Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Ricomincio da te

Di

Editore: Corbaccio

3.4
(227)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 320 | Formato: Copertina rigida

Isbn-10: 8863803145 | Isbn-13: 9788863803143 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Disponibile anche come: Altri

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature

Ti piace Ricomincio da te?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
È un uomo come tanti. Una moglie, un figlio piccolo, un impiego in una società di software, colleghi, genitori, suoceri, giornate scandite dalla routine del lavoro, una vita famigliare ridotta a monosillabi di saluto la sera e la mattina, sempre più arida, sempre più marginale. Eppure da bambino non era così. Aveva dei sogni: per esempio costruire un capanno per starci con il migliore amico. E quello è stato il suo primo e più grande fallimento: qualcosa è andato storto, quell’estate la sua infanzia è finita.
Ma adesso sente che è arrivato il momento di riprendersi il tempo che ha perduto, di riconquistare l’amore della moglie, la stima di se stesso. Ha un piano per ricominciare, ma non osa nemmeno confessarlo alla moglie: ormai è così distante, indifferente, forse ha un altro. Lui sospetta di tutto e di tutti, si sente braccato a casa e in ufficio, organizza piani per vendicarsi di chi considera ormai i suoi ex: la sua ex moglie, i suoi ex amici, i suoi ex colleghi... Ma il sogno rimane, e non è detto che nel modo più impensabile e assurdo non riesca a realizzarsi.
Ordina per
  • 4

    Nel tunnel della quotidianietà

    Ho fatto molta fatica a leggere questo libro... La lettura mi trasmetteva una sensazione di claustrofobia: le giornate tutte uguali, il tempo che scivola via senza riuscire a trascorrerlo nel modo giu ...continua

    Ho fatto molta fatica a leggere questo libro... La lettura mi trasmetteva una sensazione di claustrofobia: le giornate tutte uguali, il tempo che scivola via senza riuscire a trascorrerlo nel modo giusto, con le persone giuste, assorbiti dal solito tran tran quotidiano. Un libro che fa riflettere proprio sul tempo, su di noi e su come trascorriamo il tempo senza accorgerci quanto c'è di prezioso in quello che stiamo tralasciando

    ha scritto il 

  • 1

    Non bello

    Sará che non è il mio genere di lettura, ma la storia non mi è piaciuta.L'unica cosa che mi rimane di questo libro è la risata che mi sono fatta nel leggere la descrizione della defecata di Don Rafa.l ...continua

    Sará che non è il mio genere di lettura, ma la storia non mi è piaciuta.L'unica cosa che mi rimane di questo libro è la risata che mi sono fatta nel leggere la descrizione della defecata di Don Rafa.libro che non consiglio

    ha scritto il 

  • 3

    Un libro che si legge di un fiato , realistico . Una storia che oltre a far riflettere , è una luce di speranza e ottimismo di poter cambiare la nostra vita a qualsiasi età , l importante è crederci e ...continua

    Un libro che si legge di un fiato , realistico . Una storia che oltre a far riflettere , è una luce di speranza e ottimismo di poter cambiare la nostra vita a qualsiasi età , l importante è crederci e non aver paura del futuro!!!!

    ha scritto il 

  • 3

    Quotidianità

    Un libro descrittivo, forse troppo. Realistico fin quasi alla fine poi la realtà diventa favola e come ogni favola c'è in agguato un lieto fine. Bello e da leggere, una volta sola.

    ha scritto il 

  • 4

    Realtà contemporanea

    Questa storia può facilmente assomigliare a quella di ognuno di noi, vita basata sulla frenesia di tutti i giorni; frenesia che porta a trascurare gli affetti..
    Bella lettura, a tratti un po' lenta ma ...continua

    Questa storia può facilmente assomigliare a quella di ognuno di noi, vita basata sulla frenesia di tutti i giorni; frenesia che porta a trascurare gli affetti..
    Bella lettura, a tratti un po' lenta ma nel complesso piacevole.

    ha scritto il 

  • 1

    Bocciato. E' stato veramente un parto arrivare alla fine di questo libro, che mi ha tolto il piacere di leggere. L'ho trovato ridondante, inutilmente prolisso e troppo ripetitivo. La narrazione è moll ...continua

    Bocciato. E' stato veramente un parto arrivare alla fine di questo libro, che mi ha tolto il piacere di leggere. L'ho trovato ridondante, inutilmente prolisso e troppo ripetitivo. La narrazione è molla e molto piatta, la vicenda scorre male. Insomma, è un libro molto piatto. Senza parlare poi degli stereotipi, troppo troppo marcati. E vogliamo parlare poi dell'intento dell'autore di distogliere costantemente il lettore dalla trama di fondo del libro? Peccato, mi aspettavo di più. Mi aspettavo, vista l'idea di come l'abitudine rovini i rapporti fino a sgretolarli, un romanzo di tutt'altra specie. E adesso non mi stupisco nel sapere che nessun editore ha voluto pubblicare il libro..forse sarebbe stato meglio così. Peccato, una vera delusione. Una stellina giusto per qualche frasetta carina, ma assolutamente sconsigliato.

    Arriva un'età in cui sembra che tutto precipiti verso il peggio, quando sai che, in futuro, tutto sarà solo più deprimente.

    Ci fu un momento in cui futuro e passato non mostrarono più alcuna differenza: domani era uguale a ieri, ieri sarà uguale a domani.

    A volte, basta solo che accada qualcosa: che sia in positivo o in negativo è un dettaglio secondario.

    Il dolore tenta sempre di afferrarsi a un lembo di speranza, per ridicola che sia, per quanto illogica.

    Camminavo e non riuscivo a lasciarmelo alle spalle. In ogni ricordo, in ogni sensazione, eccolo comparire: il dolore.

    Se c'è qualcosa che non cambia con gli anni sono gli sguardi; invecchiano, ma non cambiano mai.

    Lo sai che a volte l'apparenza è tutto? In realtà è l'unica cosa che ti consente di nascondere il dolore che ti scorre addosso.

    ha scritto il 

  • 1

    Boh

    Sarà che non è il mio genere (il romanzo mi è stato regalato) ma non capendone il senso dopo 50 pagine l'ho lasciato li.
    5 capitoli per spiegare che da ragazzino ha fatto un casino e l'amicizia tra la ...continua

    Sarà che non è il mio genere (il romanzo mi è stato regalato) ma non capendone il senso dopo 50 pagine l'ho lasciato li.
    5 capitoli per spiegare che da ragazzino ha fatto un casino e l'amicizia tra la sua famiglia e quella del suo migliore amico si è incrinata forse irrimediabilmente.
    Altri capitoli per spiegare il conflitto con l'amico per via di una ragazza...
    No grazie, ho altri sistemi per perdere tempo.
    Lento e noioso.

    ha scritto il 

Ordina per