Red

Di

Editore: Corbaccio

4.1
(2513)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 205 | Formato: eBook | In altre lingue: (altre lingue) Tedesco , Spagnolo , Portoghese , Catalano , Inglese , Francese

Isbn-10: 8863802351 | Isbn-13: 9788863802351 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Copertina rigida , Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura , Fantascienza & Fantasy , Adolescenti

Ti piace Red?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 4

    Rosso Rubino, i consigli di Facebook e le letture divertenti

    Mi viene spesso il blocco del lettore. Rimango particolarmente annoiato da una lettura e questo mi porta a rimanere digiuno di libri per settimane intere. Avendo svariate passioni (dal cinema alla mus ...continua

    Mi viene spesso il blocco del lettore. Rimango particolarmente annoiato da una lettura e questo mi porta a rimanere digiuno di libri per settimane intere. Avendo svariate passioni (dal cinema alla musica passando per il fumetto e le serie tv) ci sono periodi in cui sono più fissa con uno di questi campi dell'intrattenimento finendo per ignorare gli altri. Poi però ci sono i libri che mi divertono, che scorrono bene, che leggo con curiosità, e questo mi è successo con Red, libro che mi è stato consigliato su Facebook da diverse persone. Avevo scritto uno stato chiedendo consigli e la risposta di un'amica è stata: "sono sicuro che questo soddisferà la fanciulla adolescente che sei in realtà!" e ci hanno preso. Vero tutto: i personaggi sono abbastanza stereotipati, alcune scelte sembrano insensate (con la speranza che vengano spiegate nei tomi successivi), ma nonostante tutto mi sono divertito. L'ambientazione londinese ricca di segreti con i viaggi nel tempo come elemento portante mi ha coinvolto (vivendo a Londra mi immedesimavo ancora di più con i protagonisti) e sono veramente curioso di leggere gli altri due libri della trilogia!

    ha scritto il 

  • 3

    Carino..se ti piace il genere!

    Classico libro YA.. ..assolutamente in linea con le aspettative! Si legge tutto d'un fiato e chiaramente ti fa venir voglia di passare subito al seguito!
    Ovviamente non ha alcuna pretesa di alta lette ...continua

    Classico libro YA.. ..assolutamente in linea con le aspettative! Si legge tutto d'un fiato e chiaramente ti fa venir voglia di passare subito al seguito!
    Ovviamente non ha alcuna pretesa di alta letteratura...

    ha scritto il 

  • 4

    Red

    Ho iniziato a leggere questa trilogia per puro caso, sicura di abbandonare il libro a metà. Invece, pagina dopo pagina, ne ero sempre più conquistata, sempre più affascinata da questa strana storia fa ...continua

    Ho iniziato a leggere questa trilogia per puro caso, sicura di abbandonare il libro a metà. Invece, pagina dopo pagina, ne ero sempre più conquistata, sempre più affascinata da questa strana storia fatta di viaggiatori nel tempo, sette segrete, bellissimi rapporti di amicizia ed una protagonista veramente simpatica nella quale è facile rivedersi ed impossibile non sostenerla ed incoraggiarla.
    Non ho fatto in tempo a finire il primo che sono corsa a comprare gli altri due.
    Lo consiglio veramente a tutti coloro che vogliono leggere un libro carino, ben scritto, con una trama coinvolgente.
    Spero che gli altri due libri non mi deludano.

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    3

    IN REALTÀ, sarebbero due stelline e mezzo

    Il libro intrattiene. Non è un capolavoro, verrà rimosso dalla mia mente molto presto, ma ha dei pregi. Prima di tutto, la protagonista NON È LAGNOSA. Pericolo reale, quando si leggono libri young adu ...continua

    Il libro intrattiene. Non è un capolavoro, verrà rimosso dalla mia mente molto presto, ma ha dei pregi. Prima di tutto, la protagonista NON È LAGNOSA. Pericolo reale, quando si leggono libri young adult con protagoniste femminili che si ritrovano all'improvviso in una situazione strana.
    E già qui, prende punti.
    Non la trovo così imbranata come dicno alcune recensioni, è semplicemente normale, un po' spaesata e affronta più che egregiamente il caos che si ritrova addosso nel giro di 24 ore.
    C'è stata persino documentazione per descrivere un minimo Londra (molti romanzi sono ambientati "a new york" "parigi" "roma", ma a parte un monumento schiaffato sullo sfondo della copertina, potrebbero essere ovunque), come anche per il vestiario.
    Disgraziatamente, però, perde molto delle possibilità che il tema avrebbe potuto offrire, scadendo nel combloddo alla codice da vinci, e facendo innamorare la ragazzina del ragazzino, e il ragazzino della ragazzina....assolutamente improbabile, e diseducativo se proprio vogliamo (mi tratta di merda->è fico!).
    L'ho trovato anche frettoloso, mentre si dilunga su descrizioni un po' improbabili sull'ambiente circostante. dico improbabili, perché la protagonista parla in prima persona, e dubito che una si metta a descrivere per filo e per segno ogni singolo aspetto delle stanze, strade ecc nel bel mezzo dell'azione...

    È scorrevole e si legge in un pomeriggio, a intrattenere, intrattiene.
    Il film tratto da questo libro è persino decente.
    Se non avete idea di cosa regalare ad una ragazzina, o anche ragazzino (onestamente è abbastanza unisex, anche se per me i libri sono sempre unisex :) ) va più che bene, ed è superiore alla media del calderone del genere.
    Leggerò il secondo.

    (ps: la copertina italiana fa schifo rispetto a quelle estere :( )

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    2

    La fiera della banalità

    Premetto che questo non è il mio genere, non lo apprezzo particolarmente ma ho voluto dargli una chance per cambiare un pò... Pessima idea. Il libro è veramente banale, i personaggi sono i soliti già ...continua

    Premetto che questo non è il mio genere, non lo apprezzo particolarmente ma ho voluto dargli una chance per cambiare un pò... Pessima idea. Il libro è veramente banale, i personaggi sono i soliti già visti e rivisti: lei è la pecora nera della famiglia, snobbata da tutti in particolare dalla cugina altezzosa ovviamente magrissima, bellissima, intelligentissima, dotatissima, che rimane delusissima quando scopre che non erediterà il potere di viaggiare nel tempo perchè la cugina tonta l'ha acquisito al posto suo. Tragedia delle tragedie che porterà a settordici pagine inutili di liti familiari, insulti, discussioni a non finire che annoiano a morte... Lui, il protagonista maschile, neanche a dirlo è tanto bello quanto arrogante, irritante, pesante, petulante. E ovviamente dopo 2 giorni che si conoscono, dopo che lui l'ha umiliata e scoraggiata, si innamorano. MA VERAMENTE?! Il tema dei viaggi nel tempo aveva del potenziale che secondo me è stato sfruttato male.
    Di positivo c'è che è ambientato a Londra, la mia città preferita e rivivere i luoghi che ho amato è stato un piacere e che è molto scorrevole, per cui almeno sono riuscita a leggerlo velocemente, ma la trama purtroppo è noiosa. Tante parole e pochi fatti. Conoscendo il mio masochismo probabilmente leggerò anche i seguiti ma non capisco tutto l'entusiasmo scatenato da questa saga.... Qualcuno mi illumini per favore.

    ha scritto il 

  • 5

    Scrivere sui viaggi nel tempo è sempre difficile perchè le trame del passato/presente/futuro poi si intrecciano in modo errato e si va a cadere in errori banali. Però la Gier ci riesce, e lo fa anche ...continua

    Scrivere sui viaggi nel tempo è sempre difficile perchè le trame del passato/presente/futuro poi si intrecciano in modo errato e si va a cadere in errori banali. Però la Gier ci riesce, e lo fa anche bene a mio avviso. I suoi personaggi mi ricordano vagamente quelli di un'altra saga, ma risultano ugualmente originali e godibili.

    ha scritto il 

  • 4

    Molto scorrevole, si fa leggere volentieri. Bella storia, da piccola sognavo di poter viaggiare nel tempo.... È ora mi è sembrato di farlo. Ora posso guardarmi anche il film è commentare le cose non r ...continua

    Molto scorrevole, si fa leggere volentieri. Bella storia, da piccola sognavo di poter viaggiare nel tempo.... È ora mi è sembrato di farlo. Ora posso guardarmi anche il film è commentare le cose non rispettate del libro...

    ha scritto il 

  • 5

    Red

    Red è il primo libro della trilogia delle gemme, ambientato in Germania. La protagonista si chiama Gwendolyn e fa parte di una famiglia speciale in cui fa parte di una loggia segreta, sconosciuta anch ...continua

    Red è il primo libro della trilogia delle gemme, ambientato in Germania. La protagonista si chiama Gwendolyn e fa parte di una famiglia speciale in cui fa parte di una loggia segreta, sconosciuta anche dai componenti della famiglia. Ogni famiglia ha una prescelta in cui puo farne parte e deve avere il potere di trasmigrare nel passato. Si pensava che fosse la cugina di Gwendolyn ma un giorno mentre stava andando a comprare le caramelle alla zia, alla protagonista succede qualcosa; riesce a trasmigrare e lei spaventata lo dice subito alla sua migliore amica che fa ricerche sulla loggia. Gwendolyn lo dice alla madre che la porta alla loggia e con rabbia la zia e la nonna non accettano il fatto che sia lei e non la cugina.
    Gwendolyn non era al corrente di nulla, di quello che doveva fare, quello che le stava succedendo e in poco tempo doveva imparare molte cose che grazie all'aiuto del suo compagno di viaggi nel passato , Gideon, riesce a superare le difficoltà. Una storia d'avventura ma allo stesso tempo d'amore per i due ragazzi. Negli altri due libri le cose si complicheranno ma alla fine tutto si risolverà nel miglior dei modi.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per
Ordina per