Quaderno d'esercizi per liberarsi delle cose inutili

Di ,

Editore: Antonio Vallardi (I quaderni d'esercizi)

3.3
(12)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 63 | Formato: Copertina morbida e spillati

Isbn-10: 8878873616 | Isbn-13: 9788878873612 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Rossella Franceschini ; Illustratore o Matitista: Jean Augagneur

Genere: Umorismo , Aiuto

Ti piace Quaderno d'esercizi per liberarsi delle cose inutili?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Avete la sensazione che la vostra vita sia invasa dagli oggetti? Vi chiedete se tutto ciò che possedete non vi rubi troppo tempo, denaro, spazio ed energie? Allora avete bisogno di , la vostra casa e la vostra mente. Forse però non sapete come operare e da dove cominciare...
Ordina per
  • 2

    Quaderno molto carino , ma personalmente l’ho trovato ripetitivo perchè ho letto già molto sull’argomento e questo è troppo incentrato su chi ha una famiglia. Quindi inutile nel mio caso.

    ha scritto il 

  • 3

    Mi aspettavo di più, dalle recensioni lette. In realtà molti suggerimenti vanno bene solo per chi è estremamente legato agli oggetti e davvero, quasi a livello patologico, non riesce a liberarsene. No ...continua

    Mi aspettavo di più, dalle recensioni lette. In realtà molti suggerimenti vanno bene solo per chi è estremamente legato agli oggetti e davvero, quasi a livello patologico, non riesce a liberarsene. Non mi ha dato grandi spunti, però mi sono divertita a compilare i test e a pensare "non sono poi messa così male"!

    ha scritto il 

  • 4

    "Liberarmi delle cose inutili mi è facile e mi riempie di energia"

    Il primo passo per liberarmi delle cose inutili l'ho compiuto già decidendo di acquistare questo quadernetto d'esercizi. Rispetto alla mia prima risposta ("ma tanto non ci riuscirò mai e questo libric ...continua

    Il primo passo per liberarmi delle cose inutili l'ho compiuto già decidendo di acquistare questo quadernetto d'esercizi. Rispetto alla mia prima risposta ("ma tanto non ci riuscirò mai e questo libricino sarà l'ennesima cosa inutile in casa mia"), la seconda volta che sono tornata in libreria ho coraggiosamente deciso di portare a casa con me queste paginette d'autoaiuto. E le ho anche lette, con tanto di matita per fare gli esercizi.
    Ho scoperto quello che già sapevo, cioè di non avere un problema d'acquisto compulsivo (sono anti-shopping per costituzione e poi anche per esperienza, avendo vissuto per un breve periodo in una favela) ma di essere incapace di buttare via le cose che potrebbero ancora avere un qualche utilizzo. Sono anti-spreco, e fin lì tutto bene. Basta non accumulare le cose ma procedere celermente verso il mercatino dell'usato, i negozietti delle varie associazioni e così via. Un piccolo problema di temporeggiamento, su cui tutto sommato posso lavorare. Il vero nucleo incandescente del problema è invece l'accumulo delle cose che rappresentano memorie, ricordi, tempi passati (e perciò migliori). Il Quaderno non è una bacchetta magica (...eeeh!) ma ha il pregio di semplificare i grandi problemi. "Mi fido della mia mente per ricordare. Mi libero del passato e vivo nel presente" è il mantra che dovrebbe/potrebbe aiutarmi. In alternativa ho pensato che qualche centinaio di foto digitali prenderanno molto meno spazio degli oggetti concreti che rappresentano e forse serviranno da supporto sufficiente per la memoria, i ricordi e le sensazioni legate - ahimé - agli oggetti. Ora proseguo da brava nello slancio e mi separo da qualche libro, promesso.

    ha scritto il 

  • 4

    oltre il velo di Maya

    Se sperate che questo quadernetto vi guarisca dal disturbo ossessivo compulsivo che inspiegabilmente ha reso la vostra abitazione, e forse anche la vostra vita, una sorta di magazzino delle scorte inu ...continua

    Se sperate che questo quadernetto vi guarisca dal disturbo ossessivo compulsivo che inspiegabilmente ha reso la vostra abitazione, e forse anche la vostra vita, una sorta di magazzino delle scorte inutili, lasciate perdere perché state sprecando i vostri soldi. Tuttavia, ci sono tanta simpatia, spunti interessanti ed un briciolo di saggezza nelle osservazioni degli autori. Essi non vi salveranno dalle vostre manie, ma riflettendo pagina dopo pagina potreste trovare da voi la soluzione migliore al problema, anche se non compare tra i suggerimenti del quaderno. In fondo non è questa la cosa più importante? Capire la strada da percorrere non ha prezzo. E tutte le strade sono diverse, anche quando si tratta di sbarazzarsi del ciarpame esistenziale.

    ha scritto il 

  • 4

    ..che buffo questo quaderno!!!
    Sembra proprio un eserciziario, stesso formato, pagine a quadroni da elementari, disegni strambi, esercizi da fare....se non me lo avessero regalato, non lo avrei mai co ...continua

    ..che buffo questo quaderno!!!
    Sembra proprio un eserciziario, stesso formato, pagine a quadroni da elementari, disegni strambi, esercizi da fare....se non me lo avessero regalato, non lo avrei mai comprato, lo confesso!
    Ma , dato che è qui, sfogliamolo...tanti consigli per liberarsi degli innumerevoli oggetti inutili che sostano nelle nostre case, ( mi verrebbe una battuta cattiva, ma per timore che il commento possa esser letto dalla persona sbagliata, la risparmio:)))
    Liberarsi per :
    1- sapere quello che si ha ( capita di trovare un oggetto che ci eravamo dimenticati di avere!! )
    2- ritrovare le proprie cose ( organizzare scaffali e riordinare a gruppi le cose secondo la loro funzione )
    3- guadagnare tempo e energia!! ( ninnoli buttati e non più da spolverare, riviste già lette via, vestiti due taglie in meno fuori, senza speranza:)))
    Leggendo, mi guardavo intorno nel mio studio : ho una finta anfora romana, un orologio ikea al muro che non funziona più, una scatola di latta con dentro vecchi caricatori di ex cellulari, penne che non scrivono più, vecchie cartoline, depliant d'alberghi.....oggi butto tutto!!
    Continuerò in cucina buttando per prime cose, l'asciuga insalata e il tagliacipolle...mai usati:))

    ha scritto il