Qui, dove ci incontriamo

Voto medio di 84
| 34 contributi totali di cui 30 recensioni , 4 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Un libro nomade, che viaggia attraverso l'Europa, dove storie apparentemente disparate si rivelano parti di un tutto, momenti perduti ritrovano il loro posto. Memorie sensuali del passato penetrano nel presente. Città - Madrid, Cracovia, Lisbona, ...Continua
Ha scritto il 18/06/16
"Non saprò mai quello che ho trovato. No, non lo saprai mai. La sola cosa che devi sapere è se stai mentendo o cercando di dire la verità, non puoi più permetterti di fare confusione..."
  • 1 mi piace
Ha scritto il 15/10/15
Dedicato a chi mi ha suggerito di leggerlo
Ci sono libri che ti prendono e ti sorprendono, coinvolgendoti a un livello profondo. Ed è difficile parlarne senza lasciarsi trascinare dalle emozioni. Questo è uno di quelli. Le città hanno un volto definito, un carattere preciso, che scopri ...Continua
  • 7 mi piace
Ha scritto il 15/10/15
Ancora pensieri sugli Incontri per un'amica.
Carissima!Non sai quanto mi faccia piacere contribuire alla tua passione per la lettura con i miei piccoli pieces of advice; il tuo entusiasmo mi inorgoglisce.Riuscire ad incuriosire una formidabile e profonda lettrice come te mi galvanizza e mi ...Continua
  • 9 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 11/06/15
“Metti per iscritto qualcosa e non sai subito di cosa si tratta. La sola cosa che devi sapere è se stai mentendo o cercando di dire la verità........”
Tempo fa:Ho viaggiato fra le pagine con Berger. Ho visitato luoghi mai visti prima, Lisbona, Madrid, Londra, Cracovia.........come se li conoscessi da sempre. Insieme a lui ho rivissuto ricordi e incontrato persone che non ci sono più. Come lui ...Continua
  • 4 mi piace
Ha scritto il 27/04/15
Un libro strano e bellissimo come per certi versi solo i libri di John Berger sanno essere. Messo assieme all’approssimarsi degli ottant’anni, racconta sul fondale di alcuni luoghi d’europa (città, fondamentalmente: Lisbona, Londra, Cracovia, ...Continua
  • 3 mi piace
  • 2 commenti

Ha scritto il Jun 17, 2015, 14:54
La maggior parte delle persone, disse, non sopportano la verità. E' un peccato, ma è così, la maggior parte delle persone non la sopportano.
Pag. 37
Ha scritto il Jun 17, 2015, 14:53
La sola cosa che devi sapere è se stai mentendo o cercando di dire la verità, non puoi più permetterti di fare confusione.
Pag. 37
Ha scritto il Jun 17, 2015, 14:52
Molti soffrono di speranza. Tra di noi la speranza è comune quasi quanto la depressione tra i vivi. Per te la speranza è una malattia? Uno dei suoi sintomi terminali è il desiderio di intervenire ancora sulla vita, e per noi questo è fatale.
Pag. 35
Ha scritto il Jun 17, 2015, 14:50
Forse Lisbona è uno scalo speciale per i morti, forse qui i morti si manifestano più spesso che in qualsiasi altra città. Qui Antonio Tabucchi, che ama profondamente Lisbona, ha trascorso un'intera giornata in loro compagnia.
Pag. 17

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi