Racconti oscuri

Di

Editore: Runde Taarn

3.9
(15)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 70 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8861201237 | Isbn-13: 9788861201231 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: eBook

Genere: Horror , Mistero & Gialli , Fantascienza & Fantasy

Ti piace Racconti oscuri?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Sette racconti in bilico tra horror e il noir. Sette incontri con la morte che si presenta in vari modi, storie che si snodano tra passato, presente e futuro, passando dall'incontro con la donna più vecchia del mondo, attraverso un misterioso assassino in una notte senza luci di Milano. Per arrivare alla storia di tre ragazzi che dopo aver registrato le voci di anime trapassate incontreranno spiacevoli sorprese. Perché forse le anime vanno solo lasciate riposare! Sadici sondaggi on-line, un ispettore testimone della sua stessa morte, canzoni che nascondono terribili premonizioni e inquietanti segreti nascosti nei sotterranei di una tranquilla scuola.
Sette storie scritte con mano esperta, che suscitano angosce e batticuore come nella migliore tradizione dei classici del genere.
Ordina per
  • 5

    La differenza tra spavento e paura

    Come spiega il buon Scott nella prefazione al libro, c'è una bella differenza tra spavento e paura.

    Per spaventarsi, basta un suono sparato ad alto volume improvvisamente si salta dalla sedia. La pau ...continua

    Come spiega il buon Scott nella prefazione al libro, c'è una bella differenza tra spavento e paura.

    Per spaventarsi, basta un suono sparato ad alto volume improvvisamente si salta dalla sedia. La paura, invece, è ben altra cosa: è quella sensazione che ti sale dentro piano, ti accompagna e non ti lascia più.

    La stessa sensazione che può essere riscontrata leggendo i suoi racconti, soprattutto alcuni di questi. Nulla di estremamente nuovo e diverso sotto il sole, ma Scott ha il merito comunque di saper risvegliare paure ataviche, quelle che nascono da storie di fantasmi vere o presunte, dagli angoli e dai recessi più bui della nostra mente.

    N.B. Nella versione in ebook, gratis a Maggio 2015 su Amazon, sono contenuti in appendice anche tre racconti tratti dalla nuova raccolta di Scott, tutti degni di nota come i precedenti.

    ha scritto il 

  • 4

    Una raccolta di racconti brevi in cui la paura, quella vera, è la protagonista: storie che riescono ad inquietare, a trasmettere un senso di angoscia e a provocare qualche brivido lungo la schiena. L' ...continua

    Una raccolta di racconti brevi in cui la paura, quella vera, è la protagonista: storie che riescono ad inquietare, a trasmettere un senso di angoscia e a provocare qualche brivido lungo la schiena. L'unica pecca è la brevità dell'opera: terminato l'ultimo racconto la nostra voglia di terrore non è ancora sazia e ne vorremmo ancora.
    Personale top 3 (lasciando fuori gli ultimi 3 racconti che sono un anticipo della nuova raccolta):
    1) La donna più vecchia del mondo
    2) Psicofonia
    3) La vincitrice
    Opera prima di tutto rispetto. Quattro stelline meritatissime.

    ha scritto il 

  • 4

    Quattro stelle e mezzo

    Bella questa raccolta di racconti!!!!L'autore fa leva sulle paure più primitive ed ancestrali dell'uomo confezionando racconti che, per quanto semplici, riescono in molti casi a spaventare davvero, un ...continua

    Bella questa raccolta di racconti!!!!L'autore fa leva sulle paure più primitive ed ancestrali dell'uomo confezionando racconti che, per quanto semplici, riescono in molti casi a spaventare davvero, una condizione oggi non facile da raggiungere nella narrativa horror.

    Certamente permangono svariate ingenuità in almeno un caso ("Contagio") personalmente avrei eliminato le ultime righe, facendo guadagnare al racconto ancora più spessore

    L'inizio è comunque incoraggiante e sicuramente continuerò a seguire questo bravo autore

    ha scritto il 

  • 3

    Fatevelo prestare...

    ... perchè questo libretto di 67 pagine decisamente non vale i 10 euro che costa.
    Per il resto, beh, i 7 racconti sono anche carini, alcuni più o meno inquietanti, anche se sanno un po' di "già letto" ...continua

    ... perchè questo libretto di 67 pagine decisamente non vale i 10 euro che costa.
    Per il resto, beh, i 7 racconti sono anche carini, alcuni più o meno inquietanti, anche se sanno un po' di "già letto" e per una certa prevedibilità.
    L'unico veramente degno di nota, a mio parere, è "Il Re delle medie", per l'ambientazione claustrofobica (che su di me ha sempre un certo effetto destabilizzante).
    Voto: direi un 6 striminzito...

    ha scritto il 

  • 4

    E CHE CAVOLO!

    Assolutamente da brivido! 7 racconti abbastanza brevi, ma che sanno trasmetterti quel tipo di tensione, sullo stile horror di Dylan Dog, che viene anche citato nell'ultimo capitolo. Si legge in un ore ...continua

    Assolutamente da brivido! 7 racconti abbastanza brevi, ma che sanno trasmetterti quel tipo di tensione, sullo stile horror di Dylan Dog, che viene anche citato nell'ultimo capitolo. Si legge in un oretta o poco più, e vi dirò che nonostante l'abbia letto in una pigra domenica pomeriggio assolata (ieri), stanotte ho dormito parecchio male!
    Avrei dato 5 stelline, che per me sono una rarità che concedo a pochi, ma visto che questo mini-mini-mini libricino mi è costato la bellezza di 10€ e mi sembra giusto penalizzare il giudizio finale.

    ha scritto il 

  • 5

    Recensione dal sito recensionelibro.it

    Dal sito:
    http://www.recensionelibro.it/racconti-oscuri-aaron-scott.html

    Citazione
    “Quando giunse la risposta Carlo capì la differenza tra paura e terrore. Vedere la luce nel bagno accendersi provocò ...continua

    Dal sito:
    http://www.recensionelibro.it/racconti-oscuri-aaron-scott.html

    Citazione
    “Quando giunse la risposta Carlo capì la differenza tra paura e terrore. Vedere la luce nel bagno accendersi provocò in lui paura[...]Sentire la risposta che arrivò fece scoppiare in lui terrore allo stato puro.”

    Di cosa parla “Racconti Oscuri” Aaron Scott
    “Racconti Oscuri” è la raccolta di storie brevi scritte da Aaron Scott che hanno come filo conduttore la paura. I racconti sono ambientati in luoghi comuni e quotidianie i personaggi di questo libro sono persone con le quali è facile identificarsi.

    La tensione che trasuda dalle pagine di “Racconti Oscuri” si poggia su paure comuni come quella di trovare “qualcosa” nel proprio letto o essere testimone involontario di un omicidio e dover fuggire. Altri racconti si spingono oltre le azioni quotidiane e vanno a scomodare universi un po’ più distanti, ma non per questo alienati dalla vita di tutti i giorni.

    Aaron Scott scrive con buon ritmo questa piccola antologia del terrore, accelerando il passo su alcuni finali, quasi a volersi scrollare di dosso la tensione e la paura sapientemente inserite nei sui “Racconti Oscuri”. Il libro si legge velocemente, la divisione in storie separate aiuta parecchio il lettore che ha il tempo di staccarsi da una storia ed entrare in un’altra.

    La paura raccontata nelle storie di Aaron Scott è subdola e appiccicosa: resta come un piccolo tarlo nella mente anche qualche giorno dopo aver chiuso il libro . Questa è una delle caratteristiche più amate dai lettori del genere e, contemporaneamente, una delle più temute da chi non vede di buon occhio l’horror e il noir .

    “Racconti Oscuri” di Aaron Scott distribuisce paure quotidiane, attraverso una scrittura fluida e familiare in cui perdersi è tanto facile, quanto spaventoso.

    ha scritto il 

  • 4

    Una raccolta di sette racconti, questo breve libro (solo 70 pagine purtroppo!) è stata davvero una bella scoperta. L'autore riesce infatti a creare, con semplicità, delle storie complete che, diverse ...continua

    Una raccolta di sette racconti, questo breve libro (solo 70 pagine purtroppo!) è stata davvero una bella scoperta. L'autore riesce infatti a creare, con semplicità, delle storie complete che, diverse per genere e argomento, riescono sempre a mantenere alta l'attenzione e la suspense. Tutte le storie raccontate sono, ciascuna a modo proprio, interessanti e non banali, per quanto ci sono delle similitudini tra “La vincitrice” e “Tre minuti”. Personalmente, quella che ho trovato particolarmente ansiogena è “La donna più vecchia del mondo”, davvero capace di trasmettere al lettore la paura e il terrore provato dal protagonista! Molto intrigante poi, è anche “Psicofonia”, basata sul tentativo di comunicare con l'aldilà.

    Lo stile narrativo è fresco e diretto, senza troppi giri di parole e senza violenza gratuita, cosa non facile, dato che molto spesso horror equivale a splatter. L'autore invece è riuscito, in questo libro, a creare ansia e suspense senza ricorrere ad inutile violenza. Un'opera d'esordio davvero interessante e valida, con un unico difetto: è decisamente troppo breve!!

    ha scritto il 

  • 4

    A mio avviso, scritto molto bene. Certi passaggi davvero piacevoli, affascinanti, inquietanti, brividi da horror classico; altre parti un po' più semplici ma non banali. Bravo Aaron!

    ha scritto il