Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Reputation-Based Governance

By

Publisher: Stanford University Press

4.8
(4)

Language:English | Number of Pages: 240 | Format: Hardcover

Isbn-10: 0804773297 | Isbn-13: 9780804773294 | Publish date:  | Edition 1

Category: Political

Do you like Reputation-Based Governance ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
It would be easy to cheat someone on eBay. However, an essential
characteristic of the site prevents this from happening: buyer and seller reviews form what amounts to an "index of reputation." The availability of such an index provides a strong incentive to be an honest trader.

Reputation-Based Governance melds concepts from businesses like eBay with politics. Author Lucio Picci uses interdisciplinary tools to argue that the intelligent use of widely available Internet technologies can strengthen reputational mechanisms and significantly improve public governance.

Based on this notion, the book proposes a governance model that leans on the concept of reputational incentives while discussing the pivotal role of reputation in politics today. Picci argues that a continuous, distributed process of assessing policy outcomes, enabled by an appropriate information system, would contribute to a governance model characterized by effectiveness, efficiency, and a minimum amount of rent-seeking activity.

Moreover, if citizens were also allowed to express their views on prospective policies, then reputation-based governance would provide a platform on which to develop advanced forms of participative democracy.

Sorting by
  • 5

    It is not so horrible to be honest

    Fa bene, nel cicaleccio indistinto del dibattito politico italiano, leggere un libro che di politica invece parla davvero, politica intesa come realizzazione del bene comune da parte di chi ha il potere e come partecipazione democratica alle scelte da parte di chi di queste scelte è destinatari ...continue

    Fa bene, nel cicaleccio indistinto del dibattito politico italiano, leggere un libro che di politica invece parla davvero, politica intesa come realizzazione del bene comune da parte di chi ha il potere e come partecipazione democratica alle scelte da parte di chi di queste scelte è destinatario. Si legge abbastanza facilmente anche da chi come me non è uno scienziato politico. Mi ha stupito che perfino i modelli matematici suggeriti per il calcolo degli incentivi di reputazione sono comprensibili al neofita, anche grazie ai numerosi esempi tratti dalla storia, che rendono più divertente la lettura. Tra questi : le decisioni di Cesare e la sua reputazione, la politica di Stalin, la costruzione della Tour Eiffel. Ho sempre pensato che la natura umana sia collaborativa piuttosto che competitiva e oggi le neuroscienze e la biologia evolutiva sembrano darmi ragione. Del resto il capolavoro dell’arte europea per me è il palazzo dell’ Alcàzar di Siviglia, frutto della collaborazione di artisti cristiani, ebrei e mussulmani. Il libro di Lucio mi fa scoprire con piacere che anche lo scienziato politico vede emergere qui e lì i benefici risultati delle scelte di collaborazione: il software open-source, forme avanzate e trasparenti di governo, Internet, progetti realizzati da utenti che lavorano assieme attraverso la rete. Forse la forza del pensiero unico economico che vede nella competizione del capitale l’unico paradigma in grado di muovere l’umanità sta davvero incominciando a sgretolarsi.

    said on 

  • 5

    Più avvincente di un romanzo, più esaustivo della Treccani, più utile di un minipimer, questo libro, con la sua elegante sovracoperta nei colori moda dell'estate, non può mancare nelle vostre librerie o gettato con nonchalance sul tavolino del salotto.
    E poi, volendo, si può anche leggere!
    Ovviam ...continue

    Più avvincente di un romanzo, più esaustivo della Treccani, più utile di un minipimer, questo libro, con la sua elegante sovracoperta nei colori moda dell'estate, non può mancare nelle vostre librerie o gettato con nonchalance sul tavolino del salotto. E poi, volendo, si può anche leggere! Ovviamente il fatto che l'autore sia mio fratello, non ha minimamente influenzato il mio giudizio.

    said on