Quando gli elefanti piangono

Sentimenti ed emozioni nella vita degli animali

Di

Editore: Baldini Castoldi Dalai

4.1
(60)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 434 | Formato: Altri

Isbn-10: 888089045X | Isbn-13: 9788880890454 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: Scienza & Natura

Ti piace Quando gli elefanti piangono?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Masson accompagna il suo discorso sui sentimenti degli animali, con storie rigorosamente documentate come quella di Koko, la gorilla che comunica con un alfabeto di segni manuali e quando non è osservata, gioca con una casa di bambole. O Alex, il pappagallo, per il quale ogni frase non va solo ripetuta, ma va "interpretata" secondo l'umore del momento. O, appunto, come quella degli elefanti che si fermano a "piangere" sulle ossa dei loro parenti.
Ordina per
  • 5

    Dopo esperienze dirette con gli animali – alcune traumatiche, come l’incontro ravvicinato con un elefante durante la visita in una riserva di caccia nel lontano 1987, altre toccanti e sconvolgenti – J ...continua

    Dopo esperienze dirette con gli animali – alcune traumatiche, come l’incontro ravvicinato con un elefante durante la visita in una riserva di caccia nel lontano 1987, altre toccanti e sconvolgenti – Jeffrey Moussaieff Masson ha svilupato un interesse particolare per i sentimenti degli animali. Per quella vita affettiva ed emozionale che la scienza ancora adesso tende a non riconoscere, mentre le persone comuni invece “non hanno alcuna difficoltà a credere che i loro cani, gatti, pappagalli o cavalli abbiano sentimenti; non soltanto lo credono, ma ne hanno di continuo la prova sotto gli occhi”. Gli animali provano paura, conoscono l’amicizia e l’amore, soprattutto quello materno, come quello dell’elefantessa Ma Shwe, che intrappolata con il suo piccolo di tre mesi in una zona inondata da un fiume tiene a galla il figlio stretto al suo corpo sollevandolo con la proboscide ogni volta che la corrente rischia di trascinarlo via. Gli animali provano afflizione e tristezza, come il falco pellegrino osservato dalla biologa Marcy Cottrell Houle: sicuro dopo, alcuni giorni, di non rivedere più la sua compagna “emette un grido simile al lamento stridulo di un animale ferito, il grido di un essere sofferente” tanto da impressionare ed emozionare la biologa che nei suoi diari scrive “la tristezza del grido era inconfondibile; avendolo udito non dubiterò mai del fatto che un animale possa soffrire emozioni che noi esseri umani riteniamo esclusive della nosttra specie”. Gli animali conoscono la compassione, come l’elefante osservato in Kenya intento liberare un piccolo di rinoceronte rimasto immobilizzato in una pozza di fango. Già Charles Darwin ne L’espressione delle emozioni nell’uomo e negli animali scriveva: “Ma possiamo essere sicuri che un vecchio cane con una memoria eccellente e un po’ d'immaginazione, come dimostrano i suoi sogni, non rifletta mai sui piaceri che ha provato in passato nella caccia?...Chi può dire che cosa provino le mucche, quando circondano e osservano una compagna moribonda o morta?”. Eppure, nonostante tutte queste osservazioni e testimonianze, i più – anche fra gli scienziati – non si dimostrano disponibili a studiare la vita emotiva degli animali, preferendo invece continuare a considerarli come esseri incapaci di provare emozioni, paura e dolore compresi...
    http://www.mangialibri.com/libri/quando-gli-elefanti-piangono

    ha scritto il 

  • 5

    non ho mai messo in dubbio che gli animali provino delle emozioni, anzi...ne sono fermamente convinta!
    questo libro mi ha aperto gli occhi su animali che non conoscevo, anche se nelle prime pagine è p ...continua

    non ho mai messo in dubbio che gli animali provino delle emozioni, anzi...ne sono fermamente convinta!
    questo libro mi ha aperto gli occhi su animali che non conoscevo, anche se nelle prime pagine è poco scorrevole per i miei gusti, nella metà e verso la fine diventa decisamente più interessante!

    ha scritto il 

  • 5

    etologia

    Questo libro mi ha fatto definitivamente capire che se tornassi indietro di quarant'anni, mi dedicherei anima e corpo all'etologia cioè lo studio del comportamento animale . Avevo le qualità giuste pe ...continua

    Questo libro mi ha fatto definitivamente capire che se tornassi indietro di quarant'anni, mi dedicherei anima e corpo all'etologia cioè lo studio del comportamento animale . Avevo le qualità giuste per dedicarmici: pazienza infinita, curiosità , e la giusta dose di pigrizia.

    ha scritto il 

  • 5

    Da leggere,per capire gli orrori e le sofferenze che ogni giorno vengono inflitte agli animali per scopi spesso futili..per chi ancora chiude gli occhi di fronte alla realtà o peggio..

    ha scritto il