Princess of Mars

By

Publisher: Random House USA Inc

3.6
(362)

Language: English | Number of Pages: 30 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian , Spanish , Polish , German , Czech

Isbn-10: 0345331389 | Isbn-13: 9780345331380 | Publish date:  | Edition Reissue

Also available as: Audio CD , Audio Cassette , Hardcover , Library Binding , Others , Mass Market Paperback , eBook

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Sports, Outdoors & Adventure

Do you like Princess of Mars ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Suddenly projected to Mars, John Carter found himself captive of the savage green men of Thark. With him was Dejah Thoris, lovely Princess of Helium. And between them and rescue lay a thousand miles of deadly enemies and unknown dangers.
Sorting by
  • 4

    Prima avventura di Carter su Marte

    Da tempo mi mancava la lettura di un bel romanzo di fantascienza avventuroso e ambientato in un pianeta "alieno": ebbene, l'ho trovato, anche se il pianeta è Marte (potremmo definirlo un nostro vicino ...continue

    Da tempo mi mancava la lettura di un bel romanzo di fantascienza avventuroso e ambientato in un pianeta "alieno": ebbene, l'ho trovato, anche se il pianeta è Marte (potremmo definirlo un nostro vicino di casa, nonostante la distanza sia tanta). In verità avevo visto il film di qualche anno fa, quindi sapevo già la storia e cosa sarebbe accaduto al nostro protagonista, un uomo della Virginia. Ma devo dire che la lettura di questo romanzo mi ha molto coinvolto e ho anche apprezzato lo stile e certi termini ormai desueti (adoro gli scrittori di epoche passate, che ci posso fare?). L'autore è noto per aver creato Tarzan, ma anche questo primo romanzo del ciclo marziano merita tantissimo, quindi recuperatelo se vi piace il genere. Vi garantisco che di fantascienza c'è poco, è soprattutto azione e avventura. Vedrete, non ve ne pentirete!
    L'unica pecca è che non si capisce bene come John finisca su Marte: forse un passaggio invisibile, una sorta di buco nero tra la caverna dove si addormenta e nell'altra marziana dove si risveglia? Non verrà mai spiegato, peccato!

    said on 

  • 3

    l'antesignano del planetary romance, e si sente. tutto il libro è una lunga sequenza di azione in cui il protagonista scopre, combatte, sfida, fugge, conduce. il tutto ambientato su un pianeta marte c ...continue

    l'antesignano del planetary romance, e si sente. tutto il libro è una lunga sequenza di azione in cui il protagonista scopre, combatte, sfida, fugge, conduce. il tutto ambientato su un pianeta marte che in realtà è una trasposizione di un qualunque reame fantastico, nonostante ci siano appigli di pseudoscienza che giustifichino la sua collocazione su un altro pianeta.

    said on 

  • 5

    Veramente bello. Ho conosciuto "Carter" e quindi di conseguenza Edgar Rice Burroughs solamente tramite il film, che è uscito qualche anno fa. Il libro è molto diverso, la trama molto più interessante. ...continue

    Veramente bello. Ho conosciuto "Carter" e quindi di conseguenza Edgar Rice Burroughs solamente tramite il film, che è uscito qualche anno fa. Il libro è molto diverso, la trama molto più interessante. Mi piace lo stile dell'autore, il suo modo di esporre i fatti e le vicende dei personaggi. Consiglio la lettura di quest'opera senza il minimo dubbio. A patto che.. insomma... non consideriate Marte come un pianeta solo da osservare al telescopio o tramite Google Mars.

    said on 

  • 4

    Un eroe, un'avventura

    Mi è piaciuto assai, pur nel genere avventuroso e poco più, questo libro scritto ben un secolo fa, dal famoso scrittore di Tarzan. Non conoscevo questo personaggio (protagonista di un intero ciclo) se ...continue

    Mi è piaciuto assai, pur nel genere avventuroso e poco più, questo libro scritto ben un secolo fa, dal famoso scrittore di Tarzan. Non conoscevo questo personaggio (protagonista di un intero ciclo) se non dall'aver visto il film uscito pochi anni fa, film che mi era piaciuto, sempre nel genere avventura simpatica e senza pretese.
    Non leggerò i vari seguiti, poiché è un po' troppo "leggero" per i miei gusti, ma son contento di essermi fatto un'idea.
    Ah... l'amore è una forza meravigliosa, anche su Marte :)

    said on 

  • 5

    Se trata de un fantástico libro de aventuras donde la acción tiene la intensidad y velocidad que caracteriza (y en este caso incluso llega a superar en ocasiones) este genero literario.
    El autor, con ...continue

    Se trata de un fantástico libro de aventuras donde la acción tiene la intensidad y velocidad que caracteriza (y en este caso incluso llega a superar en ocasiones) este genero literario.
    El autor, con una imaginación envidiable, hace gala de su habilidad desbordante para crear por medio de un lenguaje claro y descripciones sencillas un mundo complejo lleno de animales y paisajes muy reales.

    La novela está relatada en primera persona, los capítulos son cortos (lo que le da velocidad al relato).

    La parte de los "adelantos científicos" se suple con ficción muy imaginativa, sin embargo es preciso recordar que fue escrito en 1912 (aunque no se nota).

    Este libro supone el comienzo de una de las sagas más famosas de Burroughs (después de Tarzán). En esencia: aventuras en estado puro.

    said on 

  • 5

    meglio del film

    Ero un po' restio a leggere questo volume dopo aver visto il film di recente. Ma ero momentaneamente senza letture e non posso fare a meno di qualche pagina la sera.
    Come mi stavo sbagliando... Fin da ...continue

    Ero un po' restio a leggere questo volume dopo aver visto il film di recente. Ma ero momentaneamente senza letture e non posso fare a meno di qualche pagina la sera.
    Come mi stavo sbagliando... Fin dalle prime pagine mi sono reso conto che la storia narrata nel libro, seppur a grandissime linee sia quella del film, è molto diversa, non dico più o meno avvincente, ma una cosa è certa, il film è "liberamente tratto da".
    Molti elementi della pellicola sono stati inventati di sana pianta e la sequenza degli eventi è stata decisamente interpretata.
    Molto molto molto bello. Da leggere e da vedere entrambi.

    said on 

  • 3

    una lettura piacevole

    nella sua ingenuita', la serie di john carter e' ancora una lettura piacevole, basta non pretendere una profondita' che non puo' essere trovata qui.

    said on 

  • 4

    100

    Ho scoperto che questo libro è stato pubblicato nel 1912...e sono rimasta basita..sono passati 100 anni!!! ed ora c'è anche un film..

    lo leggo e si ammetto che si sente un pò..si parla di cowboy,india ...continue

    Ho scoperto che questo libro è stato pubblicato nel 1912...e sono rimasta basita..sono passati 100 anni!!! ed ora c'è anche un film..

    lo leggo e si ammetto che si sente un pò..si parla di cowboy,indiani,fucili etc. e mi ricorda molto Giulio Verne.

    La storia parla di <John che per sfuggire a degl indiani che hanno teso un'imboscata al suo socio mentre stava andando a formalizzare il ritrovamento della loro vena d'oro. Si ritrova così in una caverna dove il suo corpo giace per terra come morto e lui si ritrova su Marte.

    molto carino davvero..c'è avventura con un pò di storia d'amore.

    l'ho trovato fresco, senza pensieri, un bel libro di avventura come solo i libri di inizio secolo possono essere e per questo l'ho adorato! sarà che i libri di fantascenza retrò (se così li possiamo definire) mi piacciono parecchio..sono un pò nostalgica di questi libri semplici, pieni di buone maniere con morale e soprattutto dove si legge la semplice avventura..è difficile spiegarlo..bisogna leggerli per capire di cosa si sta parlando..perchè noi siamo abituati a robot, a guerre intersellari, alieni che invadono mondi..e qui non c'è niente di tutto questo..c'è l'uomo\ mostro con il suo carattere i suoi problemi le sue paure, la sua forza e ocn questo affornta tutte le avversità che gli si parano davanti.

    spero solo che il film sia all'altezza..ma ci spero poco..ma non si sa mai!

    said on