Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Queen

Il seguito di Radici

Di ,

Editore: Biblioteca universale Rizzoli

3.9
(32)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 659 | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Tedesco , Spagnolo

Isbn-10: 8817202274 | Isbn-13: 9788817202275 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Copertina rigida

Genere: History

Ti piace Queen?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Mentre in "Radici" Haley narrava le vicende del ramo paterno della sua gente,in questo libro, rimasto incompiuto per la sua morte e concluso da DavidStevens sulla base di documenti di lavoro ritrovati, vengono rievocate leperipezie di quello materno, al cui centro spicca la figura di Queen, mulattadalla pelle quasi bianca, frutto della passione tra il possidente Jass Jacksone Easter, una schiava nera. Una saga che si conclude con la comparsa di AlecHaley, il nonno dell'autore.
Ordina per
  • 4

    sorpendentemente bello

    Mi era stato regalato anni fa e abbandonato sullo scaffale della libreria, costratta a casa con l'influenza e non potendo andare in biblioteca ho deciso di leggerlo....non riuscivo a smettere!
    Sul trafiletto all'interno della copertina che riassume il libro parla principalmente di Quenn, in ...continua

    Mi era stato regalato anni fa e abbandonato sullo scaffale della libreria, costratta a casa con l'influenza e non potendo andare in biblioteca ho deciso di leggerlo....non riuscivo a smettere!
    Sul trafiletto all'interno della copertina che riassume il libro parla principalmente di Quenn, in realtà la storia, se faccio bene i conti, inizia dalle "avventure" del nonno in Irlanda e Queen nasce verso pagina 350.
    Parla della colonizzazione degli Stati Uniti (dando spazio anche ai nativi americani), dello schiavismo e della guerra che ne ha decretato la fine, il tutto in una forma romanzata scorrevole e avvincente.

    ha scritto il 

  • 3

    Storia vera polpettonizzata, cosa voglio di più dalla vita? In realtà manca un po' di approfondimento sociologico, c'era molto da dire sulle difficoltà dei neri di venire accettati come persone e come persone libere, cosa che qui viene poco o per nulla trattata. C'è un accenno alla nascita del Ku ...continua

    Storia vera polpettonizzata, cosa voglio di più dalla vita? In realtà manca un po' di approfondimento sociologico, c'era molto da dire sulle difficoltà dei neri di venire accettati come persone e come persone libere, cosa che qui viene poco o per nulla trattata. C'è un accenno alla nascita del Ku Klux Klan, all'intolleranza, alla caccia ai neri ma tutto raccontato senza partecipazione: cose che capitavano a quei tempi. Radici mi era piaciuto di più, lo ammetto. Siamo tutti plagiati dalla capanna dello zio Tom.

    ha scritto il