Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Rabbit-Proof Fence

The True Story of One of the Greatest Escapes of All Time

By

Publisher: Miramax Books

3.7
(27)

Language:English | Number of Pages: 142 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian

Isbn-10: 0786887842 | Isbn-13: 9780786887842 | Publish date: 

Category: Fiction & Literature , History

Do you like Rabbit-Proof Fence ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Following an Australian government edict in 1931, black aboriginal children and children of mixed marriages were gathered up and taken to settlements to be institutionally assimilated. In Rabbit-Proof Fence, award-wining author Doris Pilkington traces the story of her mother, Molly, one of three young girls uprooted from their community in Southwestern Australia and taken to the Moore River Native Settlement. There, Molly and her relatives Gracie and Daisy were forbidden to speak their native language, forced to abandon their heritage, and taught to be culturally white. After regular stays in solitary confinement, the three girls planned and executed a daring escape from the grim camp.
Sorting by
  • 3

    La storia vera di tre ragazzine, figlie di donne aborigene e di uomini bianchi, che nell' agosto del 1931 sono state sottratte alle famiglie e portate 1500 miglia lontane da casa in quella che avrebbe dovuto essere una specie di collegio in cui sarebbero state educate secondo i canoni occidentali ...continue

    La storia vera di tre ragazzine, figlie di donne aborigene e di uomini bianchi, che nell' agosto del 1931 sono state sottratte alle famiglie e portate 1500 miglia lontane da casa in quella che avrebbe dovuto essere una specie di collegio in cui sarebbero state educate secondo i canoni occidentali. In realtà il luogo in cui Molly, Gracie e Daisy sono state catapultate si è rivelato una specie di lager dal quale sono immediatamente fuggite. Il libro è il racconto del loro ritorno a casa, 1500 miglia a piedi seguendo la barriera per conigli e cavandosela in una natura ostile proprio grazie alle conoscenze che gli venivano dalla loro cultura aborigena. In realtà il libro è anche altro: racconta dei soprusi subiti dagli aborigeni da parte degli inglesi, è un racconto soprattutto di sopraffazione. Peccato sia scritto in modo secondo me molto approssimativo e anche mal tradotto. Questo ne rende la lettura piuttosto faticosa e per niente coinvolgente. L' argomento trattato meriterebbe cinque stelline ma al libro nel suo insieme non mi sento di darne più di tre. Alla fine della lettura sono rimasta con la sensazione di un' occasione mancata.

    said on 

  • 4

    4 stelline. Meno non gliene si possono dare sapendo che è una storia vera, ma neanche di più perchè manca un tocco in più nel racconto del viaggio. La storia raccontata nel film è un pò diversa da quella del libro. Diciamo che il libro è fedele a ciò che è realmente accaduto (l'ha scritto la figl ...continue

    4 stelline. Meno non gliene si possono dare sapendo che è una storia vera, ma neanche di più perchè manca un tocco in più nel racconto del viaggio. La storia raccontata nel film è un pò diversa da quella del libro. Diciamo che il libro è fedele a ciò che è realmente accaduto (l'ha scritto la figlia di una protagonista), mentre nel film è più palpabile la sofferenza delle tre ragazzine. Che tristezza però, soprattutto leggendo ciò che è successo poi a Molly.

    said on 

  • 4

    Apparentemente è un romanzo carino e nulla più, anche se basato su una storia vera. Bisogna aver attraversato il deserto di Gibson nel Western Australia per farsi almeno una idea di cosa possa voler dire, per tre ragazzine in fuga, sopravvivere in quei luoghi. Diventa una avventura fantastica, ai ...continue

    Apparentemente è un romanzo carino e nulla più, anche se basato su una storia vera. Bisogna aver attraversato il deserto di Gibson nel Western Australia per farsi almeno una idea di cosa possa voler dire, per tre ragazzine in fuga, sopravvivere in quei luoghi. Diventa una avventura fantastica, ai limiti del credibile ma anche una testimonianza del valore della cultura, della tradizione e della famiglia per un popolo tenacemente legato alla sua terra come quello aborigeno. Se siete stati nei deserti australiani, questo libro vi ci saprà riportare.
    Dal libro è stato anche tratto un film nel 2002 con Kenneth Branagh tra gli interpreti.

    said on 

  • 4

    Una storia vera simbolo di una violenza oggi totalmente dimenticata: quella che in Australia è stata perpetrata per mezzo secolo a danno dei mezzosangue, strappati alle famiglie aborigene con cui vivevano per essere deportati in centri di rieducazione lontanissimi dalle loro case, e poi trasform ...continue

    Una storia vera simbolo di una violenza oggi totalmente dimenticata: quella che in Australia è stata perpetrata per mezzo secolo a danno dei mezzosangue, strappati alle famiglie aborigene con cui vivevano per essere deportati in centri di rieducazione lontanissimi dalle loro case, e poi trasformati in domestici e fattori a uso e consumo dei bianchi.
    Le tre ragazzine protagoniste, nel fuggire da questo posto hanno percorso a piedi, in 90 giorni, più di 1800 km ed è stata proprio la loro origine aborigena a dar loro gli strumenti per sopravvivere da sole nel bush e nel deserto senza essere trovate. Un racconto che toglie il fiato.

    said on