Quattro stagioni a Venezia

Voto medio di 2
| 5 contributi totali di cui 1 recensione , 4 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 22/01/09
Questo romanzo in verità non mi ha lasciato quanto atteso. o meglio, si è generata una confusione derivata dall'accavallarsi di fatti, misfatti, persone. tuttavia è su la protagonista principale che ho sempre sorriso col cuore. questo libro è un

Ha scritto il Jan 22, 2009, 14:19
Renata chiuse lentamente la porta del cancello, in maniera da non svegliare il dormiente. Si diresse verso il battello. Rientrava a Venezia per sempre, simile a quella città incapace di lasciare sé stessa, quanto tutte le altre, non si sa perché, ...Continua
Pag. 232
Ha scritto il Jan 22, 2009, 14:18
E lui, osservando il cielo:“Stavolta è davvero autunno, non credi?”Lei guardò lui, che guardava il cielo.“Che cos’è davvero l’autunno?”Lui alzò appena le spalle.“Oh, per quel che ne so io:un filtro giallo e una musica un po’ più ...Continua
Pag. 170
Ha scritto il Jan 22, 2009, 14:18
Era una di quelle limpide mattinate che fanno sembrare Venezia un sogno dimenticato dalla notte prima di andarsene.
Un miraggio mai visto che gli occhi scoprono per la prima volta e che, in cambio, rende nuovamente infantile lo sguardo.
Pag. 208
Ha scritto il Jan 22, 2009, 14:13
Venezia, la sola città reale capace di reggere il confronto con le descrizioni immaginarie di cui la sua poesia era prodiga.
Pag. 11

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi