Anzi, era spinto da un sentimento di affetto. Ma più in lui...Continua
Pag. 111
Gardy
Ha scritto il Mar 22, 2014, 10:06
I ricordi sono una cosa preziosa, non è vero? La possibilità che gli esseri umani hanno, in qualsiasi circostanza si trovino, di ricordare le cose del passato, è sicuramente una benedizione degli dei.
Pag. 167

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi