Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Rainbow boys

Di

Editore: Playground

3.9
(203)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 196 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese

Isbn-10: 8889113065 | Isbn-13: 9788889113066 | Data di pubblicazione:  | Edizione 3

Traduttore: G. Pini

Genere: Fiction & Literature , Gay & Lesbian , Teens

Ti piace Rainbow boys?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Da qualche anno negli Stati Uniti è esploso il fenomeno della letteratura gay ambientata nelle high school americane. Le high school diventano il luogo eletto per raccontare come cambia l’America, che cosa si prepara per le nuove generazioni, quali problemi il paese vive e si trova ad affrontare. La questione gay è diventata centrale nella riflessione e nell’interpretazione che l’America dà di sè, ed entra prepotentemente in un luogo simbolo di tutta la produzione culturale americana, dal cinema, alla musica alla letteratura (dai b-movie sul rock‘n’roll degli anni cinquanta, ai film dell’orrore ambientati nelle high school). Storie di adolescenti oppressi da un contesto ancora omofobo, ma più disponibile ad accettare il loro bisogno di dichiararsi, di vivere l’amicizia e di amare. Sono libri che raccontano con verità le ‘vite straordinarie’ di ragazzi comuni, alle prese con i problemi e i desideri tipici di un adolescente: l’insicurezza, le prospettive individuali incerte, il bisogno di definire la propria identità, di imporsi rispetto al gruppo e all’universo degli adulti. Rainbow Boys di Alex Sanchez è considerato uno degli esempi migliori e di maggior successo del genere. Uscito nel 2001 per Simon & Schuster (New York), è entrato subito nelle classifiche dei libri più venduti negli Stati Uniti, coinvolgendo pubblici diversi e di tutte le età, lettori comuni e addetti ai lavori. Ha conquistato numerosi riconoscimenti, tra i quali, le selezioni 2003 dell’International Reading Association e dell’American Library Association , nel 2002 la selezione del Lambda Literary Awards. Rainbow Boys ha per protagonisti tre studenti diciassettenni del liceo Whitman in una imprecisata provincia americana. Jason, l’eroe sportivo della scuola, fidanzato con Debra e in conflitto con il padre alcolizzato; Kyle, un ragazzo omosessuale non ancora dichiarato e Nelson, giovane appariscente, fiero campione dei diritti degli omosessuali. Tutti e tre alle prese con problemi familiari, l’omofobia, le prime esperienze sessuali, e i difficili rapporti reciproci. Un ritratto appassionato, ma anche ironico delle scuole superiori americane, capace di restituirne i colori e i suoni, ormai parte dell’immaginario collettivo occidentale.
Ordina per
  • 5

    L'ho letto in italiano 1812374392824 volte, lo conosco a memoria.. E sono rimasta shoccata e DISGUSTATA dalla censura nella nostra italica bigotta versione. No, dai, ma seriamente??

    *Disgusted mode: ON*

    http://i725.photobucket.com/albums/ww256/whitlocklove/Disgust.gif

    ha scritto il 

  • 4

    “Raimbow Boys” è il primo libro di una trilogia scritta da Alex Sanchez che vede come tema centrale lo svilupparsi di storia omosessuali nelle high school americane. L’autore ci pone tre protagonisti principali, Jason, un ragazzo che mostra una buona reputazione scolastica e capitano della squadr ...continua

    “Raimbow Boys” è il primo libro di una trilogia scritta da Alex Sanchez che vede come tema centrale lo svilupparsi di storia omosessuali nelle high school americane. L’autore ci pone tre protagonisti principali, Jason, un ragazzo che mostra una buona reputazione scolastica e capitano della squadra di basket, accerchiato da molti amici e fidanzato con una ragazza popolare e molto bella, che da tempo sta mostrando dubbi sulla sua identità sessuale; Kyle, ragazzo timido, ingenuo e cordiale che nasconde la sua omosessualità da tempo, pauroso dei suoi futuri effetti se lui rendesse pubbliche le sue scelte e infine, Nelson, secondo me, il vero protagonista del libro che da sempre è visto come il vero e proprio “diverso” , ha dovuto combattere il pregiudizio sin dalla sua tenera età, visto con occhio minatorio solo per le sue unghie e capelli strambi. Ma ciò non è che un preludio per farci assaporare tre visioni e ottiche, quasi risposte delle famiglie, non tutti la prendono allo stesso modo, ci si può scontrare con una mamma super attiva per la rivendicazione dei diritti, ad un padre alcolizzato e violento. Mi è piaciuta anche la coppia Nelson-Jeremy che diciamo è un po’ il riscatto di tutte quelle angherie e soprusi che ha dovuto subire, quel sentirsi un relitto, una nave inabissata in un mondo dove forse proprio il mare era l’unico rifugio e la terra ferma era pronta con i suoi stupidi ominidi a colpirti senza remore. Mi è piaciuto anche il coronamento tra Kyle e Jason, dopo tante difficoltà, momenti di sconforto, incertezze, voglia di fuggire. Sanchez costruisce un libro a più piani che sicuramente sintatticamente non mostra il massimo della letteratura ma con il cuore e l’anima penso che ad un ragazzo con i suoi mali interiori e demoni possa fargli vedere a piano piano una sua luce. Forse l’unica cosa che mi sento da criticare è a volte la troppa facilità con cui le cose avvengono senza ben ponderare luogo/fatti/azione/conseguenze.

    “Spero solo che un giorno smetterò di passare ogni secondo della mia vita a pensare a quanto sono diverso.”

    ha scritto il 

  • 2

    Dal punto di vista istintivo, di gusti insomma, questo libro mi è piaciuto. Mi ha coinvolta e tutto il resto. Ma dal punto di vista oggettivo-formale, è uno dei libri peggiori che abbia mai letto.
    Intreccio poco originale, che di particolarmente diverso da un normale romanzetto per ragazzine ha ...continua

    Dal punto di vista istintivo, di gusti insomma, questo libro mi è piaciuto. Mi ha coinvolta e tutto il resto. Ma dal punto di vista oggettivo-formale, è uno dei libri peggiori che abbia mai letto. Intreccio poco originale, che di particolarmente diverso da un normale romanzetto per ragazzine ha solo i protagonisti rainbow. Un gaio, gaio Moccia insomma. Per una recensione più sarcastica e approfondita, attendere i prossimi giorni - perchè la DEVO scrivere. :3

    ha scritto il 

  • 5

    Una rivelazione!

    Questo libro è fantastico! Colpito alle prime pagine da uno stile di scrittura semplicissimo, diretto e senza alcuni fronzoli, mi sono reso conto che è proprio l'ideale per far sì che ci si immedesimi da subito con i personaggi. Le ambientazioni sono quelle del college americano, della propria ca ...continua

    Questo libro è fantastico! Colpito alle prime pagine da uno stile di scrittura semplicissimo, diretto e senza alcuni fronzoli, mi sono reso conto che è proprio l'ideale per far sì che ci si immedesimi da subito con i personaggi. Le ambientazioni sono quelle del college americano, della propria casa, di quella del migliore amico. Un'intreccio semplice ma coinvolgente; personaggi accattivanti e realistici. Una vera e propria rivelazione! L'ho divorato in tre giorni

    ha scritto il 

  • 4

    Lo stile di Sanchez mi piace veramente molto, è pulito, semplice, senza tanti giri di parole. Ti mette direttamente davanti ai fatti con la facilità che farebbe qualsiasi altra persona che ti debba raccontare qualcosa, senza tralasciare però gli elementi più importanti, ovvero i sentimenti. Tutto ...continua

    Lo stile di Sanchez mi piace veramente molto, è pulito, semplice, senza tanti giri di parole. Ti mette direttamente davanti ai fatti con la facilità che farebbe qualsiasi altra persona che ti debba raccontare qualcosa, senza tralasciare però gli elementi più importanti, ovvero i sentimenti. Tutto il romanzo ruota attorno a tre personaggi principali che in modo alterno occupano un capitolo per volta del volume. Jason è il ragazzo sportivo e apprezzato da tutti, ha una bella reputazione nell'ambiente scolastico e possiede svariati amici, ma nonostante la sua vita apparentemente perfetta è assillato da dubbie e incertezze riguardo la sua identità, o meglio deve ancora affrontarla. Kyle è il ragazzo timido e gentile, piuttosto restio a confrontarsi con gli altri, cela la sua omosessualità ormai da parecchio tempo e si chiede se le scelte che farà e le conseguenze che esse porteranno siano effettivamente quelle da lui desiderate. Nelson è un po' la mascotte dell'intera saga, del tutto fuori dagli schemi, vive appieno la sua omosessualità e non adotta nessuno stratagemma per nascondersi, ovviamente sa che le sue azioni innescano delle reazioni non sempre positive negli altri ma lui le affronta a testa alta nonostante i momenti di sconforto. Sanchez ci mostra la vita di tre semplici teenager americani alle prese con l'amore, i dubbi, le incertezze, la sessualità e la paura di mostrasi agli altri. Saggiamente l'autore non crea un romanzo tutto fiori e momenti felici anzi ci tiene a mostrare le tantissime sfaccettature tristi e dolorose che i giovani omosessuali sono costretti a passare a causa di individui ignoranti e omofoni. La società è quella che è, l'importante è saperla affrontare e di avere delle persone che ci supportano. Anche il background creato da Sanchez risulta molto convincente. Non tutte le famiglie sono uguali e non tutte sono sempre felici e spensierate. L'autore ci mostra come anche nelle famigli più unite ci possono essere dei disguidi a cominciare dalla mamma super comprensiva e devota alla causa di Nelson al padre alcolizzato e violento di Jason che non perde mai occasione per maltrattare e insultare il proprio figlio. Attraverso le vicende dei tre ragazzi Sanchez introduce anche la questione del sesso sicuro e di come le nostre emozioni o paure a volte possano portarci a decisioni rischiose e molte volte irreversibili, basta un attimo per rovinarsi la vita e dopo affrontare la nostra nuova posizione può essere molto più complicato di quanto ci aspettassimo. Anche il linguaggio usato, sopratutto all'interno dei dialoghi tra i personaggi principali rispecchia lo stile giovane, sfrontato e del tutto libero dei giovani d'oggi e questo secondo me aiuta anche i lettori più maturi ad immergersi nel mondo degli adolescenti e a comprendere il loro mondo a se stante.

    ha scritto il 

  • 3

    carino e scorrevole, ma alla fine è sempre la stessa storia dolce e leggera... sinceramente dello stesso autore preferisco E' una questione d'amore (:

    ha scritto il 

  • 5

    Oooook, la scrittura è molto elementare, non ricerca paroloni estremi che confondano i lettori. Però, diamine la scena dell'increccio di mani al cinema è la più bella scena che abbia mai letto.

    ha scritto il 

Ordina per