Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Relic

La creatura venuta dal passato

Di ,

Editore: Sonzogno

3.9
(939)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 378 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Portoghese , Olandese , Francese , Ceco , Ungherese , Chi tradizionale , Polacco , Chi semplificata

Isbn-10: 8845409023 | Isbn-13: 9788845409028 | Data di pubblicazione: 

Traduttore: F. Bruno

Disponibile anche come: Altri , Paperback , eBook

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Ti piace Relic?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Quando una squadra di archeologi (in missione per studiare la tribù dei Kathoga) viene ritrovata selvaggiamente massacrata nelle foreste pluviali dell'Amazzonia, tutto ciò che ne resta è una cassettina di reperti e di campioni botanici, che viene inviata a New York per essere ospitata nei sotterranei del museo di Storia naturale. Ma il cuore nero dell'Amazzonia non dimentica... Poco prima dell'apertura di una grande mostra dedicata al tema della "superstizione", strani eventi si verificano al museo sino al punto in cui la gente comincia a morire selvaggiamente squarciata da "qualcosa" di straordinaria violenza. Una studentessa che lavora al museo scopre i legami tra questi omicidi, la spedizione in Amazzonia e una strana statuetta...
Ordina per
  • 5

    好久沒有讓我如此沸騰的推理小說!

    緊張、刺激,充滿懸念的推理小說,搭配《聖骨之匣》閱讀會更有樂趣。人到底在地球的演化史上扮演怎樣的地位,是破壞,還是推手?人真的能夠控制或創造新的自然環境嗎?本書皆有針對上述問題的精彩探討。科學界的明爭暗鬥,媒體的嗜血腥羶,警界的地盤意識,與演化交織出精彩的火花。

    ha scritto il 

  • 3

    El primer libro de la saga del agente Pendergast es una pequeña joya. Muy bien escrita y documentada, te va atrapando poco a poco hasta el sorprendente final. Si hay alguna pega, es que hay partes ...continua

    El primer libro de la saga del agente Pendergast es una pequeña joya. Muy bien escrita y documentada, te va atrapando poco a poco hasta el sorprendente final. Si hay alguna pega, es que hay partes del libro muy pesadas dado que interrumpen la acción de los acontecimientos. No obstante, precisamente por eso no puedes dejar de leerlo hasta el final.

    ha scritto il 

  • 3

    Cinematografico. E' il modo migliore per descriverlo. Una successione di scene brevi in cui si muovono un bel po' di personaggi portando avanti pezzetto per pezzetto una trama pensata per assemblarsi ...continua

    Cinematografico. E' il modo migliore per descriverlo. Una successione di scene brevi in cui si muovono un bel po' di personaggi portando avanti pezzetto per pezzetto una trama pensata per assemblarsi come un puzzle. Nella seconda metà del libro, in cui domina la componente thriller, le scene terminano sempre più spesso tronche e in climax per spingere il lettore ad andare avanti. Non mi sorprende che ne abbiano tratto un film, praticamente la sceneggiatura è tutta già qui.

    Belli i personaggi. Anche quelli che compaiono per poco sembrano verosimili. L'unico poco realistico è proprio Pendergast con le sue peculiarità, ma, appunto, era così particolare che poi gli autori gli hanno dedicato un'intera serie di romanzi.

    Dopo aver letto una serie di libri con traduzioni atroci, finalmente uno con una traduzione davvero ottima. Apprezzatissima.

    ha scritto il 

  • 4

    La nascita di Aloysius

    Ebbene, finalmente ho visto "nascere" l'agente dell'FBI Aloysius Pendergast e poi ho scoperto che fisicamente assomiglia a Andy Warhol. Confrontando con altri libri letti di Preston & Child -sempre ...continua

    Ebbene, finalmente ho visto "nascere" l'agente dell'FBI Aloysius Pendergast e poi ho scoperto che fisicamente assomiglia a Andy Warhol. Confrontando con altri libri letti di Preston & Child -sempre con Pendergast protagonista- che sono usciti dopo c'è qualcosa che non mi torna dal punto di vista sentimentale, devo farmene un'idea al più presto. Come? Dite che sto spettegolando? Ehi, sto parlando di Pendergast mica di uno qualunque... Che dire di questo libro? È bello, è avvincente, è un thriller -vi avviso che è cruento- ed è horror e quest'ultimo è un genere che non amo, ma provate ad indovinare chi riesce a renderlo elegante? Esatto proprio lui: Pendergast. Anche se devo dire ho apprezzato molto Smithback il giornalista che con la sua simpatia e irriverenza ha alleggerito un poco la tensione. Relic ha un finale a sé, potrei chiudere qua e ne sarei soddisfatta, ma c'è un seguito -Reliquary- e mica posso lasciare Pendergast tutto solo a risolvere i guai no? Ha bisogno di una mano, meglio che me lo legga subito....

    ...e poi un grazie a Francesco che mi ha passato l'elenco con l'ordine esatto di lettura da seguire, perchè da sola stavo facendo un pastrocchioooo.....

    ha scritto il 

  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Superstizioni...

    Dopo un inizio un po’ strano e una narrazione fuori dagli schemi il libro si trasforma: emozionante ed avvincente, tiene il lettore con il fiato sospeso fino alla fine.

    Primo libro della serie ...continua

    Dopo un inizio un po’ strano e una narrazione fuori dagli schemi il libro si trasforma: emozionante ed avvincente, tiene il lettore con il fiato sospeso fino alla fine.

    Primo libro della serie Pendergast che prende il nome dal suo protagonista, un misterioso e strano agente speciale dell'FBI Aloysius Pendergast.che sembra essere specializzato in misteri “particolari”. Il libro si svolge quasi interamente nel Museo di Storia Naturale di New York, tra una mostra in fase di allestimento, strani ricercatori e curatori e una serie inspiegabile di vittime.

    Perché alla vigilia dell’inaugurazione della mostra “Superstizione” si stanno susseguendo queste uccisioni? Fa tutto parte di una macabra pubblicità per la mostra o….esiste davvero il mostro del museo di cui tutti bisbigliano e raccontano?

    Ottimo thriller/horror della coppia di autori Preston & Child; il secondo che ho affrontato dopo aver letto qualche anno fa “il libro dei morti”. Sicuramente continuerò con la serie di Pendergast!

    voto finale: 4 stelline e ½

    ha scritto il 

  • 4

    Primo libro della ditta Preston & Child e primo in cui compare il detective Pendergast. Un personaggio di cui mi farebbe piacere approfondire la conoscenza. Ottimo thriller/horror ambientato al Museo ...continua

    Primo libro della ditta Preston & Child e primo in cui compare il detective Pendergast. Un personaggio di cui mi farebbe piacere approfondire la conoscenza. Ottimo thriller/horror ambientato al Museo di Storia Naturale di New York con un finale del tutto inaspettato.

    ha scritto il 

  • 3

    10.12.2014 Iniziamo la saga Pendergast. 12.12.2014 Devo dire che in questo primo libro l'agente speciale P è meno presente che nell'altro che ho letto, probabilmente gli autori dovevano ancora ...continua

    10.12.2014 Iniziamo la saga Pendergast. 12.12.2014 Devo dire che in questo primo libro l'agente speciale P è meno presente che nell'altro che ho letto, probabilmente gli autori dovevano ancora definire i dettagli del personaggio. Sempre informato su tutto ma non così presente. Si direbbe quasi un personaggio di secondo piano ma aspetto un botto finale. 17.12.2013 Questo primo libro rivela un aspetto un po' horror, un po' fantasy e un po' fantascientifico che non avevo riscontrato ne "l'isola dei folli" e che non mi piace troppo. Il personaggio P è ancora un po' grezzo, il suo modo di lavorare si intravede, insomma un romanzo non del tutto completo. E la storia rtroppo fuori dal mondo, per questo parlo di fantasy. Vedremo con i prossimi.

    ha scritto il 

  • 1

    Me lo avevano consigliato in molti motivo per il quale mi aspettavo grandi cose da questo romanzo, se si potessero mettere stelline in negativo le avrei messe. PESSIMO!!!!!!

    ha scritto il 

  • 3

    Il modo di scrivere di Preston e Child su questi thriller un po' fuori dall'ordinario mi piace molto. Penso che siano molto bravi a tenere alta la tensione. Purtroppo (o per fortuna, dipende dai ...continua

    Il modo di scrivere di Preston e Child su questi thriller un po' fuori dall'ordinario mi piace molto. Penso che siano molto bravi a tenere alta la tensione. Purtroppo (o per fortuna, dipende dai punti di vista), ho affrontato "Relic" dopo aver letto "La stanza degli orrori" e devo dire che ho trovato molto del secondo nel primo (anche se, cronologicamente parlando, sarebbe più corretto dire il contrario). Fra le varie cose, porto ad esempio i personaggi di Margo Green e Nora Kelly che, a mio parere, sono piuttosto simili: a partire dal loro brutto vizio di andare in giro da sole in labirintici spazi bui mentre in giro c'è uno squartatore omicida. Per questo motivo non sono riuscita ad apprezzarlo a pieno, tuttavia l'ho letto lo stesso con piacere.

    ha scritto il