Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Riflessioni sull'orlo dell'Apocalisse

Contemplando il futuro con Noam Chomsky, Bruce Sterling, Deepak Chopra e altri

Di

Editore: Arnoldo Mondadori (Oscar piccola biblioteca)

3.7
(59)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 454 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8804556196 | Isbn-13: 9788804556190 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: S. Rota Sperti

Genere: Non-fiction , Philosophy , Science & Nature

Ti piace Riflessioni sull'orlo dell'Apocalisse?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
In queste pagine lo scrittore David Jay Brown riunisce alcune delle più brillanti menti del mondo, da Noam Chomsky a Gorge Carlin, da Deepak Chopra a Bruce Sterling, per discutere di alcune questioni di cruciale importanza: dal futuro della specie umana al mistero della conoscenza, dall'evoluzione tecnologica ai fenomeni fisici. Gli intervistati rivelano il loro punto di vista illuminante sulla teoria degli universi multipli, il significato spirituale degli allucinogeni, i buchi neri, la ricerca sulle cellule staminali, gli alieni, la psicocinesi...
Ordina per
  • 3

    Deludentissimo per chi si aspetta ciò che il titolo promette: in realtà non c'è (quasi) niente relativo all'apocalisse/fine del mondo (e questa volta non possiamo dare la colpa all'editore italiano, visto che il titolo è la traduzione letterale dell'edizione inglese). Brown sembra avere il disco ...continua

    Deludentissimo per chi si aspetta ciò che il titolo promette: in realtà non c'è (quasi) niente relativo all'apocalisse/fine del mondo (e questa volta non possiamo dare la colpa all'editore italiano, visto che il titolo è la traduzione letterale dell'edizione inglese). Brown sembra avere il disco rotto, per cui in ogni intervista non mancheranno domande relative a coscienza, concetto di dio, esperienze psichedeliche e telepatia, temi che ben poco hanno a che fare con la fine del mondo. Inoltre, le domande relative al futuro dell'uomo e dell'umanità hanno come risposta brevi opinioni che alla fine non approfondiscono, nè (r)innovano, l'argomento. E' piuttosto un libro dedicato a chi è interessato più agli aspetti spirituali della vita (futura e non) che a quelli materiali, e a come essi possano trovare applicazione e sviluppo con quelli scientifici (biotecnologie, nanotecnologie, robotica, fisica, ecc.).

    ha scritto il 

  • 3

    Deludente. A parte Chomsky e Sterling, gli altri interlocutori del Curatore mi sono sembrati più una banda di lisergici visionari con la dentiera che autentici pensatori borderline. Alcuni spunti degni di nota (uno fra tutti quello sulla triade si-no-forse); per il resto la solita paccottiglia ne ...continua

    Deludente. A parte Chomsky e Sterling, gli altri interlocutori del Curatore mi sono sembrati più una banda di lisergici visionari con la dentiera che autentici pensatori borderline. Alcuni spunti degni di nota (uno fra tutti quello sulla triade si-no-forse); per il resto la solita paccottiglia new age.

    ha scritto il 

  • 1

    Neurodeliri

    Tralasciando l'intervista a Noam Chomsky le restanti trattano tutta una serie di tematiche pseudo-scientifiche degne di Voyager. Se così tanta gente crede davvero a certe cose forse l'apocalisse è davvero vicina...

    ha scritto il 

  • 4

    Una serie di interviste sull'esistenza, lo spazio, il futuro, la scienza e quant'altro ad alcuni dei più importanti pensatori dei tempi attuali. Forse a volte un po' complesso per alcuni riferimenti alla meccanica quantistica o ad aspetti tecnico-scientifici da addetti ai lavori, ma indubbiamente ...continua

    Una serie di interviste sull'esistenza, lo spazio, il futuro, la scienza e quant'altro ad alcuni dei più importanti pensatori dei tempi attuali. Forse a volte un po' complesso per alcuni riferimenti alla meccanica quantistica o ad aspetti tecnico-scientifici da addetti ai lavori, ma indubbiamente un libro da sbocconcellare come un piatto di delizie.

    ha scritto il 

  • 5

    Uno dei libri più illuminanti che abbia mai letto. Da leggere, rileggere, consultare, sottolineare, insomma da tenere sempre a portata di mano perchè, nonostante il titolo, tutto sommato è abbastanza incoraggiante. Se mi passate l'espressione un pò abusata, vero cibo per la mente, cibo sopraffino ...continua

    Uno dei libri più illuminanti che abbia mai letto. Da leggere, rileggere, consultare, sottolineare, insomma da tenere sempre a portata di mano perchè, nonostante il titolo, tutto sommato è abbastanza incoraggiante. Se mi passate l'espressione un pò abusata, vero cibo per la mente, cibo sopraffino.

    ha scritto il 

  • 2

    Spazio troppo stretto per menti molto ampie, alla fine si ha l'impressione di aver letto solamente "introduzioni a...".
    Lettura simpatica, spunti a volte illuminanti ma che spesso, un po' per necessità di sintesi, un po' per la fretta di David Jay Brown di arrivare alle pruriginose domande su "ma ...continua

    Spazio troppo stretto per menti molto ampie, alla fine si ha l'impressione di aver letto solamente "introduzioni a...". Lettura simpatica, spunti a volte illuminanti ma che spesso, un po' per necessità di sintesi, un po' per la fretta di David Jay Brown di arrivare alle pruriginose domande su "magia", "telepatia", "aldilà" ecc. diventa vagamente frustrante.

    ha scritto il 

  • 3

    Mah, chissà quali riflessioni mi aspettavo... sta di fatto che questa raccolta di interviste con personaggi più o meno illuminati è davvero deludente. Salvo giusto Sheldrake, Carlin, Russell e Chopra, che almeno qualche spunto interessante lo concedono... per il resto, come dire, dei deliri di Ku ...continua

    Mah, chissà quali riflessioni mi aspettavo... sta di fatto che questa raccolta di interviste con personaggi più o meno illuminati è davvero deludente. Salvo giusto Sheldrake, Carlin, Russell e Chopra, che almeno qualche spunto interessante lo concedono... per il resto, come dire, dei deliri di Kurzweil, McBride e Grey ne faccio volentieri a meno...

    ha scritto il 

  • 4

    Perché gli alieni non vendono perline per le strade di Manhattan?

    Secondo Kary Mullis la possibilità che un asteroide entri in collisione con la Terra è da considerarsi come la più seria minaccia alla sopravvivenza del pianeta...

    http://www.revolutionine.com/2009/11/07/perche-gli-alieni-non-vendono-perline-per-le-strade-di-manhattan

    ha scritto il 

  • 4

    è pieno di spunti interessanti...peccato che su quelli più promettenti non si dilunghi (ad esempio chomsky) e in generale la lettura è si semplice, ma risulta nebulosa: spesso infatti risulta difficile seguire i dialoghi dal momento che non si ha nessuna conoscenza scientifica della materia tratt ...continua

    è pieno di spunti interessanti...peccato che su quelli più promettenti non si dilunghi (ad esempio chomsky) e in generale la lettura è si semplice, ma risulta nebulosa: spesso infatti risulta difficile seguire i dialoghi dal momento che non si ha nessuna conoscenza scientifica della materia trattata, se non quella immediatamente deducibile dai due interlocutori .

    ha scritto il 

  • 5

    Essenziale

    Una gran bella raccolta di nozioni e punti di vista di alcune tra le più brillanti menti del mondo.
    Da leggere e avere sempre a portata di mano, come una guida per i tempi oscuri in cui ci muoviamo oggi.

    La mia lunga recensione qui: http://www.obifrankenobi.it/2007/12/20/riflessioni-s ...continua

    Una gran bella raccolta di nozioni e punti di vista di alcune tra le più brillanti menti del mondo.
    Da leggere e avere sempre a portata di mano, come una guida per i tempi oscuri in cui ci muoviamo oggi.

    La mia lunga recensione qui: http://www.obifrankenobi.it/2007/12/20/riflessioni-sullorlo-dellapocalisse/

    ha scritto il