Quattro amici

Voto medio di 1528
| 207 contributi totali di cui 174 recensioni , 33 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Moderni moschettieri su uno scassato furgoncino, quattro amici in crisi da maturità si lanciano in un improbabile viaggio per strappare un po' di tempo all'esistenza e riaffermare la propria voglia di ribellione e divertimento. Solo, ventisettenne ...Continua
Ha scritto il 31/03/17
Zingarate
Mi ha lasciato con l'amaro in bocca. Riesce a far riflettere sulle conseguenze delle nostre azioni e sulla fine della gioventú. Le digressioni del buon Solo riescono a colpire le corde dell'anima, alternandosi allo spasso della spensieratezza ...Continua
Ha scritto il 18/07/16
Era da un bel po' di tempo che giravo intorno ai libri di Trueba (già con quel nome da "Casa degli spiriti" la mia benevolenza era irrimediabilmente aggiudicata), alla fine la scintilla è scoccata dopo la visione del suo primo film da regista "La ...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 18/06/16
Interessante
Un libro molto interessante per lo stile fresco e contemporaneo che non cerca di ricalcare i classici (quanto non sopporto i bacchettoni che si scandalizzano per l'uso di parolacce... ma in che mondo vivete? L'importante è saperle dosare, senza ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 31/05/16
Il tema principale del libro è l'amicizia ed è trattato soprattutto dal punto di vista maschile. Il linguaggio, secondo me, è alcune volte troppo volgare. Interessante l'ambientazione nei paesini spagnoli.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 31/12/13
Complimenti. Ad inizio lettura li ho presi per 4 porci schifosi maschi, tra l'altro "normali" (eh si ho molta stima del genere maschile :-) poi però lo scrittore mi ha portata avanti e si può dire che io abbia fatto la loro conoscenza. Mi piace ...Continua
  • 3 mi piace
  • 1 commento

Ha scritto il Dec 16, 2015, 22:15
... questa mia ansia di metter fine a tutto ciò che mi sta vicino e mi è necessario, a tutto ciò che ha l'aria di essere imprescindibile, per dimostrare a me stesso che sono padrone del mio destino.
Pag. 71
Ha scritto il Aug 31, 2012, 22:34
E non sono neanche riuscito ad ammazzare te, con questa mia ansia di mettere fine a tutto ciò che mi sta vicino e mi è necessario, a tutto ciò che ha l'aria di essere imprenscindibile, per dimostrare a me stesso che sono padrone del mio destino.
Ha scritto il Aug 31, 2012, 22:34
Narra una leggenda cinese di due amanti che non riescono mai a unirsi. 
Si chiamano Notte e Giorno. Nelle magiche ore del tramonto e dell'alba 
gli amanti si sfiorano e sono sul punto di incontrarsi, ma non succede mai. 
Dicono che se fai ...Continua
Ha scritto il Aug 31, 2012, 22:33
Credo che la solitudine mi accompagni dal giorno in cui sono nato. Se ne sta lì, rannicchiata, e aspetta che tutti spariscano per manifestarsi, per ricordami che lei non mi abbandona mai.
Ha scritto il Dec 04, 2010, 15:46
Guardai Blas e Claudio seduti vicino a me, e compresi, in un certo senso, che cos'è l'amicizia. È una presenza che non ti evita di sentirti solo, ma rende il viaggio più leggero.
Pag. 241

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi