Rapporto dalla città assediata

Voto medio di 36
| 13 contributi totali di cui 11 recensioni , 2 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 17/05/14
Purché non un angelo"Se dopo che saremo morti vorranno trasformarci in una fiammella avvizzita che cammina lungo i sentieri del vento - occorre ribellarsi. Che farsene d'un eterno riposo nel grembo dell'aria, all'ombra di una aureola gialla, tra il ...Continua
  • 6 mi piace
Ha scritto il 04/04/14
da «Il Signor Cogito»
Il Signor Cogito tiene tra le braccia la calda anfora della sua testail resto del corpo è nascosto solo il tatto lo vedeosserva la testa addormentata estranea ma colma di tenerezzaancora una volta constata sorpreso che esiste qualcuno al di fuori ...Continua
  • 3 mi piace
  • 5 commenti
Ha scritto il 11/04/13
permettimi di sederti accanto […] un po’ berremo e un po’ filosoferemo e forse entrambi che siamo fatti di sangue e di illusione ci libereremo alla fine dell’opprimente leggerezza dell’apparenza (La parabola di re Mida, p. 35)
  • 3 mi piace
  • 2 commenti
Ha scritto il 19/10/11
La voceVado al mareper udire quella vocefra un colpo e l'altro dell'ondama la voce non c'èc'è solo la senile garrulità dell'acqua il nulla salatol'ala d'un bianco uccellorinsecchita sulla pietravado nel boscodove dura ininterrottoil fruscio d'una ...Continua
  • 18 mi piace
Ha scritto il 25/04/11
Le sedie"Chi avrebbe mai immaginato che un caldo collo sarebbe diventato un bracciolo e che gambe desiderose di fuga e di gioia potessero irrigidirsi in quattro semplici trampoli. Un tempo le sedie erano animali belli, fiorivori. Ma si sono lasciate ...Continua
  • 7 mi piace
  • 2 commenti

Ha scritto il Nov 05, 2011, 23:17
Ora che siamo rimasti soli possiamo parlare principeda uomo a uomoanche se giaci sui gradini e vedi quanto una formica mortacioè un sole nero dai raggi spezzati Non ho mai potuto pensare alle tue mani senza sorrideree ora che giacciono sulla pietra ...Continua
Pag. 87
  • 1 commento
Ha scritto il Nov 05, 2011, 16:05
bere l'estratto d'erbe amare ma non fino in fondo lasciarne avvedutamente qualche sorso per l'avvenire accettare ma al tempo stesso distinguere dentro di sé e possibilmente trasformare la materia della sofferenza in qualcosa o qualcuno
Pag. 125
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi