Real

By

Publisher: Principal de los Libros

3.4
(108)

Language: Español | Number of Pages: 333 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) English , Italian

Isbn-10: 8493971790 | Isbn-13: 9788493971793 | Publish date: 

Category: Family, Sex & Relationships , Non-fiction , Romance

Do you like Real ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Brooke Dumas se ha reinventado a sí misma: después de que una lesión truncara su carrera como deportista olímpica, ha reconducido su vida y ahora es fisioterapeuta. Una noche, su amiga Melanie la convence para ir a ver una pelea clandestina de boxeo. Su vida cambia por completo al conocer a Remington Tate, un famoso boxeador underground que lleva escrita la palabra «peligro» en la frente. Debido a su reputación de playboy, cuando Remy pide a Brooke que vaya a verle a su habitación, ella cree que va a proponerle pasar la noche juntos… y la idea no le desagrada en absoluto.

Pero para su sorpresa, Remington quiere contratarla como fisioterapeuta. Es una oportunidad de oro para la carrera profesional de Brooke, pero también una tremenda tentación. La fortísima atracción física y emocional que siente por el enigmático y complicado Remy pondrá a prueba los límites de su capacidad para el amor, el placer y el dolor.

¿Podrá comprender Brooke el terrible secreto que oculta Remy y que le impide conectar emocionalmente con las mujeres con las que se acuesta? ¿Lograrán Remy y Brooke convertir la pasión sexual que sienten en algo REAL?
Sorting by
  • 5

    Sapete qual è la prima parola che mi viene in mente se ripenso a questo romanzo?
    DIRTY.
    Fin dal primo momento in cui il mio miglior amico Goodreads mi raccomandò Real, mostrandomi la sua accattivante ...continue

    Sapete qual è la prima parola che mi viene in mente se ripenso a questo romanzo?
    DIRTY.
    Fin dal primo momento in cui il mio miglior amico Goodreads mi raccomandò Real, mostrandomi la sua accattivante cover originale, sapevo con ogni fibra del mio essere che quel libro doveva essere mio. Poi è arrivata la notizia che la Fabbri Editori ne aveva acquistato i diritti, e così ho atteso pazientemente che giungesse qui e . . .

    OH. MY. FUCKING. GOD.

    Voglio confessare senza timore che non mi aspettavo un libro del genere!
    Soprattutto, non mi aspettavo un tasso erotico di questa portata *Q*
    Lasciate che vi illumini con un semplice nome.

    R E M I N G T O N
    R I P T I D E
    T A T E

    Nell'istante in cui è saltato giù dal ring, chiudendo l'incontro in atto in quattro e quattr'otto, solo per rincorrere colei che lo ha avvinto con il solo sguardo, ho capito che ero letteralmente spacciata. Brividi, signore, brividiii.

    «Come ti chiami?»
    Da qui in poi è un crescendo di tensione sessuale quasi insostenibile, perfino per il lettore.
    L'intensità con cui Remy segue ogni movimento di Brooke, il modo in cui posa la bocca su quel gel energetico, dopo che lei lo ha mangiato un po', e poi succhia con vigore, gli occhi agganciati ai suoi . . .
    Oh.
    Dio.
    Santissimo.
    Abbi pietà di me.

    «Mi vuoi?»
    Fuck YES. C'è anche bisogno di chiederlo?
    Posso ampiamente confermare che per tutto il libro i miei ormoni hanno imitato quelli di Brooke di pari passo ▬ e non me ne vergogno neppure un pochino :P Perché? Oooh, è semplicissimo :3

    Remy lecca.

    No no no, ragazzacce, non sto parlando solo di quello.
    Lui lecca dappertutto.
    E annusa, maledizione.
    Annusa forte.

    Shhh, non ditemi che devo stare calma, porco dinci, quando mi viene presentato un maschio che combatte come un toro indemoniato e si comporta da leone con la sua femmina! >.< DATEMELO SUBITOOO o metto a fuoco tuttooo *-*

    Un leone che, se i suoi occhi diventano neri, d'improvviso può trasformarsi in una macchina mortale fuori controllo. Perché Remy è una persona fuori dall'ordinario. Un uomo che nessuno riesce a comprendere. A vedere veramente.
    Tranne lei.

    «Per tutte le donne io sono un'avventura, ma per te non voglio esserlo. Per te voglio essere reale.»
    Contrariamente alla massa, ho apprezzato tantissimo il personaggio di Brooke e ho provato io stessa le sue molteplici emozioni, i suoi dubbi, la sua determinazione nel voler proteggere l'uomo che ama. Siamo entrambe sportive, anche se di due discipline diverse, e potevo capire fin nel profondo quello che ha provato quando ha dovuto abbandonare la sua carriera agonistica.
    Bellissimi anche i paragrafi riguardanti il pugilato e la fisioterapia, i termini tecnici e le varie mosse ▬ ogni volta che veniva citato un muscolo andavo istintivamente a toccarmelo xD

    In conclusione, complimenti vivissimi a Katy Evans per questo incredibile romanzo, così ricco di un erotismo sporco, sensuale, potentissimo, primordiale, da far arricciare costantemente gli alluci :3 e allo stesso tempo carico di quel pathos che a me piace tanto vivere durante la lettura

    Ehi, Remy, questa è per te . . .
    And I don't want the world to see me
    'Cause I don't think that they'd understand
    When everything's made to be broken
    I just want you to know who I am

    said on 

  • 3

    Diciamo nì. Lo diciamo perché va bene che i bad boys attizzano, ma esagerando non è che lo facciano di più. Va anche bene che non si voglia consumare la passione dopo venti minuti dal primo incontro, ...continue

    Diciamo nì. Lo diciamo perché va bene che i bad boys attizzano, ma esagerando non è che lo facciano di più. Va anche bene che non si voglia consumare la passione dopo venti minuti dal primo incontro, ma nemmeno trascinare la questione fino all’impazzimento ormonale (di lei). Per evitare spoiler non spiego qual è il problema del protagonista, che è un ragazzone bravissimo a picchiare la gente negli incontri clandestini, ma non è che averlo reso portatore di un problema REALE (il titolo originale di questo romanzo è REAL) possa scusarlo o renderlo più simpatico. Se poi la sua ragazza ci si tuffa a pesce perché si sente compresa, buon per lei, ma c’è un limite sottile fra l’amarsi e l’annullarsi e non so se in questo romanzo io l’ho capito. Forse no. Non lo rileggerei.

    said on 

  • 1

    No no no e ancora no!

    Metà del libro è incentrato su Brooke che sbava dietro a lui e lui la vuole ma non può..blablabla..
    l'altra metà sembra quasi più interessante ma boh... non ci siamo!
    Non mi è piaciuto. ...continue

    Metà del libro è incentrato su Brooke che sbava dietro a lui e lui la vuole ma non può..blablabla..
    l'altra metà sembra quasi più interessante ma boh... non ci siamo!
    Non mi è piaciuto.

    said on 

  • 2

    Quando devo parlare male di un libro una parte di me si dispiace un pò, ma è pur vero che è anche giusto dire la verità soprattutto a chi magari è un pò indeciso.
    Vi dirò che prima di leggere questo l ...continue

    Quando devo parlare male di un libro una parte di me si dispiace un pò, ma è pur vero che è anche giusto dire la verità soprattutto a chi magari è un pò indeciso.
    Vi dirò che prima di leggere questo libro avevo letto delle recensioni che non lo elogiavano anzi, ma a me piace sempre o quasi farmi un'idea mia delle cose e così mi sono buttata a capofitto nella lettura.
    Non nego che l'ho finito di leggere in appena due giorni ma alla fine sono più le cose che ho da dire a sfavore che altro.
    La storia è carina e molto appassionata, direi molto "fisica" se capite quel che intendo

    Lui è Remigton "Riptide" Tate ed è un pugile e non so quante volte la protagonista femminile si sofferma ad elogiare il suo fisico statuario e la sua bellezza (diciamo pure fino allo sfinimento) , lei è Brooke Dumas , un'ex atleta che lavora come terapista riabilitativa degli sportivi, e dopo un incontro e un mezzo sguardo seguito da un bacio che Remy le da ecco qui che inizia la perpetua umidità delle sue mutandine .
    Per buona parte del libro (lo so sono troppo buona ), per quasi tutto il libro Brooke e Remy si desiderano, si baciano ma il bel Remy non glielo dà perché ha paura che lei lo veda come un'avventura effimera e lui invece vuole molto di più....capite ?
    Il nostro Remy ha intenzioni serie ed è per questo che alla povera Brooke fa allungare il collo ....vuole essere sicuro dei suoi sentimenti !
    Che dolce vero ? Il problema è che Remy nasconde un segreto, una piccola cosetta che riguarda il suo carattere (una cosa che sinceramente non penso sia di poco conto) insomma non voglio svelarla ma vi dirò solo che il nostro Remy ha un caratterino non facile .

    Ora non so Voi mie care amiche di letture romantiche ma se provo a calarmi nei panni di Brooke e mi trovassi ad assistere ad un incontro di boxe in cui il mio uomo rischia il fegato, la cistifellea, la faccia , il naso e le costole (e non aggiungo altro) a me verrebbe da strapparmi i capelli , altro che incitarlo , inoltre per il suo stesso bene Remy è troppo dolce con la sua Brooke anche se un pò troppo geloso e possessivo (e con i problemi che si ritrova questo è un gran bel problema) .

    Insomma la parte romantica non sarà mielosa ma alcune parti sono dolci come quando Remy e Brooke di dicono ti amo attraverso la musica e le parole di una canzone visto che non riescono a dare voce ai loro sentimenti.
    A me la cosa che soprattutto ha dato fastidio è la continua isteria di Brooke nel dire e sottolineare dall'inizio alla fine quanto è figo quest'uomo e bla bla bla bla....mi veniva voglia di dire Ok, ho capito !!!! e che diamine !
    A parte tutto questo (dite che è poco ?) la storia è carina diciamo che si lascia leggere ma qualche sopracciglio alzato in alcuni punti ci sta

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    2

    Sei tu il mio stallone

    Io e il mio Saikebon al manzo ci osserviamo intensamente mentre facciamo riflessioni profonde su quest’altro sputo della letteratura trash.
    È incredibile come certi libri poveri di contenuti ti faccia ...continue

    Io e il mio Saikebon al manzo ci osserviamo intensamente mentre facciamo riflessioni profonde su quest’altro sputo della letteratura trash.
    È incredibile come certi libri poveri di contenuti ti facciano riflettere sull’ordine naturale delle cose e sull’intelligenza media degli abitanti della terra. Ma come mai questi libri sono famosi e altri no?
    Sarà per la stupidità collettiva? Può essere. Dopotutto leggo trash perchè mi diverte.
    Sarà per la pubblicità ingannevole? Non è da escludere.
    Sarà perché le nuove generazioni stanno mandando in pappa il quoziente intellettivo generale? Sì, forse è per questo.
    Ma veniamo al dunque. Al giorno d’oggi tutti possono scrivere, ma pochi riescono a emergere dalla calca insulsa degli originali e dei romanzi ben congeniati.
    E allora come si può fare per pubblicare un romanzo che venderà milioni di copie per la gioia delle CE?
    Semplice, rimanete con noi e passo dopo passo vi aiuteremo a scrivere il romanzo del secolo!

    Ingredienti:

    -Un manzo da monta bello, cavernicolo e dannato. Non importa se sia stupido, basta che sia bello. E ricco.
    -Un’ormonata. Descrivetela come anonima anche se è la più figa dell’universo. Fatela amante del buon cazzo e con un cervello grande quanto una nocciolina. Tanto nel corso del romanzo servirà solo a: a) lamentarsi b) scopare c) finire nei guai d) scopare e) litigare f) scopare.
    - Non serve una trama. I porno non c’è l’hanno.
    - Mi raccomando, questo punto è importante. Uno dei due deve essere bipolare. Meglio tutti e due.
    - Alzate il livello intellettivo del romanzo con personaggi secondari che non cattureranno l’attenzione di nessuno
    - Non badate a spese per descrivere gli incontri sessuali. Più aggettivi ci sono e meglio è.
    E ora potete ammirare il vostro romanzo di successo fatto e finito.
    Divertitevi a pulirvi il culo con i soldi del lettore medio.

    *tatatatan* fine pubblicità.

    Sperando di essere ancora viva dopo questa intro che non vuole offendere nessuno, ma spiega in modo molto sarcastico una verità universale dei giorni nostri, posso finalmente esporvi la mia soave idea su: Sei tu il mio per sempre.
    Grazie ad alcune recensioni e commenti letti in giro, il mio allarme per il trash è scoppiato manco si fosse fatto di nuovo di anfetamine. Ebbene, il risultato è stupefacente.
    A dire il vero ho già spiegato il romanzo nella pubblicità, perché (e non scherzo) è esattamente quello che succede. Così come in moltissimi altri romanzi pubblicati di recente.
    Ma veniamo a noi.
    Romanzo che parla del mondo della box. A chi non piacciono i combattimenti di box? Almeno, a chi non piacciono i lottatori? Adoni che manco il caro Michelangelo avrebbe potuto rappresentare in tutta la loro mascolinità da macho. Manca solo il tanga.
    Quindi, non è un mistero se già alla prima pagina, il luogo dell’incontro è sommerso per metà da fluidi vaginali. E già qui si capisce dove voglia andare a parare il libro.
    Qui troviamo Brooke, una ex atleta protagonista che, ovviamente, non è a suo agio ed è stata costretta ad accompagnare una sua amica a rifarsi gli occhi. Ricorda niente?
    Ebbene, quando spunta lui, Remy il Manzo, i due si guardano e s’innamorano.
    Ma che carini.
    Peccato che lui sia il classico stronzo con scatti di ira, che va a troie ecc ecc ecc
    Sì, è sempre la solita storia. Ve l’ho detto che non serve che ve lo illustri.
    Ad ogni modo, lui la assume come fisioterapista, anche se in realtà lo massaggia e basta (in ogni angolo del corpo). Ma vediamo che cosa ne pensa lei di questo lavoro:

    Il suo livello di glucosio sarà senz’altro basso, e massaggiarlo sarà come mettere le mani su un pretzel bollente. La semplice prospettiva fa diventare bollente anche me. Fare questo lavoro è un sogno che si avvera, ma il tatto ha un’importanza fondamentale e con lui sarà davvero una sfida.

    Grazie Brooke per questo brillante intervento.
    Scherzi a parte, per tutto il romanzo ero costantemente preoccupata per la sua salute. Probabilmente soffre di un caso grave di disidratazione visto che è perennemente bagnata. Sì, forse dovrebbe farsi vedere da un ginecologo. Non so se sia molto normale avere così tante perdite.
    Ma a Remy non sembra importare molto.
    Insomma, i due passano settimane d’inferno perché lei vuole scopare e lui no. Poverino, è già cotto. Il motivo è semplice: è bipolare. E glielo rivela giusto un attimo prima di montarla in tutte le posizione del Kamasutra e oltre. Quest’uomo ha una resistenza epica. Mi chiedo come non gli caschino ancora i coglioni.
    Tuttavia, la reazione di Brooke a tale rivelazione sarà da premio Nobel per… Boh. Decidete voi.

    Il mio cuore ha smesso di battere. Non so bene cosa significhi la parola “bipolare” – non ho mai conosciuto nessuno affetto da questa malattia –, ma ripensando alle ultime settimane, inizio a capire qualcosa.

    Brooke, leggiti After. È più valido di un manuale di psicologia.
    Dunque, dopo cotanta intelligenza, è giusto esporvi anche il problema principale del romanzo: la sorellina di Brooke è l’amante di Scorpion, il rivale di Remy, che ci tiene così tanto a lei da riempirla di cocaina dalla mattina alla sera.
    Brooke cerca di salvarla dalle grinfie del bruto alle spalle di Remy, ma lui non lo accetterà proprio bene e così verrà segretamente a patti con il rivale.
    Se perderà il campionato, libererà la sorella della sua… amante?
    Dunque, Remy si fa massacrare letteralmente e per ringraziarlo, Brooke lo molla.
    Perché: non può sopportare un dolore simile.
    Ma tanto tutto si sistema, la sorella ritorna a casa grazie a Remy e lui parte con un monologo così lungo sul quanto e perché la ama che nemmeno Shakespeare avrebbe potuto fare.
    L’epilogo è come sempre dal punto di vista di lui a un passo del diabete.
    Quindi: questo romanzo è bello? Per niente.
    Fa almeno ridere? Certamente, è per questo che l’ho letto.
    Che cosa mi ha lasciato? La voglia di una bistecca. Grazie al cielo nel mio cervello non c’è più un criceto ma uno scoiattolo, altrimenti sarebbe entrato in coma etilico.
    Altro che pugili.
    Gli scoiattoli sono dei veri bad ass.

    said on 

  • 1

    Terribile...

    Giudizio reale: MENO 5 STELLINE!

    Leggere questo libro è stato un supplizio e con enorme sollievo ora potrò passare ad altro!

    La storia di Brooke, “ho le cascate del Niagara tra le cosce”, e Remy, “son ...continue

    Giudizio reale: MENO 5 STELLINE!

    Leggere questo libro è stato un supplizio e con enorme sollievo ora potrò passare ad altro!

    La storia di Brooke, “ho le cascate del Niagara tra le cosce”, e Remy, “sono il figlio segreto di Tarzan e Cheeta”, è veramente vuota, insulsa e banale.
    I personaggi sono ridicoli e la trama insignificante.

    Brooke ha un quoziente intellettivo di due: sì, 2 come i poveri neuroni che giocano a nascondino nel suo cervello non trovandosi mai. Penso ci siano delle correnti d’aria visto l’assenza di materia grigia. Lei ha un unico obiettivo: farsi Remy, punto! Certo, la cara Evans ci sbatte dentro cose “Io lo amo, voglio stare con te per sempre”… ma per favore, quella vuole solo una cosa: il suo enorme e grosso …

    Brooke è rimasta eccitata e bagnata per tutte le 300 pagine del libro, stava per andare in autocombustione a un certo punto… Ha bisogno solo di una cosa, in pratica davanti ai suoi occhi c’è solo una parola che lampeggia (inizia con CA e finisce con…) a lei non interessa nient’altro, infatti alla prima difficoltà se la fila…

    Remy è un gorillone che spiaccica 2 frasi in croce in tutto il libro: “Tu sei mia, io sono tuo, ti voglio, voglio scoparti”. STOP. FINE. Caspita, come si fa a non innamorarsi della profondità di questo tizio?

    Non so quante volte i due hanno passato il tempo ad annusarsi, Brooke appena sente l’odore di Remy va su di giri, ed inizia a far sgorgare fiumi di fluidi… imbarazzante! Normale, dopo una giornata passata in palestra ad allenarsi avere un buon odore, no? Ma non c’è niente che tenga con Brooke, appena sente l’odore di Remy è tutta un fremito! Neanche avesse il pisello aromatizzato!

    Penso che il troppo stroppia, e va bene l’attrazione e l’eccitazione, ma quando c’è solo quella iI libro si svuota di qualsiasi contenuto.

    Per tutto il libro mi è sembrato di essere dentro a una specie di documentario di SuperQuark:

    ”La femmina in calore che spande per l’aria i suoi feromoni, il maschio che li capta, arriva, la annusa, le monta addosso e le morde il collo marcando il suo territorio”.

    La frase simbolo del libro è:

    “Ti piace quando mi spalmo sulla tua pelle?”.
    Dio, adoro che si identifichi con il suo seme.

    Ahhhhhh! Questo dovrebbe fare eccitare e sospirare le lettrici?

    Stendiamo un velo pietoso sulla migliore amica di Brooke, Melanie: è veramente imbarazzante, sboccata, parla solo di sesso e chi vuole farsi…

    Non riesco proprio a salvare niente di questo libro, e penso con orrore che ci sarà un seguito e addirittura uno scritto dal POV di Remy…

    AIUTO, VI PREGO NO!

    said on 

  • 4

    Un libro da leggere tutto d'un fiato

    Dopo aver letto opinioni discordanti su questo libro dalle 'professoresse' dei vari blog, ho deciso di prendere il toro per le corna e di farmi un'opinione mia visto che i miei gusti a volte non colli ...continue

    Dopo aver letto opinioni discordanti su questo libro dalle 'professoresse' dei vari blog, ho deciso di prendere il toro per le corna e di farmi un'opinione mia visto che i miei gusti a volte non collimano con quelle degli altri. Infatti dopo le prime pagine... Cavolo!! Posso dire di aver trovato uno di quei libri che ti acchiappano immediatamente. La storia tra Brooke e Remington è come un fiume in piena e travolge il lettore fin dalle prime righe. Certo ci sono dei punti nel libro in cui ti verrebbe da prendere a schiaffi la protagonista ma sono cosucce superabili. A chi ama trovare quei libri da rileggere una volta finiti mi sento di dire che questo è uno di questi. Certo poi ognuno ha i suoi gusti ma io consiglio di leggerlo dopodiché o lo odiate o lo amate. A voi l'arduo giudizio. Buona lettura!!

    said on 

  • 1

    Recensione sul blog "La biblioteca del libraio"

    http://labibliotecadellibraio.blogspot.it/2015/08/trame-e-opinioni-sei-tu-il-mio-per.html

    Che peccato... Finito il libro ho pensato questo, perché le potenzialità c’erano eccome.
    La storia è carina, è ...continue

    http://labibliotecadellibraio.blogspot.it/2015/08/trame-e-opinioni-sei-tu-il-mio-per.html

    Che peccato... Finito il libro ho pensato questo, perché le potenzialità c’erano eccome.
    La storia è carina, è anche diversa dal solito e si affaccia su temi belli e poco trattati, ma è, secondo me, sviluppata male. Si dà risalto unicamente all’attrazione fisica che Brooke ha nei confronti di Remy. E basta. Il libro è scritto in prima persona dal punto di vista di Brooke e praticamente lei passa tutto il tempo a contemplare il fisico di Remy e a lodarlo. Lei oltretutto è una ragazza forte, un’ex atleta, che ha subito un infortunio che le ha precluso ogni possibilità di andare alle olimpiadi, il suo sogno, ma nonostante tutto è riuscita ad andare avanti nella vita. Però questo è trattato poco, appena accennato. Ora fa la fisioterapista e passa il tempo ad elencare i vari muscoli di Remy e a pensare a come sarebbe bello toccarli, baciarli. A me i libri un po’ più piccanti piacciono, ma comunque la storia deve esserci. In questo libro c’è ma non viene sviluppata, non viene espressa. Remy poi è un bel personaggio, con i suoi misteri, i suoi lati bui e i suoi problemi. Anche qui poco risalto. E’ stato cacciato dai circuiti ufficiali di boxe e combatte nei campionati clandestini. Io non conosco bene nemmeno quelli ufficiali e finito il libro ne so come prima. Non ha chiarito come sono, come si svolgono, se sono pericolosi, niente. Dà una spiegazione sommaria dell’espulsione ma nulla più. Secondo me, una delucidazione sia di quando è stato squalificato che del mondo della boxe clandestina era necessaria. Poi vorrei ancora parlarvi dei personaggi secondari. Remy ha due amici/collaboratori. Io li ho confusi per tutto il libro, ancora adesso non ho ben presente chi sia l’uno o l’altro. So solo che sono ovviamente molto belli e dal bel fisico. La caratterizzazione dei personaggi manca completamente, punta tutto sulla prestanza fisica. E il personaggio della sorella di Brooke è a dir poco assurdo. Viene spiegato un pochino di più ma poi le sue azioni e suoi comportamenti, così come i sentimenti e le emozioni che Brooke prova per lei non sono né chiariti né detti. Viene elencato cosa succede e basta. Insomma è stata una lettura scorrevole, sicuramente leggera, che però mi ha profondamente delusa.

    said on