Q

Di

Editore: Mondolibri (su licenza Einaudi)

4.4
(7792)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 643 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Francese , Olandese , Polacco , Ceco

Isbn-10: A000029447 | Data di pubblicazione:  | Edizione 3

Disponibile anche come: Paperback , Tascabile economico

Genere: Narrativa & Letteratura , Storia , Politica

Ti piace Q?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La scheda è stata corretta e non è più doppia.
Ordina per
  • 5

    Di solito non mi piacciono le storie dove un personaggio si trova al centro di tutti gli eventi principali di un'epoca storica, ma devo dire che questo racconto è scritto in modo straordinario! Imposs ...continua

    Di solito non mi piacciono le storie dove un personaggio si trova al centro di tutti gli eventi principali di un'epoca storica, ma devo dire che questo racconto è scritto in modo straordinario! Impossibile non amare i personaggi di questo libro.

    Si legge più facilmente conoscendo i fatti storici, o avendo un buon libro di storia accanto. Devo ammettere di aver imparato molto, visto che a scuola purtroppo non c'è il tempo di approfondire certi argomenti. E allo stesso tempo il libro parla di tematiche attualissime tutt'oggi, il che forse dimostra che la storia si ripete sempre.

    ha scritto il 

  • 3

    Q

    Forse con un bimbo piccolo appena giunto a squassare la mia vita quotidiana, l'imponente Q non era il libro più adatto da affrontare e sicuramente la lettura frammentaria non mi aiuta a tirare le fila ...continua

    Forse con un bimbo piccolo appena giunto a squassare la mia vita quotidiana, l'imponente Q non era il libro più adatto da affrontare e sicuramente la lettura frammentaria non mi aiuta a tirare le fila per scrivere una recensione obiettiva.
    L'impressione è che i beneamati blissettiani siano riusciti a dipingere un grandioso affresco storico, intrecciando le vicende politico-religiose della Riforma e Controriforma alla vita di pochi uomini che quegli sconvolgimenti li hanno vissuti in prima persona, schierati in fazioni opposte.
    Eppure mi sfugge il senso di questo immane sforzo di ricerca storia e creazione letteraria: se da un lato comprendo l'aspra critica contro coloro che, nel corso dei secoli, hanno cavalcato la fede della gente comune deviandola con giochi di potere e interessi personali, dall'altro credo che al libro di Luther Blissett manchi un punto di vista fondamentale per completare la sua visione enciclopedica. Q suggerisce che la religione sia effettivamente oppio per i popoli smerciato da profeti, papi, potenti e regnanti per far muovere gli uomini nella direzione desiderata, ma non indaga in nessun modo la dimensione intima della fede, quella che crea fratellanza e solidarietà, quella che genera speranza e che non si inginocchia di fronte al denaro.

    ha scritto il 

  • 4

    Dopo tanti anni di curiosità per questo romanzo, finalmente l'ho avuto sotto tiro e l'ho letto.
    L'inizio è stato un pò difficile: piuttosto ostico l'intrico di personaggi e vicende, complicato dalla n ...continua

    Dopo tanti anni di curiosità per questo romanzo, finalmente l'ho avuto sotto tiro e l'ho letto.
    L'inizio è stato un pò difficile: piuttosto ostico l'intrico di personaggi e vicende, complicato dalla narrazione che salta qua e là nello spazio e nel tempo, intervallata dalle criptiche lettere di Q (In questa discontinuità si percepisce secondo me che è stato scritto a più mani...)
    La prima parte è molto fosca, caotica e drammatica, ma poi la situazione migliora, si delinea il protagonista e comincia a scorgersi una trama.
    Trama che diviene sempre più complessa e con diversi colpi di scena, più serrati nel finale.
    E si viene così appassionatamente coinvolti dalle avventure del Capitano Gert del Pozzo, poi mercante ad Anversa, poi tenutario di un bordello a Venezia, poi trafficante di libri proibiti, poi profeta anabattista a caccia del suo eterno rivale: Q.
    Un viaggio di circa 40 anni nell'Europa travagliata del 1500: da leggere assolutamente!

    ha scritto il 

  • 4

    In alcuni tratti bellissimo, avvincente come un romanzo d'avventura. In altri momenti noioso nello stile e inutilmente lungo. Nell'insieme un bel libro che manca di profondità ma più che godibile. ...continua

    In alcuni tratti bellissimo, avvincente come un romanzo d'avventura. In altri momenti noioso nello stile e inutilmente lungo. Nell'insieme un bel libro che manca di profondità ma più che godibile.

    ha scritto il 

  • 5

    Stile e ricerca storica maniacale

    "Q" si piazza con facilità tra i tre libri più belli che abbia mai letto. La vicenda, di cui non svelo nulla, ti prende fin dalla prima pagina, vuoi sapere di più del protagonista e lo segui con devoz ...continua

    "Q" si piazza con facilità tra i tre libri più belli che abbia mai letto. La vicenda, di cui non svelo nulla, ti prende fin dalla prima pagina, vuoi sapere di più del protagonista e lo segui con devozione in ogni sua avventura. Ciò che riesce a farti girare pagina anche a notte inoltrata, oltre alla storia, è sicuramente lo stile dei Luther Blisset, qualcosa che si fatica a trovare in giro. Pregevole e unico.
    Altro punto essenziale è la maniacale ricerca storica, con i protagonisti della storia inseriti alla perfezione in un quadro molto più grande, in cui compaiono anche personaggi storici.
    Un libro veramente bellissimo, vertiginoso, uno di quelli che, una volta chiusi, ti fanno pensare che non ne potrai più trovare di simili.

    ha scritto il 

Ordina per