Retablo

Voto medio di 272
| 58 contributi totali di cui 55 recensioni , 3 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 17/01/16
Mistiche antiquitati
“Oratorio”, “Peregrinazione” e “Veritas”: i titoli dei tre capitoli di questo pretioso cimelio di manierismo, già spesse volte definito come trittico ampolloso e baroccheggiante, secondo me, aprono a un’ulteriore interpretazione. Per ...Continua
Ha scritto il 21/04/15
Mamma mia! Un libro affascinante (non mi spingo fino a chiamarlo "romanzo"), ma una prosa così può spingere al suicidio!Se proprio devo scegliere un autore siciliano completamente destabilizzante, ma anche capace di un'ironia corrosiva, scelgo ...Continua
  • 1 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 25/10/14
"...cos'è mai questa terribile, maravigliosa e oscura vita, questo duro enigma che l'uomo sempre ha declinato in mito, in racconto favoloso, leggendario, per cercar di rispecchiarla, di decifrarla per allusione, per metafora?" (pp. 134, 135)
  • 1 mi piace
Ha scritto il 19/04/14
Due love stories segnate dalla rinuncia e dalla lontananza: la travolgente passione di frate Isidoro, che lascia il saio per la bella Rosalia, e l'amore del cavaliere milanese Fabrizio Clerici per l'aristocratica donna Teresa Blasco. Se è vero che ...Continua
  • 1 mi piace
Ha scritto il 02/03/14
Spettacolo pirotecnico di parole dal significato ormai dimenticato ma ancora oggi odorose e rimbombanti, ad una ad una cucite da una sintassi sprezzante per chi ha la smania di correre in fatto in fatto.Tornano alla mente i nostri poeti barocchi, ...Continua
  • 5 mi piace

Ha scritto il Jan 21, 2011, 15:02
O gran pochezza, o inanità dell'uomo, o sua fralezza e nullità assoluta! O sua ferocia e ferina costumanza! O secol nostro superbo di conquiste e di scienza, secolo illuso, sciocco e involuto! Arrasso, arrasso, mia nobile signora, arrasso dalla ...Continua
Pag. 98
Ha scritto il Jan 21, 2011, 14:59
Mai sempre tuttavia il viaggio, come distacco, come lontananza dalla realtà che ci appartiene, è un sognare. E sognare è vieppiù lo scrivere, lo scriver memorando del passato come sospensione del presente, del viver quotidiano. E un sognare ...Continua
Pag. 70
Ha scritto il Jan 21, 2011, 14:57
Io mi chiedei se non sia mai sempre tutto questo l'essenza d'ogni arte (oltre ad essere un'infinita derivanza, una copia continua, un'imitazione o impunito furto) un'apparenza, una rappresentazione o inganno, come quello degli òmini che guardano le ...Continua
Pag. 49

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi