Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Quello che importa è grattarmi sotto le ascelle

Fernanda Pivano intervista Charles Bukowski

Di

Editore: Feltrinelli (Universale economica 1410)

3.6
(926)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 109 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8807814102 | Isbn-13: 9788807814105 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Fernanda Pivano ; Intervistatore: Fernanda Pivano ; Prefazione: Fernanda Pivano

Disponibile anche come: Tascabile economico

Genere: Biography , Family, Sex & Relationships , Non-fiction

Ti piace Quello che importa è grattarmi sotto le ascelle?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Fernanda Pivano incontra Charles Bukowski e lo fa parlare, quasi a ruota libera. Ne esce un ritratto incisivo di uomo e di artista. Precedute da una biografia dell'autore, la Pivano pone le sue domande, oscillando tra le questioni fondamentali e le piccole cose che fanno la vita di tutti i giorni.
Ordina per
  • 3

    Attraverso l intervista comprendi la natura dell'autore. Prefazione più lunga dell'intervista da evitare. Spesso si è fatto riferimento all'immediatezza della scrittura e alla similitudine di Hank con ...continua

    Attraverso l intervista comprendi la natura dell'autore. Prefazione più lunga dell'intervista da evitare. Spesso si è fatto riferimento all'immediatezza della scrittura e alla similitudine di Hank con Hemingway, la prefazione doveva avere
    le caratteristiche di Semplicità.

    ha scritto il 

  • 4

    Interessante intervista a Buk.
    La prefazione è molto ripetitiva e monotona ma sicuramente interessante.
    Un applauso è dovuto a Fernanda Pivano, che se non ci fosse stata lei, la beat generation e Buko ...continua

    Interessante intervista a Buk.
    La prefazione è molto ripetitiva e monotona ma sicuramente interessante.
    Un applauso è dovuto a Fernanda Pivano, che se non ci fosse stata lei, la beat generation e Bukowski non sapevamo neanche cosa e chi fossero!! La Pivano ha dato un contributo inestimabile a portare la beat generation ed il movimento dei figli dei fiori in Italia, si è mossa, ha girato, ha pubblicato, ha intervistato...grazie a lei abbiamo a disposizione questa intervista e molte altre dei grandi personaggi americani. In ogni caso, l'intervista quì contenuta è breve, come ammette la stessa Pivano, e le domande, per chi ha già letto i suoi libri, non sono tutte poi così originali, ma è pur sempre interessante "sentir" parlare il vecchio Hank!

    ha scritto il 

  • 4

    Divertente, umano. Questo libro-intervista ci mostra un ritratto umano del "privato" Bukowski. Molto simile ai suoi racconti, del resto, l'interesse e la "novità" del libretto stanno nella quasi tropp ...continua

    Divertente, umano. Questo libro-intervista ci mostra un ritratto umano del "privato" Bukowski. Molto simile ai suoi racconti, del resto, l'interesse e la "novità" del libretto stanno nella quasi troppo prolissa prefazione della Pivano. Proprio da questa traggo una frase che sinceramente mi ha fatto morire: "Umanità, mi stai sul cazzo da sempre. Questo è il mio motto."

    Se volete, potete leggere la mia recensione completa qua: http://clerville.blogspot.it/2014/03/quello-che-importa-e-grattarmi-sotto-le.html

    ha scritto il 

  • 0

    Fantastica Pivano, irrinunciabile Bukowski

    Una grande giornalista che ha saputo entrare nell'anima di Bukowski, in questo caso, e di tutti gli scrittori della Beat Generation, riuscendo ad avvicinarsi a noi.

    ha scritto il 

  • 4

    Domenica 24 agosto 1980.
    A San Pedro, in California, Fernanda Pivano incontra Charles Bukowski per una lunga intervista: il risultato è questo libro, ormai di culto. Un centinaio di pagine per cercare ...continua

    Domenica 24 agosto 1980.
    A San Pedro, in California, Fernanda Pivano incontra Charles Bukowski per una lunga intervista: il risultato è questo libro, ormai di culto. Un centinaio di pagine per cercare di capire chi era Bukowski, l'uomo dietro la leggenda.

    "Preferisco pensare a un Bukowski perverso e romantico, vitale nel suo disgusto,creativo nella sua inorridita drammaticità,tragico nel suo non avere alcuna speranza in nessuna direzione. Un Bukowski sprofondato nel disastro, che è anche il disastro dello sfascio nel quale stiamo vivendo". Fernanda Pivano

    ha scritto il 

  • 3

    Recensione silenziosa

    Estate del 1980. Fernanda Pivano arriva a Los Angeles e ne approfitta per intervistare Charles Bukowski. Due anni dopo esce Quello che importa è grattarmi sotto le ascelle.

    Dovrei dire molte cose su q ...continua

    Estate del 1980. Fernanda Pivano arriva a Los Angeles e ne approfitta per intervistare Charles Bukowski. Due anni dopo esce Quello che importa è grattarmi sotto le ascelle.

    Dovrei dire molte cose su questo libro ma forse non è il caso di dirle tutte. Diciamo che il punto di vista della Pivano - su "quegli scrittori lì": quelli che ha conosciuto, frequentato, tradotto - è sempre interessante. Diciamo che le sue recensioni, critiche, analisi, si leggono con piacere. Diciamo che Bukowski oltre che scrittore è gran personaggio. Precisiamo che il modo migliore per conoscere Charles Bukowski è leggere i suoi libri. Aggiungiamo che tutto quello che c'è da sapere è scritto nei suoi libri. Consideriamo la reale necessità di questo libro.

    ha scritto il 

Ordina per