Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Quando cadrà la pioggia tornerò

By Takuji Ichikawa

(262)

| Paperback | 9788884519801

Like Quando cadrà la pioggia tornerò ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Takumi e Yuji, un giovane padre e il suo bambino, sono rimasti soli: la dolce Mio, moglie e madre, è morta a soli ventotto anni per una malattia tanto fulminea quanto inspiegabile. Ma prima di andarsene per sempre Mio ha fatto una promessa: Quando ca Continue

Takumi e Yuji, un giovane padre e il suo bambino, sono rimasti soli: la dolce Mio, moglie e madre, è morta a soli ventotto anni per una malattia tanto fulminea quanto inspiegabile. Ma prima di andarsene per sempre Mio ha fatto una promessa: Quando cadrà la pioggia tornerò. E inspiegabilmente, ad appena un anno dalla sua morte, con l'arrivo della stagione delle piogge, una creatura identica a lei, con il suo viso e i suoi occhi, ricompare al loro fianco. Un fantasma, pensa sbalordito Takumi. Ma questa nuova Mio è fatta di carne e sangue, anche se non ha memoria di nulla; così Takumi, pazzo di gioia per quell'assurda, insperata seconda possibilità, decide di raccontarle tutta la loro storia: come si sono incontrati, come è nato il loro amore, come hanno finito per sposarsi... e mentre Takumi racconta, rinnova l'incanto dell'incontro, il magico gemellaggio di due anime, la tragedia della separazione. E il miracolo della ricomparsa di Mio, la sua profezia, il mistero un mistero che Mio scioglierà in un finale capace di piegare il nostro cuore e demolire le nostre certezze.

291 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    ”Serve tempo, sai, per trovare delle risposte” è una riflessione che va oltre il possibile, soprattutto se si è nella necessità di spiegare ad un bimbo l’insolita ‘partenza’ della mamma per un altro e non ben delineato luogo chiamato ”Archi ...(continue)

    ”Serve tempo, sai, per trovare delle risposte” è una riflessione che va oltre il possibile, soprattutto se si è nella necessità di spiegare ad un bimbo l’insolita ‘partenza’ della mamma per un altro e non ben delineato luogo chiamato ”Archivio o Acrivio”, dipende da chi pronuncia questo termine, perché ”Dimenticare è triste.
    Un padre con particolari problemi di sopravvivenza fisica, un figlioletto ignaro della sua condizione, bisognoso dell’amore di entrambi i genitori, una madre ‘irreale’ nella sua breve pseudo-realtà, tra di loro una promessa che sarà mantenuta con l’inizio della stagione delle piogge.
    Realtà e fantasia vanno di pari passo come le contraddizioni che si rivelano necessarie al fine di spiegare e di far comprendere la delicatezza di un presente pieno di ansia nel ricordo di un passato che vuole infondere serenità in due anime in balia di se stesse senza quella insostituibile guida femminile.
    Emergono qui i sentimenti più dolci come la sensibilità che alimenta la fiducia e, quindi, la correttezza che genera la lealtà, il tutto frutto di un’amorevole intelligenza che spinge a superare l’egoismo a fronte di un altruismo costruttivo, valori universali rinnegati da un materialismo imperante.
    Per loro, anche se non con loro, un anziano professore depositario, soprattutto, dei loro pensieri, delle loro speranze e delle loro aspirazioni, perché la vecchiaia è sinonimo di sapienza e saggezza, doti gratuite e insolite che si costruiscono nel tempo e che sanno mantenere e rinnovare i ricordi come se fossero affidati ad un libro.
    E la loro vita, reale o fantasiosa, vivrà in eterno solo nel momento in cui il passato sarà trasformato in parole scritte, le uniche che potranno tener viva la memoria, anche se a volte incerta ed incompleta, del loro irreale eppur vero legame.

    ”Chi non ha ricordi, non può far altro che scrivere del vuoto che serve a non averne

    Is this helpful?

    Gabbiano said on Sep 17, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Tre stelle giusto per la parte finale che risolleva in parte le sorti di un racconto noioso, pesante, stucchevole. La narrazione è eccessivamente "meccanica" e forzata, e per di più spetta ad un protagonista semplicemente idiota. "Takkun" Takumi è un ...(continue)

    Tre stelle giusto per la parte finale che risolleva in parte le sorti di un racconto noioso, pesante, stucchevole. La narrazione è eccessivamente "meccanica" e forzata, e per di più spetta ad un protagonista semplicemente idiota. "Takkun" Takumi è un bambinone di 29 anni, ipocondriaco, immaturo, incapace perfino di notare la differenza tra un completo invernale ed uno estivo, al quale spetta il complicato fardello di fare da padre a Yuji.
    L'unico personaggio effettivamente degno di nota è Mio, moglie di Takumi e madre di Yuji, già deceduta all'inizio della narrazione, alla quale il lettore non potrà che affezionarsi.

    Is this helpful?

    Alexenj said on Aug 28, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Poco a poco...

    Così ti prende questa storia d'amore,ricordi, famiglia e seconde occasioni. Non mi metterò a parlare della trama visto che la quarta di copertina descrive tutto perfettamente,l'importante è sapere che se cercate azione e adrenalina questo romanzo non ...(continue)

    Così ti prende questa storia d'amore,ricordi, famiglia e seconde occasioni. Non mi metterò a parlare della trama visto che la quarta di copertina descrive tutto perfettamente,l'importante è sapere che se cercate azione e adrenalina questo romanzo non fa per voi: si tratta di una vicenda semplice,dolce e scorrevole(io l'ho finito in due pomeriggi,nemmeno interi).
    Il mio voto è 3 *** e mezza :)

    Is this helpful?

    ღ▪єℓℓiє☆ said on Aug 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Una favola dolcissima, un inno all'amore vero, genuino, reale. Un libro per chi ha voglia di serenità.

    Is this helpful?

    Aly said on Jul 7, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ero un pinguino che navigava nel cielo. Salivo su, in alto e ancora più in alto, guidato da lei. Le stelle erano vicine, e da lassù tutta la sporcizia e il sudiciume della Terra, tutte le sofferenze, sembravano i bellissimi motivi di un arazzo. Qu ...(continue)

    Ero un pinguino che navigava nel cielo. Salivo su, in alto e ancora più in alto, guidato da lei. Le stelle erano vicine, e da lassù tutta la sporcizia e il sudiciume della Terra, tutte le sofferenze, sembravano i bellissimi motivi di un arazzo. Questa era la felicità.
    Poi lei morì. E io rimasi semplicemente un pinguino.

    Is this helpful?

    PuccaChan ~ solo ebooks said on Apr 2, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book

Page 21 , 22 , 28 , 41 , 51 , 69 , 75 , 90 , 100 , 104 , 111 , 112 , 197 , 198 , 214 , 225 , 226 , 237 , 248 , 260