Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Proprio quella notte

Di

Editore: Einaudi (Stile libero, 814)

3.9
(100)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 227 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8806147005 | Isbn-13: 9788806147006 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Laura Noulian

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature

Ti piace Proprio quella notte?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un uomo viene ucciso, con un colpo d'arma da fuoco, mentre si trova in fila ad uno sportello bancario, un altro viene scelto per scrivere il referto autoptico di un uomo che non è ancora morto. Una ragazza fa visita al padre colpito da una crisi di nervi e una donna devota va in crisi per la predica del suo insistente fratello. Un padre rimane bloccato con il figlio sulla strada in mezzo ad una tormenta di neve la vigilia di Natale e decide di proseguire per raggiungere la propria moglie in un viaggio allucinato nella notte americana. Sono alcune delle storie che compongono questo libro di racconti.
Ordina per
  • 0

    Ho inglobato queste tre persone nella mia storia senza sapere niente della loro, proprio come feci quella sera, sognando di essere uno di famiglia. Invece eravamo degli estranei.


    Una serie di racconti molto diversi dallo stile di Carver: le storie, come nella tradizione più classica ...continua

    Ho inglobato queste tre persone nella mia storia senza sapere niente della loro, proprio come feci quella sera, sognando di essere uno di famiglia. Invece eravamo degli estranei.

    Una serie di racconti molto diversi dallo stile di Carver: le storie, come nella tradizione più classica, hanno un finale, a volte addirittura una morale, quanto meno uno scioglimento – che non dev’essere per forza un lieto fine.

    Al di sopra di tutti c’è La catena, il cui titolo ha certamente una doppia chiave di lettura, una sorta di “Babel”, lo splendido e sconcertante film di González Iñárritu, per come gli eventi si connettono e come le scelte dei singoli hanno ripercussioni difficilmente prevedibili.
    E poi Una pallottola nel cervello con la sua descrizione di un attimo, l’ultimo, e una sorta di sarcastico monito ai “grammar nazi”.
    La vittima riporta al dramma del Vietnam mentre L’altro Miller è ambientato tra militari in esercitazione, con un finale che lascia il lettore a chiedersi se la beffa del destino batterà quella del soldato Miller.
    E poi ci sono le lucide analisi di rapporti personali basati sull’ambiguità e sulla manipolazione: Sanità di mente, Emicrania, Proprio quella notte.

    Sono comunque belli tutti i racconti perché Wolff, oscillando tra scuole letterarie che privilegiano la costruzione del personaggio e altre che preferiscono lo sviluppo della trama, è riuscito a realizzare una perfetta operazione di sintesi, portando avanti con grande bravura entrambe le istanze.

    ha scritto il 

  • 5

    Frammenti di vita

    Per scrivere bei racconti brevi ci vuole un talento particolare, indubbiamente Wollf ce l'ha.
    Direi che un livello di questo tipo l'ho trovato solo in Carver.
    Ogni racconto sembra avere come caratteristica la 'lieve deviazione' dall'apparente direzione che sembra avere.
    A confer ...continua

    Per scrivere bei racconti brevi ci vuole un talento particolare, indubbiamente Wollf ce l'ha.
    Direi che un livello di questo tipo l'ho trovato solo in Carver.
    Ogni racconto sembra avere come caratteristica la 'lieve deviazione' dall'apparente direzione che sembra avere.
    A conferma di ciò breve cameo del signor Gurdjieff nel ruolo di un quadro su una parete

    ha scritto il 

  • 3

    Avrei dovuto dare una stella in più a questo libro. Avrei dovuto, perché questi sprazzi di varia umanità sono scritti bene e i tre racconti centrali -l'altro Miller-, -2 ragazzi e una ragazza- e -la catena- sono affreschi di rara potenza narrativa. Alla fine, però, emerge una certa monotonia di f ...continua

    Avrei dovuto dare una stella in più a questo libro. Avrei dovuto, perché questi sprazzi di varia umanità sono scritti bene e i tre racconti centrali -l'altro Miller-, -2 ragazzi e una ragazza- e -la catena- sono affreschi di rara potenza narrativa. Alla fine, però, emerge una certa monotonia di fondo. Wolff a mio parere ha una sua visione precisa dell'umanità. Cambiano, anche radicalmente, i personaggi e le situazioni, ma la morale è sempre lì, invariata. Così già dal secondo, terzo racconto basta l'incipit e capisci subito dove tutto andrà a parare. Una limitazione troppo forte per me.

    ha scritto il 

  • 4

    Era da tempo che non mi imbattevo in racconti così coinvolgenti, interessanti e ben raccontati. Alcuni sono, per me , dei veri capolavori: Smorgasbord, Due ragazzi e una ragazza, Neve fresca, La - vittima, La catena, e ultimo - ma primo per perfezione - Una pallottola nel cervello. Bello stile e ...continua

    Era da tempo che non mi imbattevo in racconti così coinvolgenti, interessanti e ben raccontati. Alcuni sono, per me , dei veri capolavori: Smorgasbord, Due ragazzi e una ragazza, Neve fresca, La - vittima, La catena, e ultimo - ma primo per perfezione - Una pallottola nel cervello. Bello stile e belle storie, da leggere e da rileggere.

    ha scritto il 

  • 0

    "Noi cerchiano delle giustificazioni sempre con lo stesso scopo, per mostrare l'esistenza di un conflitto fra i nostri principi e i nostri desideri. Ma questo conflitto non c'era stato. I principi contano solo finchè non scopri cosa vuoi davvero."

    ha scritto il 

  • 5

    Una raccolta di racconti alla "Carver"

    Leggete il racconto "Neve fresca", uno dei miei preferiti. Un commento qui:

    http://thebooksfactory.blogspot.com/2007/11/proprio-quella-notte-tobias-wolff.html

    ha scritto il 

Ordina per