Quattro anni all'inferno

Di

Editore: TEA

3.7
(193)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 171 | Formato: Altri

Isbn-10: 8878184233 | Isbn-13: 9788878184237 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: L. Perria

Genere: Biografia , Narrativa & Letteratura , Mistero & Gialli

Ti piace Quattro anni all'inferno?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
"Il male sostituisce il bene, l'odio prende il posto dell'amore." Secondoquesta folle ideologia, l'autore, che si cela per ovvi motivi sotto lopseudonimo di Lukas, vive quattro anni della sua vita. A soli 15 anni uncompagno di scuola lo coinvolge in una delle più pericolose sette satanicheeuropee. All'inizio, Lukas vi rimane legato per paura, poi per orgoglio:orgoglio di far parte di un gruppo di prescelti. Alcol, droghe, prove dicoraggio, violenza, orge e perfino sacrifici umani diventano parte della suavita quotidiana. Solo quando riceve un ordine orribile la sua coscienza sisveglia e trova il coraggio di scappare. Ma non finisce qui, perché adesso èsulla loro lista nera... e loro lo vogliono morto.
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    1

    Storia vera? Come no.

    Ma davvero c'è qualcuno che crede che questa sia una storia vera? Sono basita.

    La cosa assurda è che a essere più surreale e campata in aria non è tanto la descrizione dei riti della setta satanica, q ...continua

    Ma davvero c'è qualcuno che crede che questa sia una storia vera? Sono basita.

    La cosa assurda è che a essere più surreale e campata in aria non è tanto la descrizione dei riti della setta satanica, quanto la quotidianità del protagonista.
    Stiamo parlando di un minorenne che vive in un istituto/collegio sotto la tutela dei servizi sociali e va in giro a commettere reati alla luce del sole, senza che né le forze dell'ordine né i servizi sociali intervengano o ne siano anche solo a conoscenza.

    Per capirci, quelli che seguono sono solo alcuni dei tanti episodi assurdi di questa storia.

    Uno
    La setta chiede a Lukas di rinunciare ai sentimenti positivi in favore dell'odio e, per dimostrare la sua devozione, gli viene chiesto di fare del male alle persone che gli sono care. Inizia quindi a picchiare sistematicamente tutti i suoi amici. Nessuno di questi lo denuncia. Ci può stare? Forse si tratta solo di risse da bar in cui nessuno si fa seriamente male e gli amici lasciano correre.
    Questo sino a quando una della vittime si rivela essere la sua migliore amica. Lukas la aggredisce con grande violenza, tanto da procurarle un aborto e lesioni gravissime per le quali non potrà mai avere figli. Ora, non so come funzioni in Germania, ma sono quasi certa che in qualsiasi paese se mandi una persona in ospedale in quello stato e quella persona sa chi sei, ti devi quantomeno aspettare una visita dalla polizia in tempo zero.
    No, Lukas continua la sua vita come sempre. Anzi, il giorno dopo preso dei sensi di colpa si presenta in ospedale e viene semplicemente scacciato dalla madre della ragazza!!! Niente denunce, niente polizia, niente di niente... e stiamo parlando di un minore che vive sotto la tutela dei servizi sociali!

    Due
    Lukas tenta il suicidio rompendo a pugni i vetri dei quadri satanici che aveva appeso alle pareti della sua stanza, distribuendo i vetri sul letto e coricandocisi sopra per morire dissanguato. Tutto questo mentre nella stanza accanto c'è il suo supervisore. Credibilissimo, certo. Il supervisore entra in stanza e trova Lukas in un bagno di sangue, fa intervenire la pòlizia e un medico, Lukas li minaccia tutti con una grossa scheggia di vetro e fugge per strada. I poliziotti lo raggiungono, ma Lukas capisce che per essere lasciato in pace deve fingersi normale, così chiede scusa, si dice dispiaciuto e finisce tutto lì!!! Gli credono e lo lasciando tornare nella sua stanza come se niente fosse!
    È molto credibile che polizia, medico e soprattutto un assistente sociale lascino solo un minorenne ferito che ha appena tentato il suicidio.

    Tre
    Lukas trova il coraggio di confidarsi con uno degli assistenti sociali che lo seguono, racconta della setta e dei suoi orrori, compresi i sacrifici umani.
    E cosa fa l'assistente sociale? Chiede a Lukas di dimostrargli di volerne davvero uscire bruciando tutto quello che ha della setta, comprese le vhs con le registrazioni delle messe nere. Fammi capire, ti hanno appena messo a conoscenza di un'organizzazione criminale e tu invece che correre alla polizia con il ragazzo e con tutte le prove che ha, lo esorti a distruggerle? Eh?!?

    È solo una storiella inventata e pure malissimo.

    ha scritto il 

  • 4

    Caruccio

    Davvero un bel libro che in certi punti risulta troppo macabro, ma comunque tiene viva la voglia di arrivare fino alla fine per scoprirne i "segreti". In quei momenti dubiti del fatto che possa essere ...continua

    Davvero un bel libro che in certi punti risulta troppo macabro, ma comunque tiene viva la voglia di arrivare fino alla fine per scoprirne i "segreti". In quei momenti dubiti del fatto che possa essere una storia vera. Consiglio vivamente a tutti la lettura, a patto che non siate deboli di stomaco.

    ha scritto il 

  • 4

    Terrificante! Questo libro ti tiene incollato, vuoi sapere, vuoi scoprire la storia...anche se devo ammettere che in certi momenti mette quasi paura. Una storia da leggere assolutamente, grazie a ques ...continua

    Terrificante! Questo libro ti tiene incollato, vuoi sapere, vuoi scoprire la storia...anche se devo ammettere che in certi momenti mette quasi paura. Una storia da leggere assolutamente, grazie a questo libro ho scoperto un mondo che nessuno di noi può conoscere. Fa riflettere molto sul mondo che ci circonda.

    Pro: ti appassiona e ti tiene con il fiato sospeso.
    Contro: scritto in piccolo, ho fatto fatica a leggerlo.

    ha scritto il 

  • 3

    Argomento tanto interessante quanto pericoloso.
    E' un po' inverosimile in certe parti e questo mi fa un po' dubitare sia una storia vera a tutti gli effetti.
    Ma niente da ridire, nel complesso non è u ...continua

    Argomento tanto interessante quanto pericoloso.
    E' un po' inverosimile in certe parti e questo mi fa un po' dubitare sia una storia vera a tutti gli effetti.
    Ma niente da ridire, nel complesso non è un così brutto libro.

    ha scritto il 

  • 3

    mah...

    Probabilmente a 14 anni avrei letto e riletto questo libro. Ora sono diventata cinica e diffidente quindi...mi sa di bufala.Ho trovato realiste le parti in cui sottolineava il lavaggio del cervello e ...continua

    Probabilmente a 14 anni avrei letto e riletto questo libro. Ora sono diventata cinica e diffidente quindi...mi sa di bufala.Ho trovato realiste le parti in cui sottolineava il lavaggio del cervello e le intimidazioni che gli adepti subivano, trattamenti riscontrabili un po' in tutti i movimenti religiosi, ma le parti in cui descriveva i rituali...bah...

    ha scritto il 

  • 0

    Un'esperienza vera

    Non me la sento di dare una votazione a questo libro, perché tratta di un'esperienza realmente accaduta. E' agghiacciante quello che viene raccontato, non per il modo o l'atto in sè, ma per il fatto c ...continua

    Non me la sento di dare una votazione a questo libro, perché tratta di un'esperienza realmente accaduta. E' agghiacciante quello che viene raccontato, non per il modo o l'atto in sè, ma per il fatto che sia accaduto sul serio. Vorrei che potesse servire per chi ha passato le sue stesse esperienze.

    ha scritto il 

  • 2

    Lo lessi parecchi anni fa, in epoca adolescenziale.
    Mi ricordo che lo divorai in 2 giorni, forte della mia passione per l'argomento, e che mi colpì per la sua durezza e violenza nel raccontare questi ...continua

    Lo lessi parecchi anni fa, in epoca adolescenziale.
    Mi ricordo che lo divorai in 2 giorni, forte della mia passione per l'argomento, e che mi colpì per la sua durezza e violenza nel raccontare questi ambienti pseudo-satanici.
    Tuttavia mi è sempre stato impossibile reputare vera una storia del genere, a tratti decisamente surreale, e ho sempre avuto l'impressione di un racconto creato ad hoc per stuzzicare menti perverse e malate come la mia, un po' come successe qui in Italia con Melissa P.
    Se la si vede in questo senso, la storia perde decisamente tutto il suo fascino.

    ha scritto il 

  • 4

    "Il male sostituisce il bene, l'odio prende il posto dell'amore." Secondo questa folle ideologia, l'autore, che si cela per ovvi motivi sotto lo pseudonimo di Lukas, vive quattro anni della sua vita. ...continua

    "Il male sostituisce il bene, l'odio prende il posto dell'amore." Secondo questa folle ideologia, l'autore, che si cela per ovvi motivi sotto lo pseudonimo di Lukas, vive quattro anni della sua vita. A soli 15 anni un compagno di scuola lo coinvolge in una delle più pericolose sette sataniche europee. All'inizio, Lukas vi rimane legato per paura, poi per orgoglio: orgoglio di far parte di un gruppo di prescelti. Alcol, droghe, prove di coraggio, violenza, orge e perfino sacrifici umani diventano parte della sua vita quotidiana. Solo quando riceve un ordine orribile la sua coscienza si sveglia e trova il coraggio di scappare. Ma non finisce qui, perché adesso è sulla loro lista nera...e loro lo vogliono morto.

    ha scritto il 

  • 3

    Non è facile giudicare un libro di questo tipo. E' come leggere un servizio delle Iene (ammesso che quello scritto sia vero) con la differenza che luoghi e riferimenti potrebbero essere casuali per pr ...continua

    Non è facile giudicare un libro di questo tipo. E' come leggere un servizio delle Iene (ammesso che quello scritto sia vero) con la differenza che luoghi e riferimenti potrebbero essere casuali per preservare l'incolumità dell'autore

    ha scritto il