Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Reading Lolita in Tehran

A Memoir in Books

By Azar Nafisi

(167)

| Paperback | 9780812971064

Like Reading Lolita in Tehran ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Every Thursday morning for two years in the Islamic Republic of Iran, a bold and inspired teacher named Azar Nafisi secretly gathered seven of her most committed female students to read forbidden Western classics. As Islamic morality squads staged ar Continue

Every Thursday morning for two years in the Islamic Republic of Iran, a bold and inspired teacher named Azar Nafisi secretly gathered seven of her most committed female students to read forbidden Western classics. As Islamic morality squads staged arbitrary raids in Tehran, fundamentalists seized hold of the universities, and a blind censor stifled artistic expression, the girls in Azar Nafisi’s living room risked removing their veils and immersed themselves in the worlds of Jane Austen, F. Scott Fitzgerald, Henry James, and Vladimir Nabokov. In this extraordinary memoir, their stories become intertwined with the ones they are reading. Reading Lolita in Tehran is a remarkable exploration of resilience in the face of tyranny and a celebration of the liberating power of literature.

450 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Adoro leggere, adoro cercare quello che si nasconde dietro il più superficiale piano narrativo, adoro i libri che mi mettono in contatto con realtà, paesi, culture a me poco conosciute. Beh Leggere Lolita a Teheran è tutto questo!

    Is this helpful?

    Limpietta said on Jul 23, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non è scorrevolissimo, ma molto interessante.
    Sia per gli approfondimenti di critica letteraria, sia per gli aspetti culturali/politici.
    Mi ha fatto venire voglia di iscrivermi ad un corso di letteratura.
    Inoltre ho comprato un romanzo di James. Ce l ...(continue)

    Non è scorrevolissimo, ma molto interessante.
    Sia per gli approfondimenti di critica letteraria, sia per gli aspetti culturali/politici.
    Mi ha fatto venire voglia di iscrivermi ad un corso di letteratura.
    Inoltre ho comprato un romanzo di James. Ce la farò?
    Più leggo e più mi rendo conto di quanto io sia ignorante

    Is this helpful?

    Monica R. said on Jul 13, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non lo promuovo a pieni voti solo perchè l'ho trovato impegnativo da portare avanti - la narrazione sembra seguire più il filo della memoria che un ordine cronologico - ma la scoperta di Azar Nafisi è stata illuminante.
    Ho acquistato questo libro qua ...(continue)

    Non lo promuovo a pieni voti solo perchè l'ho trovato impegnativo da portare avanti - la narrazione sembra seguire più il filo della memoria che un ordine cronologico - ma la scoperta di Azar Nafisi è stata illuminante.
    Ho acquistato questo libro quasi per caso e al suo interno ho trovato una lettura profonda e schietta della storia personale dell'autrice, un'insegnante universitaria divisa fra due mondi: quello spesso deludente e penoso della vita in Iran e quello rassicurante della letteratura occidentale.
    Uno spaccato davvero interessante sull'evoluzione (o involuzione?) di una cultura.

    Is this helpful?

    Emme said on Jul 12, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'ho trovato proprio bello. Quanto di noi, del nostro vissuto, c'è nel libro che leggiamo? Noi siamo fatti dei libri che leggiamo, e anchei libri sono fatti di noi, della circostanza che ci proiettiamo sopra. L'ottica iraniana sulla narrativa america ...(continue)

    L'ho trovato proprio bello. Quanto di noi, del nostro vissuto, c'è nel libro che leggiamo? Noi siamo fatti dei libri che leggiamo, e anchei libri sono fatti di noi, della circostanza che ci proiettiamo sopra. L'ottica iraniana sulla narrativa americana e anglosassone apre a considerazioni nuove. Inoltre, mi ripeto, io amo vergognosamente la prosa italiana di Roberto Serrai, che da grande estimatore di Hemingway, non usa mai una virgola a sproposito. La sua prosa è un calcolo melodioso!

    Is this helpful?

    Momix75 said on Jun 22, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book