Revolutionary Road

Voto medio di 3637
| 931 contributi totali di cui 868 recensioni , 63 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
È il 1955; i Wheeler sono una coppia middle class dei sobborghi benestanti di New York, che coltiva il proprio anticonformismo con velleità ingenua, quasi ignara della sua stessa ipocrisia: la loro esistenza scorre fra il treno dei pendolari, le ... Continua
Ha scritto il 11/08/17
REVOLUTIONARY ROAD di Richard Yates
"Il complesso residenziale di Revolutionary Road non era stato progettato in funzione di una tragedia. Anche di notte, come di proposito, le sue costruzioni non presentavano ombre confuse né sagome spettrali. […] Un uomo intento a percorrere di ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 02/08/17
Un po' di April e Frank dentro ognuno di noi.
A un primo approccio la scrittura di Yates mi è sembrata un copione cinematografico, un po’ senz’anima.Poi la storia mi ha preso. Ma soprattutto mi ha dato i brividi. Per il vuoto senza fine dei protagonisti, per la sensazione sconvolgente che ..." Continua...
  • 4 mi piace
  • 2 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 30/07/17
Bello.
punto.
  • Rispondi
Ha scritto il 27/07/17
SPOILER ALERT
Il girotondo della vita
Vivi in un certo ambiente, con certe abitudini, con certe facce accanto. E ti accorgi che quell'ambiente, quelle abitudini e quelle facce ti porteranno (anzi, lo hanno già fatto) nella spirale perversa dello stereotipo. Più tenti di uscire dallo ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • 2 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 13/07/17
Non lascia molte illusioni, Yates: sincero fino ad essere spietato ma quanta indigesta verità nei suoi libri."Il complesso residenziale di Revolutionary jill non era stato progettato in funzione di una tragedia. Anche di notte, come di proposito, ..." Continua...
  • 5 mi piace
  • Rispondi

Ha scritto il Feb 03, 2017, 16:14
"Oh", esclamò, " l'ha detto. Il disperato vuoto. Cielo, c'è un sacco di gente che la parte del vuoto l'ha capita; laggiù dove lavoravo, sulla costa occidentale, non parlavamo d'altro. Ce ne stavamo seduti a chiacchierare del vuoto per tutta la ... Continua...
Pag. 257
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il Feb 17, 2016, 15:55
"E' una malattia e nessuno pensa più, sente più, o si rende più conto di niente;: nessuno che si appassioni o creda in qualcosa che non sia la sua piccola, dannata, comoda mediocrità."
Pag. 65
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il Jun 30, 2014, 18:34
Ma ormai April non aveva più bisogno di alcun consiglio né di alcuna istruzione. Era calma e tranquilla, ora, sapendo quel che aveva sempre saputo, quello che né i suoi genitori né zia Claire né Frank né chiunque altro avevano mai dovuto ... Continua...
Pag. 396
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il Apr 19, 2014, 16:35
La capacità di misurare e suddividere il tempo ci offre una quasi inesauribile fonte di consolazione."Sincronizzare gli orologi sulle sei zero zero", dice il capitano di fanteria, e ognuno dei tenenti che gli si affollano intorno dimentica per un ... Continua...
Pag. 285
  • Rispondi
Ha scritto il Apr 19, 2014, 16:31
La casa, emergendo tra le foglie verdi e gialle, si stagliò netta e candida; in fondo non era poi così brutta. Come aveva detto una volta John Givings, aveva l'aria di un posto dove la gente viveva davvero - un posto in cui il difficile, intricato ... Continua...
Pag. 356
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi