Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Prova con una storia

Di

Editore: Fabbri

3.6
(22)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 127 | Formato: Altri

Isbn-10: 8845109623 | Isbn-13: 9788845109621 | Data di pubblicazione: 

Genere: Children

Ti piace Prova con una storia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Perché bisogna raccontare le fiabe ai nostri figli? Come bisogna raccontarle? Quali sono gli effetti terapeutici di una fiaba su un bambino? Psicologa e psicoterapeuta, Anna Oliverio Ferraris guida alla scoperta dei gradi poteri e pregi di una forma narrativa antichissima che non ha mai smesso di affascinare, aiutare ed "educare" gli ascoltatori grandi e piccini di tutti i tempi. Il volume è arricchito di numerosi spunti ed esempi di storie da adattare alle esigenze di ogni singolo bambino. Numerosi canovacci per inventare sempre nuovi ed emozionanti racconti.
Ordina per
  • 4

    Le storie sono semplici ma in effetti (per esempio con la storia dei fantasmi) funzionano con un bimbo piccolo di due anni. Peccato ci siano pochissime illustrazioni e nessun colore.

    ha scritto il 

  • 4

    Valide ragioni per riprendere l'antica e sana abitudine di raccontare storie ai bambini

    Il linguaggio metaforico e magico della fiaba consente, da tempi immemorabili, di raggiungere la mente e il cuore dei bambini, di rispondere ai loro quesiti sui temi fondamentali dell'esistenza e del rapporto con gli altri, di offrire modelli accattivanti di comportamento, di "curare" in modo ...continua

    Il linguaggio metaforico e magico della fiaba consente, da tempi immemorabili, di raggiungere la mente e il cuore dei bambini, di rispondere ai loro quesiti sui temi fondamentali dell'esistenza e del rapporto con gli altri, di offrire modelli accattivanti di comportamento, di "curare" in modo lieve le loro paure e insicurezze.

    "Per secoli, anzi millenni, gli adulti hanno raccontato ai bambini delle storie per intrattenerli, divertirli ma anche per trasmettere loro dei messaggi che potessero aiutarli a crescere e a capire il mondo. E i bambini hanno sempre accolto queste storie con interesse, specialmente quando rispondevano alle loro curiosità, al bisogno di trovare dei modelli da imitare, all’esigenza di vivere delle avventure attraverso il gioco dell’immaginazione e delle parole.
    Le storie che da tempi immemorabili si raccontano ai bambini, li accostano agli aspetti piacevoli della vita ma anche a quelli duri e lo fanno in modo da non traumatizzarli. I bambini hanno bisogno che qualcuno dica loro come affrontare i pericoli, come reagire alle minacce, come ritrovare l’ordine quando c’è il caos."

    Ho adorato questo libro, mi ha fatto apprezzare ancora di più il valore delle fiabe facendomi capire che dietro i messaggi espliciti che raggiungono l'intelligenza, ce ne sono altri impliciti che vanno dritti al cuore. Grazie ad un linguaggio metaforico si può così spiegare ai bambini concetti che altrimenti non riuscirebbero a comprendere; ad esempio Prendiamo Cappuccetto Rosso. Ad un primo livello racconta che c’è un lupo cattivo che fa del male ai bambini incauti. Ad un livello “nascosto” allude ad una violenza sessuale (il letto della nonna-lupo). Parlare di violenza sessuale a bambini di quattro, cinque o sei anni non è facile, si rischia di renderli diffidenti nei confronti di tutti gli adulti. E’ importante però metterli in guardia dagli uomini-lupo.
    Le illustrazioni lo avrebbero reso perfetto. Voto: 8/9

    ha scritto il 

  • 2

    niente di troppo entusiasmante...come osservazioni teoriche ci siamo, ma come materiale fiabesco direi di no. Non tutti i temi trattati vengono giocati bene nelle fiabe proposte (tipo la paura della castrazione, la paura del dottore e la questione dei genitori separati). La mancanza di illustrazi ...continua

    niente di troppo entusiasmante...come osservazioni teoriche ci siamo, ma come materiale fiabesco direi di no. Non tutti i temi trattati vengono giocati bene nelle fiabe proposte (tipo la paura della castrazione, la paura del dottore e la questione dei genitori separati). La mancanza di illustrazioni è un altro punto a sfavore: resta solo un manuale di consultazione, una traccia da sviluppare poi in maniera autonoma

    ha scritto il 

  • 3

    Interessante raccolta di storie per bambini a sfondo metaforico, con alcune "pillole" di psicologia del bambino. Il testo è diviso in sezioni dedicate ai più comuni problemi dell'infanzia e suggerisce anche una bibliografia specifica per ogni sezione.

    ha scritto il 

Ordina per