Teofano
Ha scritto il 09/08/17
A prescindere da"Giro di vite", l'ambiguo gioiellino della raccolta, siamo di fronte ad un materiale abbastanza eterogeneo, che ci accompagna dalle prime prove- dall'incedere piuttosto lineare ed ingenuo- fino alle più tarde creazioni della maturità...Continua
Psycho Killer
Ha scritto il 30/10/16
FANTASMI E SUSSURRI
Non ci sono urlatori, tra quei fantasmi. Se lo stile dell'epoca (siamo nell'Inghilterra tra '800 e '900) imponeva urla agghiaccianti, nenie lamentose, luminiscenze bianco-gelido e sferragliar di catene, questo è un libro sui generis. I fantasmi che s...Continua
charta
Ha scritto il 16/06/15
Pesantezza e supernaturalità
Diciamocelo: lo stile di Enrico è un chiangone. Per quanto ci si sforzi (io parecchio) di collocarlo nella giusta cornice storica è indigesto quanto una rosetta di grano per un celiaco. Credo sia una peculiarità insita in molti scrittori albionici d...Continua
dhalgren
Ha scritto il 15/05/15
nel bar entra una vecchia alta quanto i tavoli, non è una barzelletta, si avvicina al bancone e chiede tre caffè. la barista la sovrasta, avrà i suoi sessant'anni e dice: "pronto!". fa il caffè, lo versa nel vetro del succo di frutta, il boccettino d...Continua
Martina
Ha scritto il 07/01/15

ebook scambiabile


míol mór:...
Ha scritto il Mar 10, 2012, 16:45
Nel cimitero, una domenica mattina, quando il piccolo Miles chiede perché non è stato rimandato in collegio, l'istitutrice reagisce alla semplice domanda infantile in modo sproporzionato. Attribuisce al bambino motivi sinistri: eppure egli si lamenta...Continua
Pag. 685
míol mór:...
Ha scritto il Mar 10, 2012, 16:43
L'ossessionante sforzo di critica è facilmente intrappolato dalle paranoiche esperienze dell'istitutrice. Il fatto che siano fiorite tante teorie intorno a questo racconto mostra semplicemente che la «trappola magica» di James è scattata più e più v...Continua
Pag. 684
míol mór:...
Ha scritto il Mar 10, 2012, 16:41
La storia raccontata è strana, colma di terrore e di pathos, e strutturata in modo tale che dobbiamo stabilire noi stessi se il testimone è credibile. Ed è intorno a tale questione che si sono imperniate le innumerevoli interpretazioni del racconto....Continua
Pag. 682
míol mór:...
Ha scritto il Feb 10, 2012, 18:49
La possibile chiave di lettura di questo racconto è il piccolo Miles. Egli è la reincarnazione di Henry James, impetuoso fanciullo [...] Il piccolo Harry James era, come Miles (che è la parola latina per «soldato»), un ragazzino che si comportava in...Continua
Pag. 689
míol mór:...
Ha scritto il Jan 29, 2012, 17:25
Con Sir Edmund Orme si giunge alla piena maturità del racconto del soprannaturale di James, e al suo primo caratteristico fantasma alla luce del sole. Il fantasma in questa storia ha una funzione di «controllo»: compare sulla scena sia per proteggere...Continua
Pag. 663

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi