Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Quell'estate

Di

Editore: Euroclub

4.2
(63)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 271 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: A000023795 | Data di pubblicazione: 

Genere: Fiction & Literature , Romance

Ti piace Quell'estate?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Johnny è tornato. La notizia corre di bocca in bocca nella piccola cittadina di Tylerville, seminando panico e sdegno.

Johnny Harris, il più sfrontato dei teppisti locali, il ribelle figlio di un violento alcolizzato, il bellissimo giovane per il quale ogni ragazzina - a dispetto delle proibizioni familiari - era disposta a far follie.

Johnny, che ha trascorso gli ultimi 11 anni in prigione con l'accusa di aver violentato e trucidato un'incantevole adolescente di ottima famiglia.

C'é solo Rachel ad accogliere questo paria della società. Sarà forse perché quand'era la sua insegnante di letteratura ha avuto modo di scoprirne la nascosta e profonda sensibilità, o forse per l'inspiegabile attrazione che li lega nonostante i 5 anni in più di lei, eppure Rachel, la ricca, elegante, integerrima e stimata Rachel, è disposta a mettersi contro l'intera città pur di proclamare l'innocenza di lui e il suo diritto a rifarsi una vita dignitosa.

Pur che il loro grande e contrastato amore possa infine trionfare.

Ma qualcuno, nell'ombra, trama perché tutto ciò non possa accadere, una personalità instabile e malvagia, permeata d'odio e di violenza, segue Johnny ovunque e si prepara a sferrargli un pericoloso attacco. L'efferato delitto è destinato a ripetersi...

Ordina per
  • 4

    Quell'estate

    Quell’estate è un romanzo datato e a parer mio gli anni si sentono tutti. La trama è molto affascinante e anche inusuale nei romance: una storia d’amore tra un ex galeotto e la sua insegnante d’ingles ...continua

    Quell’estate è un romanzo datato e a parer mio gli anni si sentono tutti. La trama è molto affascinante e anche inusuale nei romance: una storia d’amore tra un ex galeotto e la sua insegnante d’inglese al liceo (quindi un raro caso in cui è lei ad avere almeno cinque anni più di lui), nella cornice di una cittadina di provincia del Kentucky e con misteriosi omicidi (e anche un tocco di paranormale) a vivacizzarne la trama. Quello che non mi è piaciuto è come questi ingredienti si sono amalgamati tra loro, anche se non posso dire che Quell’estate è un romanzo scritto male. Parecchie le mie perplessità che vado ad elencare. Johnny, tranne mostrare un atteggiamento da duro in sella alla sua motocicletta, fa ben poco per migliorare la sua condizione: si è preso una laurea in carcere, studia il galateo, manifesta l’intenzione di iscriversi alla facoltà di legge ma al di là di questo che fa? Raramente lo vediamo lavorare e sembra che la sua vita ruoti completamente intorno a Rachel. Quest’ultima incarna il prototipo di protagonista che io non sopporto: santarellina, guai a saltare la funzione domenicale in chiesa la domenica e poi inizia una relazione con Johnny senza neanche concludere quella in corso, anzi non rivolge mai un pensiero a Rob. Molto spazio è stato dato alla vicenda di Becky e dell’ex, pensavo che portasse da qualche parte, e invece nulla hanno aggiunto alla storia così come i capricci di una delle loro bambine. La risoluzione del mistero finale non è un granché, ma ho letto sicuramente di peggio. Per sintetizzare: un’occasione mancata. VOTO 7-

    ha scritto il 

  • 5

    LA PRIMA PARTE DEL LIBRO SCOPPIA!!!!!... SECONDA PARTE DEL LIBRO UN POCHINO LENTA... IN COMPLESSO IL LIBRO A ME è PIACIUTO TANTISSIMO... VERAMENTE BELLISSIMO!!

    ha scritto il 

  • 4

    4 stelline di media

    4 stelline di media, perché la prima parte "spacca" (testa, cuore, pancia...), ma nella seconda si torna alla normalità, per così dire.
    Il romanzo all'inizio mi ha presa tantissimo, come non mi succed ...continua

    4 stelline di media, perché la prima parte "spacca" (testa, cuore, pancia...), ma nella seconda si torna alla normalità, per così dire.
    Il romanzo all'inizio mi ha presa tantissimo, come non mi succedeva da tanto. Ore piccole la sera, cercare un buco durante la giornata per leggere qualche pagina (cosa che non faccio quasi mai)... E questo nonostante alcune premesse che di solito mi disturbano e magari mi fanno rinunciare da subito alla lettura, in primis il "lui" più giovane della "lei" e di diversa (più bassa, estrazione sociale). La prima parte è forte, cruda, ma anche romantica, non nel senso di sdolcinata, tutt'altro, ma emozionante come raramente capita. Lui è un animo sensibile che ha dovuto farsi una corazza non indifferente, sia a causa dell'ambiente violento e degradato in cui è cresciuto, sia in seguito all'esperienza in carcere, e lei ha sempre rappresentato il suo sogno e la via di fuga, anche se solo fantasticata, dalla cruda realtà. Lei è una sognatrice, che però tende a mostrarsi come una donna pratica e concreta, delusa da un'infatuazione giovanile e quasi rassegnata ad accontentarsi di diventare la tranquilla mogliettina di un tranquillo e scialbo avvocato di provincia. Johnny si rivolge a lei (la giovane prof. che si era sempre mostrata gentile e comprensiva con lui e di cui è segretamente innamorato sin da adolescente) perché lo aiuti ad ottenere la libertà condizionata offrendogli un lavoro nella ferramenta di famiglia. Dire che al ritorno nella cittadina natale trova un clima ostile non rende l'idea: tutti lo credono colpevole di un efferato omicidio e, se non lo aggrediscono fisicamente, lo sfuggono come la peste. Solo Rachel, che ha sempre creduto nella sua innocenza, sembra volerlo difendere. In questo clima di difficoltà e odio diffuso i due si avvicinano sempre più, finché Rachel smette di combattere contro i suoi sentimenti e abbandona le resistenze dovute principalmente alla differenza d'età e al timore di urtare il perbenismo provinciale della buona società di cui fa parte la sua famiglia. Intanto, ecco che dopo 11 anni avviene un altro omicidio, molto, troppo simile a quello per il quale il nostro eroe era stato accusato... Piccolo particolare che ho tralasciato: Johnny è un figo pauroso, altro quasi un metro e novanta, capelli neri lunghi, occhi azzurri e fisico scolpito...
    Ok, come anticipavo, questa prima parte mi ha fatto sufficientemente aggrovigliare le budella, giacché mi piacciono le storie tormentate. Ma poi... puf! appena accantonato il "tormento", il romanzo mi cade, non nella banalità, ma nella normalità del romantic suspense, con tanto di "imborghesimento" del già-scapestrato protagonista. Pazienza! Anche perché, globalmente, ce ne fossero di romanzi così! 4 stelline sono un po' da "stitica" (e da acida), ma quando un romanzo parte col botto ho delle aspettative troppo alte e, se vengono deluse, mi arrabbio...

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    5

    Eterno triangolo

    Le generazioni se ne vanno come le foglie d'autunno:solo l'amore è eterno,l'amore non muore mai

    Bellissimo,ho trovato romanticissima e tenera la storia d'amore tra Johnny,teppista con l'animo del p ...continua

    Le generazioni se ne vanno come le foglie d'autunno:solo l'amore è eterno,l'amore non muore mai

    Bellissimo,ho trovato romanticissima e tenera la storia d'amore tra Johnny,teppista con l'animo del poeta e la sua professoressa di lettere,Rachel,una storia ben costruita,sensuale,delicata,coinvolgente,con una parte thriller avvincente,solo alla fine ho iniziato ad avere qualche sospetto sull'assassino (l'indizio erano i fiori...)intrigante anche la parte sulla reincarnazione.Assolutamente da leggere!

    ha scritto il 

  • 3

    All'inizio questo romanzo mi ha presa tantissimo. Il personaggio di Johnny è davvero ricco di fascino e la sua triste vicenda mi ha commossa fin da subito. Ho detestato con tutto il cuore i suoi conci ...continua

    All'inizio questo romanzo mi ha presa tantissimo. Il personaggio di Johnny è davvero ricco di fascino e la sua triste vicenda mi ha commossa fin da subito. Ho detestato con tutto il cuore i suoi concittadini pieni di pregiudizi!
    Poi però la storia viene tirata un po' troppo per le lunghe e il finale mi è sembrato un po' tirato per i capelli.
    La parte suspense non è trattata molto bene, a mio parere.
    Insomma è una lettura gradevole, ma nulla di più.

    ha scritto il 

  • 3

    " I suoi sogni erano più modesti, ora, ma erano sempre sogni e lui li avrebbe perseguiti con tutta la forza che aveva."

    Johnny è stato ingiustamente accusato di omicidio e ha trascorso gli ultimi dieci anni in carcere. Rachel gli fa da garante per la sua liberta condizionata offrendogli un lavoro ma soprattutto fiduci ...continua

    Johnny è stato ingiustamente accusato di omicidio e ha trascorso gli ultimi dieci anni in carcere. Rachel gli fa da garante per la sua liberta condizionata offrendogli un lavoro ma soprattutto fiducia: lei ha sempre creduto nella sua innocenza. Si conoscono da quasi quindici anni, da quando lei insegnava al liceo e lui era uno dei suoi alunni. Johnny era di umili origini e aveva vissuto un’adolescenza un po’ turbolenta. Rachel di famiglia benestante era l’emblema delle buone maniere. Oltre a questo divario di classe li dividevano anche cinque di differenza. All’epoca, nonostante nutrissero reciprocamente una simpatia reciproca non c’era mai stato nulla oltre al rapporto scolastico. Ora però, dopo dieci anni, sono entrambi adulti ed è impossibile ignorare l’attrazione che li lega.
    Queste sono le premesse. Il romanzo è carino, scorrevole e piacevole. La storia d’amore che la fa da protagonista è romantica ma non troppo smielata e i personaggi sono ben caratterizzati. Per questi motivi il romanzo secondo me si merita quattro stelline. Quello che ha fatto scendere il punteggio del mio giudizio è stato il lato “giallo” della trama che ho sentito un po’ debole. Tutto ciò che è legato a questo misterioso assassino è intrecciato in maniera forzata tanto da far fatica ad integrarsi con la trama. Se l’intento dell’autrice era di dare un valore aggiunto con un tocco di thriller credo che abbia ottenuto il risultato contrario finendo per penalizzarlo. A parte questo piccolo neo, il romanzo mi è piaciuto e ne consiglio la lettura.

    ha scritto il 

  • 4

    La prima metà merita quattro stelline e anche qualcosina in più, la seconda invece quattro e poco meno. Nella prima mi è piaciuta la tensione tra i due protagonisti e l'approfondimento dei caratteri, ...continua

    La prima metà merita quattro stelline e anche qualcosina in più, la seconda invece quattro e poco meno. Nella prima mi è piaciuta la tensione tra i due protagonisti e l'approfondimento dei caratteri, nella seconda invece non mi è piaciuto come è stata risolta la spiegazione dell'omicidio, troppo campata in aria, e poi una volta che i due protagonisti si sono messi assieme mi è sembrato tutto troppo semplice, mancava un qualcosa....

    ha scritto il 

  • 5

    Appena finito di leggere questo bellissimo libro della Robards, forse il più bello tra quelli che ho letto fin'ora di quest'autrice. Il mistero dell'assassino è molto ben costruito, fino all'ultimo no ...continua

    Appena finito di leggere questo bellissimo libro della Robards, forse il più bello tra quelli che ho letto fin'ora di quest'autrice. Il mistero dell'assassino è molto ben costruito, fino all'ultimo non l'ho minimamente capito chi fosse ed è stato un vero colpo di scena O.O Ma indubbiamente il punto forte di questo romanzo è Johnny e il suo rapporto con Rachel <3. La passione e la dolcezza di un amore in grado di superare i pregiudizi della gente, la differenza d'età e il doloroso passato che avrebbe spezzato un uomo meno forte. Lo consiglio a tutti!

    ha scritto il