Pulp

Una storia del XX secolo

Di

Editore: Feltrinelli (Universale economica; 1364)

3.8
(4526)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 182 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Portoghese , Francese , Tedesco , Basco

Isbn-10: 8807813645 | Isbn-13: 9788807813641 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Luigi Schenoni

Disponibile anche come: Tascabile economico , Altri

Genere: Narrativa & Letteratura , Umorismo , Mistero & Gialli

Ti piace Pulp?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Depresso, appesantito da una pancia ingombrante, il conto in rosso, i creditori sempre alle porte, tre matrimoni alla spalle, Nick Belane è un detective, "il più dritto detective di Los Angeles". Bukowski gioca con un vecchio stereotipo e vi aggiunge la sua filosofia di lucido beone, il suo esistenzialismo da taverna e un pizzico di cupa, autentica disperazione. I bar, le episodiche considerazioni sul destino, il cinismo, l'ormai sbiadito demone del sesso, il fallimento professioale ed esistenziale, insieme alle mere invenzioni narrative, diventano il "pulp" ('pasticcio') del titolo. Lontano dalle atmosfere tenebrose delle ordinarie follie, un piccolo capolavoro d'ironia, il testamento spirituale di un grande scrittore che non ha mai esitato a immergersi nel degrado della società contemporanea.
Ordina per
  • 4

    Il vecchio Buk è ormai agli sgoccioli e con il suo ultimo libro testamento intende farci conoscere quale sia il suo concetto di vita e di morte e di come sia, a suo parere, inutile affannarsi in ricer ...continua

    Il vecchio Buk è ormai agli sgoccioli e con il suo ultimo libro testamento intende farci conoscere quale sia il suo concetto di vita e di morte e di come sia, a suo parere, inutile affannarsi in ricerche e realizzazioni personali e vivere l'esistenza giorno per giorno. Poiché tutto si compirà alla fine, al momento della dipartita.

    ha scritto il 

  • 5

    Senza senso!

    In questo libro c'è tutto: tutte le ansie dell'uomo del '900, la morte, il sesso, gli alieni... in questo è veramente un storia del XX secolo. Meno di duecento pagine da leggersi tutte d'un fiato, cap ...continua

    In questo libro c'è tutto: tutte le ansie dell'uomo del '900, la morte, il sesso, gli alieni... in questo è veramente un storia del XX secolo. Meno di duecento pagine da leggersi tutte d'un fiato, capitoli corti, linguaggio diretto, dialoghi brillanti e descrizioni azzeccate asciugano lo scritto.
    Tema d'unione è la vicenda e le riflessioni di Nick Belane, "l'investigatore privato più dritto di L.A.", alter ego dello stesso autore, depresso, violento, ma malinconico e - quasi - poetico. Pensieri sulla vita e sulla morte, eventi assurdi, mosche schiacciate senza pietà, accompagnano la sua avventura in mezzo ai casi più strani e apparentemente senza uscita. Forse lui riuscirà a venirne comunque a capo, quando tutto sembra andare male. O forse, l'uomo rivelerà la sua fragilità, perdendosi per delle bazzecole.

    Consigliato a tutti quelli che si sentono un po' tristi. Che questa lettura arrabbiata li faccia sentire meno soli.

    ha scritto il 

  • 3

    Depressivo ma ironico

    Un bel romanzo tra il thriller e il fantasy, capace di mettere a nudo la società odierna, ormai sempre più decadente e depressa, ma con l'ironia di Bukowsky, non uno dei miei autori preferiti, ma ques ...continua

    Un bel romanzo tra il thriller e il fantasy, capace di mettere a nudo la società odierna, ormai sempre più decadente e depressa, ma con l'ironia di Bukowsky, non uno dei miei autori preferiti, ma questo libro è stato piacevole. Letto in soli due giorni. Consigliato solo a chi piace il genere pulp :)

    ha scritto il 

  • 3

    ultimo libro, così così ma funziona

    Storia di un investigatore privato, molto surreale a tratti. All'inizio non mi piaceva granchè, ma andando avanti migliora e ho dovuto leggerlo per forza tutto per sapere come finiva. E' l'ultimo libr ...continua

    Storia di un investigatore privato, molto surreale a tratti. All'inizio non mi piaceva granchè, ma andando avanti migliora e ho dovuto leggerlo per forza tutto per sapere come finiva. E' l'ultimo libro scritto da Bukowski, e si sente. E' come se tutto fosse un po' troppo forzato, una parodia del genere che lo ha reso famoso, come se avesse dovuto scrivere questo libro, forse per soldi. O forse lo ha fatto così per divertimento?
    Comunque ti tiene inchiodato e per questo gli do 3 stelle.

    ha scritto il 

  • 3

    tre e mezzo

    romanzo più maturo e malinconico, a tratti (troppo) surreale, non a caso è l'ultimo scritto da Bukowski prima di morire.
    non male, ma continuo a preferire i suoi lavori più acerbi, uno per tutti Post ...continua

    romanzo più maturo e malinconico, a tratti (troppo) surreale, non a caso è l'ultimo scritto da Bukowski prima di morire.
    non male, ma continuo a preferire i suoi lavori più acerbi, uno per tutti Post Office

    ha scritto il 

  • 2

    Non so cosa mi aspettassi da Bukowski, come prima lettura, ma non questo. Credo mi aspettassi qualcosa di più.
    I tratti surreali non mi entusiasmano, le parti dialogate invece sono forti, quasi realis ...continua

    Non so cosa mi aspettassi da Bukowski, come prima lettura, ma non questo. Credo mi aspettassi qualcosa di più.
    I tratti surreali non mi entusiasmano, le parti dialogate invece sono forti, quasi realistiche, quasi divertenti.
    Quasi, però.

    ha scritto il 

  • 2

    Pulp, molto pulp, pure troppo...

    Di tante cose si sente dire: o si odia o si ama.
    Solo che nel caso di Bukowski è vero.
    Qui la recensione completa di "Pulp": http://bit.ly/1OFQ3nA

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per