Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Prom Nights from Hell

By

Publisher: HarperCollins Publishers Inc

3.0
(1492)

Language:English | Number of Pages: 304 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Spanish , Italian , Portuguese , French

Isbn-10: 006125309X | Isbn-13: 9780061253096 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Others , eBook

Category: Romance , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like Prom Nights from Hell ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description

In this exciting collection, bestselling authors Meg Cabot (How to Be Popular), Kim Harrison (A Fistful of Charms), Michele Jaffe (Bad Kitty), Stephenie Meyer (Twilight), and Lauren Myracle (ttyl) take bad prom nights to a whole new level—a paranormally bad level. Wardrobe malfunctions and two left feet don't hold a candle to discovering your date is the Grim Reaper—and he isn't here to tell you how hot you look.

From angels fighting demons to a creepy take on getting what you wish for, these five stories will entertain better than any DJ in a bad tux. No corsage or limo rental necessary. Just good, scary fun.

Sorting by
  • 1

    malo

    malo lo ley hace años y no me acuerdo de nada pero me dije a mi misma que no lo leería de nuevo porque malo no es, es lo siguiente!!!

    said on 

  • 3

    Carino, niente di speciale. Tre racconti su cinque non hanno un finale, sarebbe carino se venissero allungati e terminati. Il racconto di Kim Harrison - Medison Avery l'ho trovato interessante, ma anche in quello mi piacerebbe dargli un finale più dettagliato. Quello di Michele Jaffe, tutto somma ...continue

    Carino, niente di speciale. Tre racconti su cinque non hanno un finale, sarebbe carino se venissero allungati e terminati. Il racconto di Kim Harrison - Medison Avery l'ho trovato interessante, ma anche in quello mi piacerebbe dargli un finale più dettagliato. Quello di Michele Jaffe, tutto sommato come finale ci stava.

    said on 

  • 2

    Acquisto deludente

    Avevo appena finito di leggere L'Ospite (consigliatissimo) e avendo già letto l'intera saga di Twilight andavo in cerca di qualche altro prodotto della Meyer per portare avanti "l'idillio di lettura", alla Feltrinelli trovai questo.


    Idillio non spezzato, ma proprio mandato in frantumi. ...continue

    Avevo appena finito di leggere L'Ospite (consigliatissimo) e avendo già letto l'intera saga di Twilight andavo in cerca di qualche altro prodotto della Meyer per portare avanti "l'idillio di lettura", alla Feltrinelli trovai questo.

    Idillio non spezzato, ma proprio mandato in frantumi.

    Se non fosse stato per il nome della Meyer molto probabilmente non l'avrei mai comprato. Raramente considero sprecati dei soldi spesi in libri, ma questa sottospecie di raccolta di storie brevi veramente me la sarei risparmiata. Tanto poco mi piacquero i vari racconti che a sprazzi ricordo solo quello della Meyer, e nemmeno nei dettagli. Insomma, se proprio siete curiosi non lo comprate, limitatevi a prenderlo in prestito.

    said on 

  • 4

    Le quattro stelle sono per il racconto di Stephenie Meyer che mi è piaciuto molto e quello di Meg Cabot, anche scorrevoli nella lettura. Gli altri tre sinceramente non li ho finiti, non mi sono piaciuti.
    Lo consiglio solo per quei due.

    said on 

  • 3

    Raccolte

    Un libro che racchiude 5 brevi racconti, alcuni dei quali veramente affascinanti. Il finale di essi è sempre in sospeso e ti lascia immaginare liberamente in tuo finale come lo preferisci. Questo stile può piacere perchè può diventare personale, oppure può infastidire per la mancanza di un finale ...continue

    Un libro che racchiude 5 brevi racconti, alcuni dei quali veramente affascinanti. Il finale di essi è sempre in sospeso e ti lascia immaginare liberamente in tuo finale come lo preferisci. Questo stile può piacere perchè può diventare personale, oppure può infastidire per la mancanza di un finale del tutto concreto. della stessa serie avevo letto Amori infernali che devo ammettere,mi è piaciuto di più di Danze dell'inferno, ma anche i racconti contenuti in questo volume sono ben strutturati e leggeri, per chi non ha voglia di intrattenersi in una lettura difficile, ma lo stesso emozionante.

    said on 

  • 2

    Libro creato a scopo commerciale, mettere in grassetto il nome della Meyer è stata una grande mossa pubblicitaria dato il fenomeno mediatico della saga di Twilight.
    Peccato che il libro non sia stato solo scritto da lei, ma da altre 4 "scrittrici". Si tratta di una serie di brevi racconti i ...continue

    Libro creato a scopo commerciale, mettere in grassetto il nome della Meyer è stata una grande mossa pubblicitaria dato il fenomeno mediatico della saga di Twilight.
    Peccato che il libro non sia stato solo scritto da lei, ma da altre 4 "scrittrici". Si tratta di una serie di brevi racconti incentrati sul fantasy.
    E' una piacevole lettura per chi non parte con grandi aspettative (come invece ha fatto la sottoscritta ed infatti ne è rimasta alquanto delusa)
    Perciò vi consiglio, se volete leggerlo, di non acquistarlo ma scaricare il pdf.

    said on 

  • 2

    Zizzia:

    Dico solo che il racconto "migliore" (notare le virgolette! ahahahahahha perchè è tutto relativo..) è quello della meyer.


    praticamente la protagonista è questa diavolessa da 4 soldi (infatti ancora non c'ha le corna) il suo compito è quello di diffondere il male alle feste da ballo, quando ...continue

    Dico solo che il racconto "migliore" (notare le virgolette! ahahahahahha perchè è tutto relativo..) è quello della meyer.

    praticamente la protagonista è questa diavolessa da 4 soldi (infatti ancora non c'ha le corna) il suo compito è quello di diffondere il male alle feste da ballo, quando lo fa le esce il fumo dalle orecchie, tipo tubo di scappamento.
    I suoi malvagi obiettivi però vengono fermati da un giovane con gli occhi cerulei che risponde al nome di Gabriel Michael Christensen, detto Gabe.
    I due si innamorano mentre ballano un lento.
    Della Meyer avevamo già apprezzato le sue doti di grande stilista, infatti questa la veste con un abitino rosso di pelle di cerbero (che se ben ricordo dalla divina commedia che era??? un cane?? giusto?? ahahahahaha) una vera sciccheria!!

    said on 

Sorting by