Punto Omega

di | Editore: Einaudi
Voto medio di 396
| 105 contributi totali di cui 93 recensioni , 12 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
In una casa isolata nel deserto due uomini discutono della natura del tempo e del significato dell'agire umano nella storia. Discutono e aspettano. Uno, Richard Elster, è un anziano intellettuale per niente pentito dell'appoggio che ha dato al ... Continua
Ha scritto il 27/05/17
Questi fantasmi
Io non lo so. Cosa dire, intendo. Non so cosa dire. E' un racconto lungo che si legge; non mi ha respinto. Ma ho dovuto trovare un modo per sopravvivere al senso che sfuggiva, alla cornice di due capitoli totalmente ermetici, a una trama-nontrama che ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 31/07/16
DELILLO E GLI STILEMI DEL POSTMODERNISMO
[...] Punto Omega (2010) è un brevissimo romanzo, quasi un atto teatrale, filosofico nella sua riflessione su tempo e perdita, privo di un vero plot e veri protagonisti. Secondo DeLillo “mette in scena la coscienza umana che raggiunge lo ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 11/07/16
Massima rarefazione. Praticamente vuoto
Un gelido esercizio intellettuale.Narrazione pretestuosa.Rarefatto.10 elevato alla meno sei Pascal, ossia vuoto spinto.Un contenitore in cui son state buttate con il rallenty frasi d'effetto (riporto solo quelle che sembrano quasi ...Continua
  • 36 mi piace
  • 30 commenti
Ha scritto il 25/02/16
Più che punto omega, punto interrogativo...
Esco da questa lettura con la stessa espressione attonita dell'icona di whatsapp con gli occhi pallati.Stessa sensazione che si prova davanti a quei disegni in cui viene detto, se tieni lo sguardo puntato e fermo, vedrai la composizione ruotare...E ...Continua
  • 28 mi piace
  • 15 commenti
Ha scritto il 02/02/16
Rendition
“Le città sono state costruite per misurare il tempo, per togliere il tempo dalla natura. C'è un eterno conto alla rovescia, diceva. Quando hai strappato via tutte le superfici, quando guardi sotto, ciò che resta è il terrore. E' questo che la ...Continua
  • 29 mi piace
  • 5 commenti

Ha scritto il Dec 07, 2013, 17:41
Dipende da lei. C'è un film russo, un lungometraggio, Arca russa, di Aleksandr Sokurov. Un unico piano sequenza, un migliaio fra attori e comparse, tre orchestre, eventi storici e di fantasia, scene di folla, sale da ballo, e a un certo punto, dopo ...Continua
Ha scritto il Dec 07, 2013, 17:38
Ti dico questo. La guerra crea un mondo chiuso, e non soltanto per quelli che combattono, ma anche per quelli che tramano, gli strateghi. Solo che la loro guerra è fatta di acronimi, proiezioni, contingenze, metodologie.
Ha scritto il Dec 07, 2013, 17:37
Ci vuole un'attenzione estrema per vedere cosa succede davanti a te. Ci vuole impegno, più sforzo, per vedere cosa stai guadando. Era uncantato da tutto questo, dalle profondità che si schiudevano nel movimento rallentato, le cose che c'erano da ...Continua
Ha scritto il Dec 07, 2013, 17:32
In altri posti, ovunque, la mia giornata comincia nel conflitto, ogni mio passo su una strada cittadina è un conflitto, gli altri sono il conflitto.
Ha scritto il Jan 23, 2012, 20:14
"Il tempo reale è privo di significato."
Pag. 117

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi