Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Psicologia dei fenomeni occulti

Spiritismo e magia, sonnambulismo e visioni mistiche: lo studio del paranormale e delle sue relazioni con l'inconscio nelle ricerche del grande psicoanalista svizzero

Di

Editore: Newton

4.0
(28)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Tascabile economico

Isbn-10: A000082983 | Data di pubblicazione: 

Genere: Health, Mind & Body , Medicine , Religion & Spirituality

Ti piace Psicologia dei fenomeni occulti?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Leggere questo libro ci permette di distruggere millenni di superstizioni e rimanere ancora più affascinanti dalle capacità delle mente.
    Più che un libro un'esperienza.
    Di non facile lettura per i non addetti ai lavori.

    ha scritto il 

  • 4

    Viaggio nel crepuscolo della scienza

    Jung si addentra, in questo saggio, in una zona impervia per lo studio scientifico come l'occultismo, la lettura del pensiero, la comunicazione coi morti e smaschera i meccanismi psicologici che vi sottendono. Esemplare il caso della signorina S.W., accuratamente osservata da Jung nel corso di al ...continua

    Jung si addentra, in questo saggio, in una zona impervia per lo studio scientifico come l'occultismo, la lettura del pensiero, la comunicazione coi morti e smaschera i meccanismi psicologici che vi sottendono. Esemplare il caso della signorina S.W., accuratamente osservata da Jung nel corso di alcune sedute medianiche.
    Certo va tenuto conto il tempo che ci separa dalla pubblicazione del volume e il fatto che oggidì le scienze in questo campo si avvalgono di strumenti d'indagine ben più sofisticati; tuttavia vale la pena passare in rassegna queste bizzarre curiosità psicologiche e scoprire come già all'epoca il giovane Jung non fosse estraneo all'esplorazione di territori di ricerca così avventurosi.

    ha scritto il