Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Rèpka, Kolobok, Teremok

Le più belle fiabe russe

Di

Editore: DEd'A

0.0
(0)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 52 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8896121523 | Isbn-13: 9788896121528 | Data di pubblicazione: 

Illustratore o Matitista: Ekaterina Panikanova

Genere: Children , Comics & Graphic Novels

Ti piace Rèpka, Kolobok, Teremok?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Tre grandi fiabe della tradizione popolare russa sono raccontate attraverso le illustrazioni dell’artista Ekaterina Panikanova. Le storie scelte dall’artista sono, Teremok, “La casetta” dello scrittore russo Samuil Jakovlevič Maršak (1887-1964), Kolobok “il panino rotondo” e Rèpka “La rapa gigante”.
Attraverso le immagini l’artista ci fa entrare nel mondo della fiaba e della fantasia facendoci percorrere i sentieri inafferrabili dell’animo umano mediante tipi diversi di esperienze. Le fiabe, così come i miti, rappresentano alcuni aspetti dell’animo umano con tratti e costanti comuni a tutta l'umanità. Nelle fiabe di tutto il mondo analogie, temi e motivi ricorrenti fecero pensare a Jung che le fiabe fossero espressione della psiche umana e della sua rappresentazione mediante gli archetipi dell’inconscio collettivo: “l'archetipo è la tendenza a formare singole rappresentazioni di uno stesso motivo che, pur nelle loro variazioni individuali anche sensibili, continuano a derivare dallo stesso motivo fondamentale ... la loro origine è ignota e si riproducono in ogni tempo e in qualunque parte del mondo, anche laddove bisogna escludere qualsiasi fattore di trasmissione ereditaria diretta o per incrocio".
Tutte le fiabe sembrano essere costruite come dei veri e propri “viaggi iniziatici” nei quali sia i personaggi del racconto che il lettore - attraverso un processo di trasformazione – aprono i loro occhi verso regioni inesplorate dell’esistenza.
Marcello Pezza