Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Retrato de una dama

By Henry James

(3)

| Others | 9788422665724

Like Retrato de una dama ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

187 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Romanzo di non facilissima lettura, ma intenso ed emozionante soprattutto nella seconda parte dove la personalità di Isabel appare tratteggiata con maggiore incisività. Bello anche il finale aperto ad ogni interpretazione del lettore.

    Is this helpful?

    Adibur said on Jul 12, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Anche per questo romanzone di fine ottocento, come per la maggior parte della narrativa d'oltreoceano, mi sembra che gli americani siano bravi a fare del marketing.
    Questa è la storia di una bella ragazzotta americana - sana e sanguigna perché gli a ...(continue)

    Anche per questo romanzone di fine ottocento, come per la maggior parte della narrativa d'oltreoceano, mi sembra che gli americani siano bravi a fare del marketing.
    Questa è la storia di una bella ragazzotta americana - sana e sanguigna perché gli americani sono sani e sanguigni, gli inglesi sono frigidi e compassati, i francesi sono grandi corteggiatori e gli italiani sono brava gente, ça va sans dire - dicevo una bella ragazzotta che viene in Europa, impara le tradizioni degli indigeni, respinge due o tre pretendenti, eredita dei soldi e si sposa con un imbecille che s'approfitta di lei. Tutto condito dai soliti luoghi comuni che il narratore dispensa a piene mani: sulle tradizioni inglesi, sui monumenti e sulle atmosfere di un'Italia da cartolina.
    Henry James è simpatico come un antropologo che s’infila in una foresta per sottoporre gli indigeni a dei quiz tesi a dimostrare che lui è intelligente e loro sono ignoranti.
    I suoi personaggi sono simpatici come i turisti che, in ricordo delle loro vacanze italiane si portano a casa le piastrelline di un mosaico di Pompei o il dito di qualche statua.
    Un romanzo che si svolge all’ottanta per cento in Italia e che non ha un personaggio italiano, sono tutti turisti inglesi e americani con un elemento in comune: non avere un cazzo da fare.

    Is this helpful?

    Serenus said on Jul 6, 2014 | 6 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    Isabel Archer lascia a bocca aperta, sia per l'introspezione che ne fa James nel romanzo, ma anche per la vicenda umana e moderna che è costretta a vivere. La storia è presto raccontata: Isabel, giovane americana, viene condotta dalla zia in Inghilte ...(continue)

    Isabel Archer lascia a bocca aperta, sia per l'introspezione che ne fa James nel romanzo, ma anche per la vicenda umana e moderna che è costretta a vivere. La storia è presto raccontata: Isabel, giovane americana, viene condotta dalla zia in Inghilterra, dove uno zio e un cugino munifici la rendono ricca. Queso però diventa per lei uno svantaggio, perchè si fa accalappiare da due ambigui personaggi, Gilbert Osmond e M.me Merle. Sullo sfondo personaggi toccanti come i due innamorati respinti, Lord Warbuthon e Caspar Goodwood, la figliasta Pansy, la zia e il cugino Ralph Touchett. Ho fatto moltissima fatica ad entrare nella narrazione, un po' per l'italiano desueto di questa traduzione, un po' perchè all'inizio del libro ci sono descrizioni infinite. Però quando ha preso il via mi è piaciuto moltissimo. L'infelicità di Isabel è toccante e il finale non compiuto, aperto lascia molta inquietudine sul suo futuro.

    Is this helpful?

    Maya 1978 said on Jun 25, 2014 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Bellissima lettura. In realtà manca una reale trama, visto che tutto ruota intorno alle proposte di matrimonio prima di Isabel Archer e poi della figliastra Pansy.
    Isabel è una moderna ragazza americana che vuole essere indipendente e per questo rif ...(continue)

    Bellissima lettura. In realtà manca una reale trama, visto che tutto ruota intorno alle proposte di matrimonio prima di Isabel Archer e poi della figliastra Pansy.
    Isabel è una moderna ragazza americana che vuole essere indipendente e per questo rifiuta ogni buon partito si presenti per chiedere la sua mano, dal buon Caspar Goodwood, fedele fino alla fine, all'affascinante lord Warburton, fino al tenero e malaticcio cugino Touchett, che pensa di aiutarla con una cospicua dote, ma condannandola in verità a un matrimonio di comodo. Sebbene Isabel si vanti sin dall'inizio di essere libera, intelligente e decisa a vivere la sua vita come meglio crede, finisce con l'essere ingannata da colei che credeva sua amica e da un uomo inetto che non è nessuno, che la sposa solo per i suoi soldi.
    Che tristezza la parabola discendente di questa giovane piena di sogni e speranze che finisce intrappolata in una prigione che si è costruita da sé. E ancora più triste è che continui a rimanerci, nonostante abbia la possibilità, come la ebbero l'Anna di Tolstoj e la Nora di Ibsen, di lasciare il marito per costruirsi la vita che avrebbe sempre dovuto avere.
    E ancora più per Isabel, provo pena per la piccola Pansy, che non riesce a liberarsi dei lacci e laccioli con cui la tiene legata a sé il padre, che io definisco uomo malvagio.

    Non capisco con quale faccia tosta Isabel accusi l'amica Henrietta, la vera donna moderna di questo romanzo, di incoerenza per aver scelto alla fine di sposare un inglese e di vivere in Inghilterra. Che vuol dire incoerente? A me Henrietta è sembrata davvero innamorata e di sicuro sarà lei a portare i pantaloni in casa! Lei ha visto il mondo molto più di Isabel e alla fine ha scelto la sua casa. Che cosa ha fatto invece Isabel?

    Is this helpful?

    RobyGranger (scambio cartacei) said on Jun 20, 2014 | Add your feedback

  • 5 people find this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Una profonda tristezza mi ha accompagnata per la maggior parte della lettura. Tristezza e frustrazione (non avevo mai visto una personalità femminile così forte, così indipendente, sgretolarsi in questo modo sotto i miei occhi).
    Tutto ciò che Isabel ...(continue)

    Una profonda tristezza mi ha accompagnata per la maggior parte della lettura. Tristezza e frustrazione (non avevo mai visto una personalità femminile così forte, così indipendente, sgretolarsi in questo modo sotto i miei occhi).
    Tutto ciò che Isabel subisce, anzi, che sceglie di subire, mi ha psicologicamente stremata e fatto arrabbiare. Nessuno spiraglio di luce può rendere meno oscuro il suo futuro (che non ci è consentito conoscere, ma sicuramente supporre). Un'oscurità da cui anche le altre figure femminili del romanzo non sono escluse. Ognuna di loro deve rassegnarsi alla sconfitta, alla rinuncia ai propri sogni e ad andare avanti con quel che le rimane.
    James è uno splendido narratore, capace di esprimere la psicologia dei suoi personaggi come pochi e di coinvolgere e appassionare il lettore. Se solo non fosse una storia così tragica!

    Is this helpful?

    Eli.Mi. said on Feb 10, 2014 | 3 feedbacks

Book Details

Improve_data of this book