Requiem

Voto medio di 1085
| 145 contributi totali di cui 130 recensioni , 13 citazioni , 0 immagini , 1 nota , 1 video
In uno stato a metà tra la coscienza e l'incoscienza, l'esperienza del reale ela percezione del sogno, un uomo si trova a mezzogiorno, senza sapersi spiegare come, nella Lisbona deserta e torrida dell'ultima domenica di luglio. Sa diavere delle ... Continua
Ha scritto il 25/02/17
Più che un romanzo, sono una serie di brevi racconti onirici che, a parte il protagonista, vedono personaggi ogni volta diversi. Insomma, Tabucchi questa volta non mi ha coinvolto. D'altra parte mi serviva un libro facile e breve da leggere ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 19/01/17
Ormai l'anima non ce l'ho più, adesso ho l'Inconscio, ho preso il virus dell'Inconscio, è per questo che sono qui.. è per questo che sono stato capace di trovarti.
Antonio Tabucchi tornò in Italia qualche anno dopo essere stato a Lisbona. Scrisse saggi, romanzi, racconti, testi teatrali tradotti in tutto il mondo. Era passato alla Storia della narrativa italiana come il < < Padrone del tempo>, e sebbene sino adesso non avevo ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 15/09/16
"Abbiamo sempre bisogno di una storia anche quando sembra di no."
Letto e finito in una calda giornata di luglio, in riva al mare....sognando Lisbona....come da tante estati, ormai....Romanzo scritto in portoghese da un italiano amante del Portogallo come me. Libro che ha portato fortuna alla squadra lusitana, ..." Continua...
  • 4 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 20/08/16
"(...) non crede che sia proprio questo che la letteratura deve fare, inquietare?"
  • Rispondi
Ha scritto il 30/07/16
somiglianze di famiglia
cos'hanno in comune marquez, amado, borges, cortazar, soriano, vargas llosa e potrei aggiungere bolano (se solo l'avessi mai letto)?e io che ne so?Non c'è "libro" che si rispetti che non citi, rimandi o parli di qualche altro "libro": questa volta ..." Continua...
  • Rispondi

Ha scritto il Feb 22, 2015, 12:33
Non sarà per caso un pochino egocentrico? chiesi. Chiaro che sì, rispose lui, sono egocentrico, ma che ci vuol fare, tutti i poeti sono egocentrici, e il mio ego ha un centro molto speciale, d'altronde se volessi dirle dove si trova questo centro ... Continua...
Pag. 119
  • Rispondi
Ha scritto il Feb 20, 2015, 14:05
La casa di campagna era immerso nel silenzio, si era levata una brezza fresca che accarezzava le foglie del gelso. Buonanotte, dissi, o meglio: addio. A chi, o a che cosa, stavo dicendo addio? Non lo sapevo bene, ma era quel che mi andava di dire ad ... Continua...
Pag. 128
  • Rispondi
Ha scritto il Apr 28, 2014, 19:28
...e la simpatia è il miglior regalo che si possa fare a una persona che neanche si conosce.
Pag. 64
  • Rispondi
Ha scritto il Mar 24, 2014, 21:38
[...] per quel che mi riguarda io ho sempre preferito il materiale all'immaginario, o meglio mi è sempre piaciuto ravvivare l'immaginario col materiale, immaginario sì, ma con giudizio, anche l'immaginario collettivo, bisogna cantarglielo chiaro ... Continua...
Pag. 45
  • Rispondi
Ha scritto il Mar 23, 2014, 16:21
Figlio, disse la Vecchia Zingara, ascolta, così non può andare, non puoi vivere da due parti, dalla parte della realtà e dalla parte del sogno, così ti vengono le allucinazioni, sei come un sonnambulo che attraversa un paesaggio a braccia tese e ... Continua...
Pag. 29
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Apr 18, 2017, 05:24
Ho avuto una giornata piena di storie, dissi, non credo che me ne servano altre.
L'uomo incrociò le gambe, appoggiò il mento sulle mani con aria meditabonda e disse:
abbiamo sempre bisogno di una storia, anche quando sembra di no.
Pag. 110
  • Rispondi

Ha scritto il Feb 18, 2015, 13:59
Gymnopédie No.1
Autore: Erik Satie
  • Rispondi

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi