Resta anche domani

Di

Editore: A. Mondadori (Chrysalide)

3.8
(825)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 246 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese , Portoghese , Francese , Catalano , Olandese , Tedesco

Isbn-10: 8804646799 | Isbn-13: 9788804646792 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: S. Mambrini

Disponibile anche come: Paperback

Genere: Narrativa & Letteratura , Rosa , Adolescenti

Ti piace Resta anche domani?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Ordina per
  • 3

    Vivere o morire?

    Quando perdi per sempre coloro che ami e rischi di andartene pure tu, qual è la scelta migliore? Morire per seguirli o vivere per andare avanti? E cosa rimane se si resta? Come si può superare un dolo ...continua

    Quando perdi per sempre coloro che ami e rischi di andartene pure tu, qual è la scelta migliore? Morire per seguirli o vivere per andare avanti? E cosa rimane se si resta? Come si può superare un dolore così immenso?
    Sono queste le domande che, con una sensibilità molto grande e ben riuscita, il romanzo si pone tramite il personaggio di Mia, in coma con il corpo ma cosciente con lo spirito, che trasporta il lettore in una narrazione duplice, parallela, che si dipana tra flashback è presente.
    Vi sono aneddoti riguardanti la sua vita passata, volti ad evidenziare la sua sfrenata passione per il violoncello e la musica classica, la relazione col così da lei diverso Adam, la grande amicizia con Kim, dilemmi fra il mantenere il suo grande amore o seguire i propri sogni, il disagio di sentirsi un pesce fuor d'acqua in un mondo che ormai sembra totalmente immerso nella musica rock... Ma soprattutto vengono narrati malinconici ricordi e momenti intimi di famiglia in grado di spezzare il cuore se si ripensa e si ritorna con la lettura alla situazione in cui Mia si trova ora, mentre al suo capezzale sfilano uno dopo l'altro tutte le persone che le vogliono bene: i nonni, Kim, Adam... Alcuni di loro le raccontano banali storie di vita quotidiana, come per invogliarla a risvegliarsi, altri accettano e comprendono se lei vorrà andarsene, mentre il suo Adam ha soltanto una cosa da dirle: "Resta."

    Indubbiamente "Resta anche domani" è uno dei migliori romanzi young adult degli ultimi anni. Affronta un tema molto delicato e importante facendolo nel modo giusto e nelle più svariate sfaccettature, utilizzando un linguaggio semplice e diretto che rende la narrazione molto scorrevole, anche se, in parecchi punti, l'autrice tende a ripetersi un po' nel descrivere più e più volte un medesimo aneddoto già raccontato nella raccolta dei flashback che ritorna nel presente senza nulla arricchire.
    A parte ciò: promosso e consigliato.

    ha scritto il 

  • 3

    Romanzo molto carino.

    E' stata una bella lettura, semplice e alla fine anche commovente. Chi racconta è la protagonista e lo fa in maniera molto delicata, raccontando del suo passato e degli eventi che si svolgono davanti ...continua

    E' stata una bella lettura, semplice e alla fine anche commovente. Chi racconta è la protagonista e lo fa in maniera molto delicata, raccontando del suo passato e degli eventi che si svolgono davanti ai suoi occhi.
    Si legge veramente in pochissimo, anche se non la consiglierei per staccare da un romanzo all'altro visto i temi che tratta. Nonostante la morte ecc. non è un libro pesante che opprime, è molto delicato!

    ha scritto il 

  • 2

    -Tranquila. Si quieres irte, no pasa nada. Todo el mundo quiere que te quedes. Y yo, más de lo que he deseado ninguna otra cosa en mi vida.-Se le quiebra la voz por la emoción. Carraspea, respira hond ...continua

    -Tranquila. Si quieres irte, no pasa nada. Todo el mundo quiere que te quedes. Y yo, más de lo que he deseado ninguna otra cosa en mi vida.-Se le quiebra la voz por la emoción. Carraspea, respira hondo y continua-. Pero ese es mi deseo, y comprendo que quizá tú tengas tus motivos para querer otra cosa.

    ha scritto il 

  • 4

    Dopo più di un mese dovrei iniziare a scrivere qualcosa. Mi stupisco di me stessa per non aver ancora iniziato Resta sempre qui, nonostante la curiosità sia tanta, ma c'è sempre quello spettro del con ...continua

    Dopo più di un mese dovrei iniziare a scrivere qualcosa. Mi stupisco di me stessa per non aver ancora iniziato Resta sempre qui, nonostante la curiosità sia tanta, ma c'è sempre quello spettro del continuo che di solito non è all'altezza del primo che aleggia su di me. Pochi libri sono stati un'eccezione a questa regola, e spero veramente che Resta sempre qui sia uno di questi.
    Mi è venuta voglia di leggere Resta anche domani quando ho visto il trailer del film al cinema, film che non ho ancora visto perché di solito faccio passare anni, ma che sicuramente ha acceso la mia curiosità.
    Resta anche domani è un libriccino che non raggiunge nemmeno le 300 pagine, ma che possiede una carica emotiva che molti romanzi con il doppio delle pagine si sognano. È un incidente stradale a spezzare la vita della famiglia di Mia, un giorno come tanti e la sua famiglia non esiste più. Forse non esiste nemmeno la stessa Mia, costretta a vedere quello che succede al suo corpo in coma e a subire il suo dolore e quello dei suoi nonni e del suo ragazzo, che non possono vederla. Questo non è un romanzo sul dopo ma sul prima, la vita di Mia raccontata da lei stessa attraverso dei flashback. Spezzoni della sua vita, in cui sono presenti tutte le persone importanti per lei e quei momenti che sono i più importanti della sua vita. Gayle Forman affronta il dolore della perdita in un modo che le fa onore, non eccede nel dramma - cosa che qui, nonostante una ragazzina diventata improvvisamente orfana, non ho trovato - ma esalta la vita. Sono poche pagine, ma sono abbastanza per far sentire al lettore la perdita dei genitori di Mia o del suo fratellino, perché a volte non serve una cronaca della vita, ma basta soffermarsi sui momenti importanti, su piccoli momenti quotidiani. È così che sento la mancanza dei genitori di Mia, due tipi rock e alternativi che si sono ritrovati a fare i genitori all'improvviso, imparando giorno per giorno qualcosa di nuovo, perché in fondo come si deve crescere un figlio non te lo dice nessuno, ma forse è tuo figlio e l'amore che tuo lui ti dona a darti qualche dritta. Ho amato tutti loro, i nonni, il fratellino, che come ha sempre pensato Mia sembrava il vero figlio di due genitori rock, non come lei, una ragazzina che ha una passione smodata per il violoncello. Ho amato Adam, il primo amore, e il modo in cui è nato, senza gesti plateali e con quella incertezza tipica del primo amore, che ti fa pensare che forse siete troppo diversi. La vita di Mia è una vita normale ma piena d'amore ed è probabilmente questo il segreto di questo libro, che non eccede mai ma sa ugualmente arrivare al cuore.

    ha scritto il 

  • 1

    A questo punto erano meglio i vampiri...

    ... se il nuovo filone young deve essere quello strappalacrime (vedi "tutta colpa delle stelle") e soprattutto se si riduce tutto a cento pagine di luoghi comuni sulla sofferenza

    ha scritto il 

  • 3

    I first found out about this book when the film inspired by it came out. I considered to buy it, but didn’t until a friend of mine told me that it was amazing and I eventually bought it. After reading ...continua

    I first found out about this book when the film inspired by it came out. I considered to buy it, but didn’t until a friend of mine told me that it was amazing and I eventually bought it. After reading it I think that it isn’t a masterpiece of literature. The story is very sad, but it didn’t make me cry: I’m not so sensitive and only two books made me cry in my whole life, still the author wasn’t able to write with those words which go straight to your heart. Although this consideration, it is still a good book which I highly recommend to teenagers who like this kind of stories about difficult and heartbreaking, but strong love.

    ha scritto il 

  • 2

    Libro "facile" che strizza l'occhio alla teneeger media con la lacrima pronta. I capitoli alternano momenti del presente in cui la protagonista, in come dopo un incidente, vede se stessa ricoverata in ...continua

    Libro "facile" che strizza l'occhio alla teneeger media con la lacrima pronta. I capitoli alternano momenti del presente in cui la protagonista, in come dopo un incidente, vede se stessa ricoverata in ospedale, ad altri in cui lei ricorda la sua vita con la sua famiglia prima del tragico evento. Niente di che. Mi sono ritrovata, spesso, a scorrere le pagine saltando alcune parti per arrivare ai punti ambientati nel presente, i più interessanti. Il resto mi ha annoiata a morte. Dimenticabile.

    ha scritto il 

Ordina per