Pubblicato per la prima volta nel 1963, questo libro segreto (un diario del periodo 1958-1960) si inoltra nell'intimo della personalità dell'autore, senza celarne paure e ossessioni, ma anche giungendo a sondare lo stupore e l'euforia che accompagnan ...Continua
Ha scritto il 08/09/14
Un aneddoto: squisito il manuale landolfiano, curato e argomentato maniacalmente bene, di denigrazione su una poesia di Quasimodo. Tommaso Landolfi Re della parola. Indiscusso.
  • 8 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 18/11/13
"un istrione è tale anche davanti a se stesso soltanto" "Ma vivere materialmente vi par poco? è già un buon principio: di morte" "Tutto va perduto, ciò che importa"
  • 5 mi piace
Ha scritto il 28/09/12
La lettura di questo strano diario è stata molto difficoltosa; spesso mi sono arenata, nel mare di quelle frasi di così difficile comprensione.
Consiglio questo libro ai soli conoscitori di Landolfi e del suo stile così particolare.
Pagine do
...Continua
  • 2 mi piace
Ha scritto il 05/03/12
"È impossibile pensare che tutto finisca; eppure talvolta sembra di percepire, nella crudeltà e indifferenza di cui la natura ci circonda, il segno certo che tutto finirà senza traccia." (p. 206)
  • 4 mi piace
Ha scritto il 01/06/10
pag.54
Invitato a definire il gioco, direi forse che è una volontà di potenza; la quale si è tentati di soggiungere, porta in se stessa il proprio catigo (daccapo questo giro di parole!)
  • 2 mi piace

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una citazione!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi