Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Pura anarchia

Di

Editore: Bompiani (Narratori Stranieri)

3.3
(684)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 171 | Formato: Altri

Isbn-10: 8845259196 | Isbn-13: 9788845259197 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Carlo Prosperi

Disponibile anche come: Tascabile economico , Paperback

Genere: Fiction & Literature , Humor

Ti piace Pura anarchia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Un modesto guardiano notturno riceve pacchi di pubblicità postale, tra cui l'invito a iscriversi a una setta new age. Un famoso brigante indiano decide di rapire una star di Bollywood per chiedere un enorme riscatto e rifarsi una vita. Un tizio entra in un negozio super-moderno di abbigliamento, dove gli offrono abiti tecnologici speciali: alcuni trattengono i cattivi odori, altri sono impossibili da macchiare, altri catturano l'elettricità e permettono di ricaricare automaticamente il telefonino... I vertici della Disney sono scossi da una causa tra manager, Topolino viene chiamato a testimoniare al processo e scopre gli "altarini" di famiglia: Pippo è gay e tossicodipendente, Pluto soffre di gelosia, Paperino ha l'amante, ecc. ecc. "Pura anarchia" segna il ritorno di Woody Allen alla narrativa.
Ordina per
  • 2

    nulla di che, la serie di storielle strampalate da knickerbocker kosher, da vero newyorkese purosangue non reggono alla lettura.

    divertenti anche, ma forse renderebbero di più come minisceneggiature. o anche no.

    ha scritto il 

  • 2

    Alti e bassi rigorosamente kosher

    Alcuni racconti sono incredibilmente geniali.
    Alcuni racconti sono incredibilmente banali.
    Alcuni racconti sono incredibilmente divertenti.
    Alcuni racconti sono incredibilmente sconclusionati.


    Signore e signori, Woody Allen.
    Anzi: signore e signori, il libro scritto da tutti i vari romanzi ...continua

    Alcuni racconti sono incredibilmente geniali. Alcuni racconti sono incredibilmente banali. Alcuni racconti sono incredibilmente divertenti. Alcuni racconti sono incredibilmente sconclusionati.

    Signore e signori, Woody Allen. Anzi: signore e signori, il libro scritto da tutti i vari romanzieri e prosatori e scrittori sui generis che dei film di Woody Allen sono puntualmente protagonisti.

    ha scritto il 

  • 3

    Straordinaria fantasia e situazioni assurde fanno da sfondo ai diciotto racconti del libro.
    Adorabile quello incentrato su di una ditta produttrice di vestiti che mette sul mercato abiti capaci di catturare odori, dotati di capacità rilassanti, con bottiglie d'acqua incorporate e simili. Dissacr ...continua

    Straordinaria fantasia e situazioni assurde fanno da sfondo ai diciotto racconti del libro. Adorabile quello incentrato su di una ditta produttrice di vestiti che mette sul mercato abiti capaci di catturare odori, dotati di capacità rilassanti, con bottiglie d'acqua incorporate e simili. Dissacratorio quello di uno scrittore che per guadagnare decide di scrivere poesie e di venderle su eBay. Divertente quello di Topolino che racconta delle avventure amorose di Paperino e della dipendenza di Pippo dalla droga.

    Tuttavia il Woody regista - attore, che tanto amo ed idolatro, non può essere paragonato al Woody scrittore. Bravo anche lui, per carità. Simpatico ed ironico allo stesso modo ma manchevole di quella gestualità, teatralità e mimica che rendono la sua comicità qualcosa di unico ed inimitabile. Colpisce ma non affonda.

    ha scritto il 

  • 2

    Oddio, l'ho letto solo perchè me l'hanno regalato. Una serie di racconti di cui solo un paio veramente belli e comici, gli altri dimenticati già mentre li leggevo. Vabbè lo perdono e aspetto il prossimo film.

    ha scritto il 

  • 3

    Ritagli di tempo

    Woody Allen è uno scrittore. da sempre. Agli esordi scriveva battute per altri, poi per se stesso. Quindi è passato a scrivere commedie teatrali, poi copioni. E' autore dei soggetti di ciascuno dei suoi film, nonché sceneggiatore. Quindi è difficile dire che scrivere sia il suo hobby: è la sua pr ...continua

    Woody Allen è uno scrittore. da sempre. Agli esordi scriveva battute per altri, poi per se stesso. Quindi è passato a scrivere commedie teatrali, poi copioni. E' autore dei soggetti di ciascuno dei suoi film, nonché sceneggiatore. Quindi è difficile dire che scrivere sia il suo hobby: è la sua professione, altroché. Allora perchè questi raccontini sembrano così leggeri e poco riusciti? Certo, in ciascuno di essi troviamo almeno un'immagine o una gag verbale di alta classe. Certo non ci aspettavamo (?) uno stile alla Groucho Marx, certo Allen hai i suoi annetti e le battute non gli vengono più facili. Ma purtroppo questi racconti sono estremamente simili a quelli che scriveva negli anni '70, ai tempi di Getting Even, Without Feathers & Side Effects. Però sono privi di quelle trovate geniali che spuntavano a quei tempi come funghi dopo la pioggia. Allora, Woody, what for? P.S. Verso la fine c'è qualche pezzo buono. In particolare "Al di sopra della legge, al di sotto del materasso" ha diverse battute azzeccate stile tempi d'oro.

    ha scritto il 

  • 3

    Diciotto racconti, almeno un paio molto belli, un paio discreti, il resto bruttino o niente di che. Per essere scritti bene sono scritti bene, alcuni spunti (il processo Disney, i finti articoli di giornale, il corso un po' pulp per induisti prestigiatori) davvero succosi... ma in generale nulla ...continua

    Diciotto racconti, almeno un paio molto belli, un paio discreti, il resto bruttino o niente di che. Per essere scritti bene sono scritti bene, alcuni spunti (il processo Disney, i finti articoli di giornale, il corso un po' pulp per induisti prestigiatori) davvero succosi... ma in generale nulla va più in là dell'estemporanea trovata. Peccato, perché se tutti i racconti fossero stati all'altezza dei 3-4 migliori, sarebbe stato un libro bellissimo. Da sottolineare come sia assente del tutto o quasi la vena di comicità kosher che contraddistingue buona parte dell'Allen cinematografico.

    ha scritto il