Quer pasticciaccio brutto de via Merulana

Voto medio di 3418
| 467 contributi totali di cui 452 recensioni , 15 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 31/08/17
Pasticciaccio è il romanzo stesso, gnommero che ho principiato a arrotolare con foga e vivissimo entusismo, persuasa che, da quel capo che saldamente tenevo in mano, sarei infine giunta al centro del garbuglio nel quale ogni cosa (elemento del ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 21/07/17
"Gnommeri" e galline
Pilastro della letteratura italiana del XX secolo, il Pasticciaccio di Gadda è un eterogeneo impasto di situazioni, personaggi, luoghi e registri linguistici. Si prefigura come un giallo senza presunti colpevoli, in cui sussitono due casi, ...Continua
Ha scritto il 08/07/17
Ammàppate oh! Ci ho messo un mese a terminarlo. Non senza fatica quindi (primi capitoli relativamente agevoli, ma via via che il linguaggio si complica e la vicenda s'ingnommera si pena abbastanza), e alternando la lettura all'ascolto di un ...Continua
  • 2 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 05/07/17
Gnommeri e garbugli
Un fantastico esercizio di stile, geniale, interessante e sorprendente. Un utilizzo delle lingue (dialetto romano, napoletano, veneto, lombardo, latino, francese, inglese) impressionante, ricercatissimo e magistrale. Una ironia studiata, nascosta ...Continua
  • 51 mi piace
  • 32 commenti
Ha scritto il 07/06/17
Tra un pasticciaccio e un maledetto imbroglio...
Apparso a puntate in “ Letteratura” nel 1946/47 “Er pasticciacccio" rimane una delle opere più discusse e innovative della letteratura italiana del dopoguerra. A ripensarlo, subito mi torna alla mente “Un maledetto imbroglio”, ottimo ...Continua
  • 27 mi piace
  • 8 commenti

Ha scritto il Feb 08, 2017, 19:40
"Che, nun cià moje, lei?" la sguaiata! "Un par de sorelle? manco quelle?... che ce l'hanno tutti, oggi, se po dì. Che è, ar giorno d'oggi, co tutti sti maschioni che vanno in giro, che nun cià du sorelle da marità? Ce l'aveva perfino quer gran ...Continua
Pag. 186
Ha scritto il Jan 28, 2017, 22:39
Da ritta, ove il piano s'infoltiva di abitacoli e discendeva a fiume. Roma gli apparì distesa come in una mappa o in un plastico: fumava appena, a porta San Paolo: una prossimità chiara d'infiniti penzieri e palazzi, che la tramontana avea ...Continua
Pag. 175
Ha scritto il Dec 31, 2015, 17:42
"La porca, la porca! Ciavemo la porchetta, signori! la bella porca de l'Ariccia co un bosco de rosmarino in de la panza!" ... "Uno e novanta l'etto, la porca!" ... ""Chi prova ciariprova, er guadambio è tutto vostro. La bella porca de li Castelli! ...Continua
Ha scritto il Sep 03, 2015, 13:33
Era in una giornata meravigliosa: di quelle così splendidamente romane che perfino uno statale di ottavo grado, ma vicino a zompà ner settimo, bè, puro quello se sente aricicciasse ar core un nun socchè, un quarche cosa che rissomija a la felicità.
Pag. 67
Ha scritto il Mar 29, 2015, 10:07
L'eternità, medichessa infallante, era già china su di lui. Amorosa lo affissava...
Pag. 262

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi